Proseguendo la navigazione in questo sito, acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori informazioni, clicca su Informativa Europea. Accetto Salta il menu e vai ai contenuti

Retina Italia Onlus / Sede territoriale Toscana

Cerca nel sito

Cerca nel sito

Dimensioni del testo

Dimensione testo a 14 pixel Dimensione testo a 16 pixel Dimensione testo a 18 pixel | Contrasto |
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Novembre 2017
Ti trovi in: Home / Comunicazioni / News / Le app per gli ipovedenti

Titolo pagina: Le app per gli ipovedenti

La tecnologia aiuta gli ipovedenti nelle loro azioni quotidiane: grazie ad alcune applicazioni è possibile identificare gli oggetti e riconoscere i colori.
La tecnologia e in particolare gli smartphone sono diventati dei compagni fondamentali nella vita di milioni di persone. Permettono di accedere immediatamente a contenuti in esclusiva e aiutano le persone nel momento del bisogno. Ultimamente gli smartphone sono diventati anche degli ottimi aiutanti per chi ha problemi di salute: è possibile tenere sotto controllo la pressione arteriosa e i battiti del cuore e grazie alle applicazioni per il running si possono monitorare anche gli allenamenti e le corse al parco. Ma i telefonini intelligenti si stanno rivelando molto preziosi anche per coloro che soffrono di alcune malattie molto gravi. Ad esempio gli ipovedenti o le persone completamente cieche. Può sembrare un paradosso, ma le applicazioni aiutano le persone ipovedenti a identificare gli oggetti e a riconoscere i colori. Grazie al supporto dei vari sensori presenti all'interno degli smartphone chi ha problemi alla vista può utilizzare il telefonino per rendere più semplici alcun e azioni della vita quotidiana.
Sull'App Store e sul Google Play sono presenti delle applicazioni che aiutano gli ipovedenti in diverse situazioni. A seconda del problema da affrontare, c'è un'app che viene in soccorso della persona. Farsi aiutare a installarle e a riconoscerle è un passo fondamentale per ogni persona ipovedente.

Aipoly Vision: Sight for the Blind e Visually Impaired.
Un'applicazione che sicuramente non può mancare nello smartphone di un ipovedente è Aipoly Vision: Sight for the Blind & Visually Impaired. L'app utilizza l'intelligenza artificiale per riconoscere oggetti di uso quotidiano. Basterà inquadrarli con la fotocamera del device e premere sul tasto per il riconoscimento. Nel database di Aipoly Vision: Sight for the Blind & Visually Impaired sono disponibili oltre 2000 piante e specie di animali e 1000 piatti. L'applicazione è disponibile solamente sull'App Store, e dopo un primo periodo di prova gratuito è necessario sottoscrivere un abbonamento mensile.

BraillePad.
Per gli ipovedenti e le persone affette da cecità può essere complicato scrivere SMS e post sui social network. Con l'applicazione BraillePad lo schermo del tablet si trasforma in uno strumento fondamentale per gli ipovedenti. Sarà possibile utilizzare il linguaggio Visual Braille per riuscire a comporre parole e frasi. Per gli utenti principianti sono presenti anche dei tutorial per spiegare il funzionamento. L'applicazione è disponibile sull'App Store.

Big Launcher.
BIG Launcher è l'interfaccia utente pensata per coloro che hanno problemi alla vista o che vogliono rendere più semplice l'utilizzo dello smartphone Android. Con BIG Launcher lo smartphone cambia completamente faccia e diventa molto più semplice da utilizzare ed è disponibile anche un bottone SOS in caso di pericolo. La schermata della home è pensata per le persone che hanno problemi alla vista e semplifica al massimo l'utilizzo dello smartphone Android. Le icone delle applicazioni sono molto più grandi e anche le notifiche sono strutturate al meglio per semplificare la vita alle persone. Le applicazioni indesiderate possono essere tranquillamente nascoste e si può proteggere lo smartphone con una password. L'applicazione BIG Launcher è disponibile sul Google Play Store al costo di 9,99 euro.

Digit-Eyes.
Digit-Eyes è un'applicazione dal costo piuttosto elevato (10,99 euro) e disponibile solamente per Apple Store, ma che si rivela molto utile per le persone ipovedenti. Il funzionamento è un po' complicato, ma una volta capito il funzionamento non se ne può fare a meno. Con Digit-Eyes l'utente può registrare delle note vocali e creare dei QR-Code da inviare ai propri amici o a da stampare e incollare sui vestiti.

FotoOto.
FotoOto è un'applicazione che trasforma le immagini in suoni. Per gli ipovedenti è molto utile quando non riescono a riconoscere un oggetto: grazie all'audio potrà intuire di cosa si sta parlando. Inoltre, l'applicazione permette anche di salvare degli audio da ascoltare in futuro. L'applicazione è disponibile per l'App Store.


Articolo tratto da "Fastweb.it"

12 Giugno 2017

Versione stampa