Retina Italia Forum

Torna alla Home Page del Forum


SEI UN UTENTE NON REGISTRATO.

Se vuoi partecipare alla discussione clicca su accedi al Forum oppure, se ancora non l'hai fatto, registrati adesso. Per un corretto utilizzo di questo servizio, invitiamo i nostri gentili utenti, a consultare le norme del regolamento. Grazie!



TITOLO DISCUSSIONE: Atrofia Nervo Ottico
PROPOSTA DA: Patrizia
PUBBLICATO IL (giorno e ora): N/D

IL SUO MESSAGGIO: eccomi qua.... di ritorno da Baden Baden. E' stato un grande successo!!!!!!!!!! gli esami di mio marito sono miracolosi . i campi vivisi prima e dopo sono strabilianti la differenza è immensa. ma non sono solo gli esami a parlare è la vista di mio marito che lo fa!!!! guida di notte ha gli occhi vivaci legge senza problemi persino caratteri piccolissimi e pensare che a dicembre non distingueva i contorni del mio viso!!!! lo so che qualcuno non mi crederà, ma se vedeste i suoi esami clinici!!!!! certo la terapia è dura , molto dura e non tutti sono ricettivi alle cellule fresche ( effettuano esami del DNA prima di procedere) ma IO ho visto con i miei occhi ; Raffaella che vive da 10 anni con tumore al cervello per il quale i NS medici le avevano diagnosticato 2 mesi di vita , Mario affetto da distrofia muscolare adesso in grado di camminare e mangiare da solo, ed ancora Leucemici, diabetici, persone sulla sedia a rotelle .......di tutto di più. Certamente i miracoli non esistone e per alcuni di loro c'è solo il prolungamento della vita, ma è pur sempre qualcosa! tornando all'argomento che ci interessa sappiate TUTTI che per quanto riguarda le patologie oculari sono davvero molto avanzati ed utilizzano l'oncomodulina da 20 anni. e' importante sapere che non sono degli speculatori, ovvero , se non sono in grado di aiutarvi NON VI ACCETTANO e questo vi fa capire che sono persone serie e non ciarlatani. Certo la terapia si paga (c.a. 3.000,00 €) e poi si paga il soggiorno 15 gg ed i medicinali successivi, ho fatto un conto approssimativo che ci vogliono c.a. 5/6mila euro tra viaggio, soggiorno cura e cibo. gli assistenti di Daniel Sommer ( tutti medici ed infermiere) sono sempre a disposizione e sono italiani. vorrei parlarvi ancora di più, ma l'argomento è davvero vasto per cui resto qui a vs. disposizione, potete contattarmi tramite mail o telefonando a questo numero : 081/628613 Canova patrizia. per chi lo volesse sono disponibile a mandare la scansione dei campi visivi. Se volete contattare direttamente il Cell Vital Center il numero è: 0049 7221 391949 ed il sito internet è : www.cellvital.mageos.com. che altro dirvi............... io ho sperato, ho lottato , ho creduto.........posso solo invitarvi a fare altrettanto.



INTERVIENE: varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 12/05/2008 23.02.41

LA SUA RISPOSTA: Per Monica :Penso che ti sia sfuggito questo messaggio di Patrizia ,Ciao,Varo



INTERVIENE: Monica aquilablu
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 13/05/2008 0.27.48

LA SUA RISPOSTA: Grazie Varo, infatti non mi ero accorta della doppia discussione identica... ho comunque scritto una e-mail a Patrizia la quale, mi ha segnalato pure lei la cosa... Grazie mille... saluti Monica



INTERVIENE: varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 14/03/2009 21.01.39

LA SUA RISPOSTA: per Maria :si vede che non seguite bene questo forum,e sfuggono molte discussioni arretrate ,allora riavvicino quella dove Patrizia parla dei suoi risultati ,Ciao ,Varo



INTERVIENE: pippo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/03/2009 23.53.54

LA SUA RISPOSTA: ciao a tutti mi unisco alla vostra discussione per mia madre che ha perso la vista a causa di un meningioma che ha schiacciato i nervi ottici .il meningioma e stato asportato e adesso dopo 5 anni risulta il chiasma ottico atrofizzato.ho contattato la cell vital a baden baden e parlando col dott. sammer mi ha detto che ci possono essere delle possibilita' di ripresa .adesso stiamo organizzando tutto e poi vi posso aggiornare .ciao e auguri a tutti



INTERVIENE: pippo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 30/03/2009 23.16.22

LA SUA RISPOSTA: patrizia volevo contattarti al numero che hai messo sopra ma mi risponde la camera del lavoro come mai?



INTERVIENE: varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 31/03/2009 10.23.08

LA SUA RISPOSTA: Pippo,mi inserisco per cercare di dare una risposta al tuo qiesito tramite alcune ipotesi : da un'altra discussione ,ho ricavato l'idea che quel numero di telefono fosse un numero di ufficio di lavoro ,quindi Patrizia ,forse lavora lì ,prova a ritelefonare chiedendo di Patrizia .e,magari ,riferendoti ad una data uguale a quella del forum . Intanto posso tentare di contattarla via e mail :Può essere che non segua più il nostro forum ... . Ciao ,Varo



INTERVIENE: varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/05/2009 7.54.21

LA SUA RISPOSTA: Per Francesco : come promesso ti avvicino questa discussione . Ciao ,Varo.



INTERVIENE: Francesco
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/05/2009 13.01.25

LA SUA RISPOSTA: Grazie Varo, vedrò che fare ma sono un po scettico su Baden Baden ( anche per il costo) , preferisco provare con il San Raffaele, te che ne pensi????



INTERVIENE: varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/05/2009 14.48.40

LA SUA RISPOSTA: Ciao Francesco , sono d'accordo sull'idea di interpellare il San Raffaele .Però non sono informato su cosa fanno e se esistono trial sul nervo ottico . Se si vorrebbe dire che qualcosa in mano ce l'anno . Però ,quì nel forum ,ma anche nei miei contatti privati ,vedo che sono tante le persone che non trovano rimedi . Nel settore delle staminali applicate all'occhio ,non riesco a trovare niente in Italia , se trovo qualcosa ,questo qualcosa viene dagli usa ,dalla gb ecc.nel campo delle staminali embrionali e dai paesi diversi come Cina ecc. fuori dal nostro controllo . Negli ultimi 3 giorni ho chiesto pareri a due oculisti che fanno parte di commissioni mediche ,e non sanno dirmi niente su risultati o rischi ,ma dicono che ,attualmente ,niente esiste in Italia . Però se si avvia un trial ,questo può essere una strada accettabile . Ciao ,Varo



INTERVIENE: varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/05/2009 17.12.25

LA SUA RISPOSTA: Per Francesco : ho proseguito le ricerche e ho trovato la notizia inserita da maddalena in un'altra discussione . La ripropongo più completa in modo che ci siano maggiori possibilità per ricavare dati . Impressione :impressione mia è che qualcosa si stia muovendo .E' il caso di pentare un aggancio col San Raffaele . ciao, Varo . " A domanda risponde. News della settimana. " Venerdì, 28 Novembre 2008 Milano. Al San Raffaele, staminali per far ricrescere i nervi. Bioplastica per far ricrescere i nervi. Al San Raffaele di Milano nuovi materiali per fare da "guida" alle staminali per la rigenerazione. Un biopolimero potrebbe fare da guida per la ricrescita dei nervi, indotta dall'utilizzo di cellule staminali. È un progetto di ricerca che dà speranza a coloro che a causa di un incidente hanno perduto l'uso di uno o più arti e che entrerà nella sua fase II, clinica, a gennaio dopo aver superato la sperimentazione animale. È una delle tracce di ricerca di punta dell'Istituto di Neurologia Sperimentale ( Inspe ) che, fondato nel 2005 al San Raffaele di Milano, è entrato il 28 novembre nella sua autentica fase operativa con l' inaugurazione di oltre 1.200 metri quadrati di laboratori interamente dedicati alla ricerca di base e clinica per la terapia di malattie neurologiche gravi, come sclerosi multipla, ictus, traumi spinali e neuropatie periferiche. SUPPORTO CILINDRICO- "Finora - spiega il direttore Giancarlo Comi , che è anche responsabile del Dipartimento di Neurologia dell' istituto milanese - per cercar di far ricrescere il nervo spezzato si utilizzavano le vene che però hanno il difetto di essere vuote all'interno". Il nuovo supporto è un cilindretto di materiale biocompatibile (destinato a dissolversi), una sorta di bioplastica, attraverso cui gli scienziati cercheranno di far ricrescere il nervo utilizzando cellule staminali nervose con opportuni fattori di crescita. "Siamo pronti a partire a gennaio con una ventina di pazienti", dice Comi sottolineando che "questo tipo di ricerca traslazionale, basata sul rapido trasferimento al letto del malato dei risultati della ricerca di base, è possibile solo perchè c'è un grande ospedale come il San Raffaele alle spalle dell'Inspe, che è diventato oggi, coi nuovi laboratori e oltre 100 fra ricercatori e medici, uno dei maggiori centri ricerca europei interamente dedicati alle Neuroscienze". Anche grandi case farmaceutiche guardano all'Inspe, come Merck-Serono, interessata a sviluppare un programma di ricerche comune dedicato allo sviluppo di nuove strategie terapeutiche per la sclerosi multipla. GLI ALTRI PROGETTI - All'interno dell'Inspe si studiano anche la neurobiologia e la neuroimmunologia. Tra i progetti più avanzati, quello che prevede l'utilizzo di cellule staminali del cervello e strumenti di terapia genica per rigenerare il tessuto nervoso quando è colpito da malattie degenerative come sclerosi multipla, ictus cerebrale e traumi cerebrali e spinali accidentali. È presente anche un laboratorio di Neurogenetica, dotato anche di una modernissima apparecchiatura per lo screening dell' intero genoma umano. Inoltre, grazie all'utilizzo di tecniche di risonanza magnetica funzionale si studiano in vivo le cause e i meccanismi alla base delle malattie neurologiche. Completano le attività di ricerca dell'Inspe due laboratori interamente dedicati alla ricerca di base che si occupano di studiare le interazioni tra assoni e glia, strutture fondamentali del cervello, i meccanismi molecolari che regolano la mielinizzazione nel sistema nervoso centrale e periferico e la genetica molecolare del comportamento. Rif.: Corriere Milano. Al San Raffaele, staminali per far ricrescere i nervi. Rif.: ADUC Un biopolimero potrebbe fare da guida per la ricrescita dei nervi, indotta dall'utilizzo di cellule staminali. E' un progetto di ricerca che da' speranza a coloro che a causa di un incidente hanno perduto l'uso di uno o piu' arti e che entrera' nella sua fase II, clinica, a gennaio dopo aver superato la sperimentazione animale. E' uno dei progetti di punta dell'Istituto di Neurologia Sperimentale ( Inspe ) che, fondato nel 2005 al San Raffaele di Milano, entra oggi nella sua autentica fase operativa con l' inaugurazione di oltre 1.200 metri quadrati di laboratori interamente dedicati alla ricerca di base e clinica per la terapia di malattie neurologiche gravi, come sclerosi multipla, ictus, traumi spinali e neuropatie periferiche. 'Finora - spiega il direttore Giancarlo Comi , che e' anche responsabile del Dipartimento di Neurologia dell' istituto milanese - per cercar di far ricrescere il nervo spezzato si utilizzavano le vene che pero' hanno il difetto di essere vuote all'interno'. Il nuovo supporto, chiamato 'scaffold', e' un cilindretto di materiale biocompatibile (destinato a dissolversi), una sorta di bioplastica, attraverso cui gli scienziati cercheranno di far ricrescere il nervo utilizzando cellule staminali nervose con opportuni fattori di crescita. 'Siamo pronti a partire a gennaio con una ventina di pazienti', dice Comi sottolineando che 'questo tipo di ricerca traslazionale, basata sul rapido trasferimento al letto del malato dei risultati della ricerca di base, e' possibile solo perche' c'e' un grande ospedale come il San Raffaele alle spalle dell'Inspe, che e' diventato oggi, coi nuovi laboratori e oltre 100 fra ricercatori e medici, uno dei maggiori centri ricerca europei interamente dedicati alle Neuroscienze'. Anche grandi case farmaceutiche guardano all'Inspe, come Merck-Serono, interessata a sviluppare un programma di ricerche comune dedicato allo sviluppo di nuove strategie terapeutiche per la sclerosi multipla. Buonavita. nessun tag Scritto Venerdì, 28 Novembre 2008 alle 16:56 nella categoria Salute e benessere . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0 . Puoi lasciare un commento , o fare un trackback dal tuo sito. 26 commenti a "Milano. Al San Raffaele, staminali per far ricrescere i nervi." ho trovato l'argomento interessante anche perchè ho un familiare con atrofia del nervo ottico, desidererei avere informazione se c'è qualcosa da potere fare Postato Mercoledì, 10 Dicembre 2008 alle 17:58 da rosa giuseppa Salve, ma questo cilindretto biopolimero, sara messo per il lungo ? grazie luca Postato Mercoledì, 17 Dicembre 2008 alle 16:47 da Luka salve sono il papa' di un bimbo di 2 anni con leucodistrofia di pelizaeus merzbacher,vorrei sapere se li al san raffaele esista qualunque cosa da fare per mio figlio,sono disperato!grazie e buon anno a tutti Postato Mercoledì, 31 Dicembre 2008 alle 18:23 da vito affetto da neuropatia periferica sensitivo-motoria agli arti inferiori da dieci anni (fortunatamente con evoluzione lenta) Mi posso offrire per eventuali sperimentazioni? Grazie Buon anno a tutti Postato Lunedì, 5 Gennaio 2009 alle 12:13 da marella giovanni vorrei sapere se si puo' intervenire su un nervo ottico che non si è sviluppato dalla nascita . Grazie. Postato Mercoledì, 7 Gennaio 2009 alle 11:10 da moliterni g Vorrei sapere quali sono oggi le realiapplicazioni delle cellule staminali in pazienti che hanno subito danni cerebrali in seguito ad ictus. cordiali saluti a tutto lo staffà Postato Giovedì, 8 Gennaio 2009 alle 13:08 da chiara nencetti l'argomento è molto interessante da la possibilità di sperare a molte persone , sarebbe per me molto interessante avere notizie sull'uso delle cellule staminali nell'atrofia del nervo ottico Postato Venerdì, 9 Gennaio 2009 alle 14:58 da ROSA anche a me interessa sapere se c'e qualche novita sull'uso delle cellule staminali nell'atrofia del nervo ottico Grazie saluti Postato Giovedì, 22 Gennaio 2009 alle 02:08 da maurizio pipoli buongiorno a tutti, trovo la notizia molto interessante.Nel 2006 ho subito un intervento al nervo ottico sx, causa un tumore, il nervo è stato lesionato con conseguenza perdita della vista. Posso avere qualche speranza in Italia visto che si parla solo della Cina ?. Ringrazio anticipatamente. ( P.S ) Dio benedica tutti i Medici Postato Sabato, 24 Gennaio 2009 alle 11:58 da garau daniele Mi chiamo Ruggiero e sono amputato bilaterale agli arti inferiori sopra il ginocchio; sono convinto che la ricrescita completa degli arti inferiori è ancora un pò lontana, tuttavia nel mio caso specifico anche solo l'inserimento protesico del ginocchio supportato da un piccolo moncone mi permetterebbe una deambulazione certamente migliore rispetto a quella attuale. Ora vi chiedo è possibile tutto ciò? O siamo ancora molto lontani da quello che vi ho chiesto? Grazie. Postato Sabato, 24 Gennaio 2009 alle 20:13 da Ruggiero Claudio SALVE,SONO LA MAMMA DI MARCO ,26 ANNI,6 ANNI FA' LUI IN UN INCIDENTE HA AVUTO L'AVULSIONE DEL PLESSO BRACHIALE SX .HA SUBITO DIVERSI INTERVENTI AL C.T.O.DI TORINO ,MA ,SENZA RISULTATI APPREZZABILI.E' POSSIBILE SPERARE CHE CON LE STAMINALI POSSA RIPRENDERE LA FUNZIONALITA' DEL SUO BRACCIO? CHI POSSO CONTATTARE?A QUALE PROFF. RIVOLGERMI? VI RINGRAZIO .UNA MAMMA SPERANZOSA DANIELA TRAETTINO Postato Giovedì, 5 Febbraio 2009 alle 18:57 da daniela traettino dalla nascita afflitta da ipocausia neurosensoriele bilaterale grave.portatrice di protesi acustiche dall'eta' di quattro anni ora ho cinquant'anni ma soffro di continue dermatiti. sono interessata per evitare impianto cocleare.mia cognata incinta vuole donarmi cordone ombelicale e' possibile? Postato Lunedì, 9 Febbraio 2009 alle 14:09 da LUCIA MERCEDE mi associo a tutti coloro che hanno chiesto novità per il nervo ottico.mio marito da quasi 5 anni non vede per atrofia del nervo ottico a causa di un incidente stradale ,ma quando ci fate sapere? per voi la risposta è scontata ma per noi è importante sapere grazie!!!!!!! Postato Giovedì, 12 Febbraio 2009 alle 12:48 da francesca ciao a tuuti anche mia madre a perso la vista 5 anni fa ha i nervi ottici compromessi .perfavore qualcuno del san raffaele ci puo' aggiornare su questo progetto di ricerca per ricostruire il nervo ottico.ho letto che a gennaio iniziava l'esperimento su delle persone e' vero ?VOGLIAMO SOLO QUALCHE NOTIZIA GRAZIE. Postato Venerdì, 20 Febbraio 2009 alle 23:48 da pippo buon giorno a tutti. sono il papà di andrea bimbo di 5 anni affetto da spina bifida, sarei felice di esporvi il caso, poichè è particolare, nel senso che andrea deambula bene , parla , gioca, diciamo apparentemente normale, ma problemi con la vescica neurologica , perdite, e problemi per il controllo degli sfinteri. Sono molto interessato da queste novità poichè ritengo che un piccolo recupero sulla funzionalità spinale porterebbe ad andrea enormi vantaggi. grazie in anticipo. Postato Venerdì, 27 Febbraio 2009 alle 12:23 da sergio blesio salve vorrei sapere se tale tecnica di rigenerZIONE SI PUò APPLICARE ALLE LESIOI DEL NERVO OTTICO CAUSATE DA GLAUCOMA. PER FAVORE DATEMI QUALCHE NOTIZIA E UN MOTIVO PER SPERARE ANCORA Postato Domenica, 1 Marzo 2009 alle 10:52 da marian noi vogliamo le risposte, ma credo che pultroppo nessuno ci rispondera ,sembra che ci sia un grande tabu' per le staminali ,ma non perdiamo le speranze ,faccio tanti auguri a tutti Postato Martedì, 3 Marzo 2009 alle 23:44 da pippo a seguito di un ernia espulsa l5-s1 mi trovo da 2 anni con una sindrome della cauda equina che non mi permette piu' di urinare normalmente ma solo con l'ausilio di autocateterismo problemi gravi agli sfinteri anali e forti dolori nella zona perineale anale che non mi permettono di stare piu' di tanto in piedi. vorrei sapere per cortesia se questa tecnica puo essermi di aiuto.aspettando una vostra risposta se possibile ,un grande ringraziamento. sirio Postato Venerdì, 6 Marzo 2009 alle 00:45 da sirio quando vedremo i primi risultati sull'uomo? Postato Venerdì, 13 Marzo 2009 alle 00:37 da Mario si vede che voi ci vedete bene e ve ne fregate di noi tutti che aspettiamo con anzia le vostre notizie spero che un giorno qualcuno di coloro che ci ignorano e ci trattano come fantasmi possano provare cosa vuol dire il buio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Postato Lunedì, 16 Marzo 2009 alle 10:13 da francesca Salve, anche io vorrei sapere se si può intervenire sul nervo ottico che non si è sviluppato dalla nascita,ho un figlio di 16 anni che è affetto da questa patologia. Spero tanto si possa fare qualcosa. Vi ringrazio Nicoletta da Corigliano Calabro Postato Lunedì, 16 Marzo 2009 alle 11:22 da nicoletta dramisino salve vorrei sapere se le celule estaminali guariscono la tetraplegia perche o saputo che in china lo fano questo tipo di operacione lo fano Postato Martedì, 17 Marzo 2009 alle 16:19 da florim Salve mi chiamo Paola e ho una sorella, Laura, di 41 anni che 4 anni fà è stata investita attravensando la strada. Dopo 18 giorni di coma farmacologico, si è svegliata cieca e sorda dall'orrecchio destro. Purtroppo il trauma che ha subito, con apertura della scatola cranica, ha determinato un edema che si è infiltrato nel nervo ottico. Chiaramente soltanto al risveglio di mia sorella ci siamo accorti che non vedeva più. Successivamenete è stata sottoposta, dal prof. Stirpe, a sette interventi chirugici per cercare di distendere la retina che si era accartocciata. L'esito degli interventi è stato un recupero parziale (decisamente molto poco) della vista, soltanto al centro del campo visivo e con svariati punti di cecità (80% di cecità a tutti e due gli occhi). Tra l'altro purtroppo non ha più lacrimazione, pertanto è soggetta a continue abrasioni della cornea che certamente non aiutano quel minimo di campo visivo che le è rimasto. La vita di Laura è stata stravolta completamente e noi siamo alla ricerca di qualcuno o qualcosa che possa aiutarla a recuperare un pò di quella luce che oggi ha perso. Grazie e spero di cuore che qualcuno possa aiutarci. Paola Postato Venerdì, 24 Aprile 2009 alle 10:23 da Paola Saltalamacchia Caro sig. Felice, mi scuso se ho scritto su un blog non pertinente ma la ringrazio veramente di cuore per quello che fate in redazione per poter diffondere notizie che vanno oltre il grave problema delle lesioni del midollo. Grazie anche per le sue parole visto che oggi sembra che siamo tutti un pò troppo occupati per dare anche soltanto due semplici parole di conforto.. Grazie ancora. Paola Postato Lunedì, 27 Aprile 2009 alle 09:51 da Paola Saltalamacchia Sono sicura che la ricrescita di un arto inferiore è già possibile! Vorrei ricevere informazioni a riguardo e possibili contatti sia in Italia che all'estero! Grazie per la vostra attenzione. Postato Martedì, 5 Maggio 2009 alle 17:01 da Chiara che ci chiedete a fare di inviare un commento se poi nessuno ci calcola sembriamo tanti scemi che parlano da soli ma che dobbiamo fare per avere una risposta ? eventualmente se qualcuno della redazione ci può fornire un indirizzo mail delle persone che si occupano di queste sperimentazioni ne saremo grati fornisco a chiunque possa aiutarmi la mia mail (g.virdo@alice.it)ricordo che hò urgente bisogno di trovare un fattore di ricrescita per il nervo ottico per mio marito che è al buio da 5 lunghi anni e 2 bimbi aspettano ogni giorno che il loro papà guarisca per poter giocare con loro .grazie a chiunque mi fornirà inf. francesca orrico Postato Domenica, 24 Maggio 2009 alle 19:27 da francesca Scrivi un commento [Càmpo: author] Nome (obbligatorio) [Càmpo: email] Indirizzo mail (non sarà pubblicato) (obbligatorio) [Càmpo: url] Indirizzo sito web [Càmpo: comment] [Pulsànte: Invia il commento] [Càmpo: s] [Pulsànte: Cerca] Categorie Leggi e diritto Natura Religioni Salute e benessere Senza categoria Archivi Maggio 2009 Aprile 2009 Marzo 2009 Febbraio 2009 Gennaio 2009 Dicembre 2008 Novembre 2008 Ottobre 2008 Settembre 2008 Giugno 2008 Maggio 2008 Aprile 2008 Marzo 2008 Febbraio 2008 Gennaio 2008 Dicembre 2007 Novembre 2007 Fai di Kataweb la tua Homepage | Chi siamo | Scriveteci | Contatti | Rss/xml | Podcast | Pubblicità Copyright (c) 1999-2007 Elemedia S.p.A. Tutti i diritti riservati Gruppo Editoriale L'Espresso Spa - P.Iva 05703731009



INTERVIENE: maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/05/2009 17.54.54

LA SUA RISPOSTA: mette una certa tristezza, tutte queste persone che chiedono e sembra che nessuno risponda,ma questo forum che ci hai incollato dove si trova?Sembrano solo persone che scrivono per far conoscere il proprio problema senza che nessuno poi le consideri. Forse è privacy violata, sembra servire solo per mettere in piazza i propri drammi ,senza un'utilità pratica



INTERVIENE: varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/05/2009 22.21.09

LA SUA RISPOSTA: Al documento inserito ho tolto la parte iniziale per accorciarlo ,ma il resto è integro e nella parte finale ci sono i riferimenti per identificare la fonte che dovrebbe essere una testata giornalistica . Se alle domande corrispondono anche le risposte ,non so dirlo in quanto non conosco il sito . Io faccio le ricerche usando winguido nel quale sono attivi 5 diversi motori di ricerca ,a scelta . Le ricerche vengono fatte usando parole chiave ,tramite le quali si si avvicina ai testi . Il motore ci propone una serie di argomenti correlati con la chiave e ci permette la selezione di un argomento specifico . Non tutto posso leggere ,o per incompatibilità del formato ,o perché a volte si deve essere registrati ,come ,ad esempio nel sito di medici italia . La chiave che mi ha portato a questo testo è la seguente : san raffaele ,nervo ottico naturalmente posso modificare la chiave aggiungendo le parole :"retinite " "trial ",oppure una data o un nome ,ecc. Ci sono tante persone in cerca di risposte ? Siamo tutti senza risposte . I soli che dicono di avere avuto risposte positive sono quelli che sono stati in certi paesi come : Cuba ,Cina ,Baden Baden ,ecc. . Ora faccio una ipotesi che risponde al quesito riguardante i funzionamenti delle terapie : Mettono staminali di origine animale . La cosa funziona ,ma il sistema immunitario ,alla fine annulla i guadagni ,ma si ripete il trattamento e si torna a recuperare . Solo una ipotesi ma non tutto può essere spiegato in questo modo anche per il fatto che le terapie saranno diverse a seconda dei casi .Il fatto è che in certi paesi si rischia e in molti casi si vince mentre in altri si perde . Da noi ,invece si sta fermi . Avrò azzeccato ? Chi lo sa? Ciao ,Varo .



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 24/10/2010 10.00.16

LA SUA RISPOSTA: Avvicino questa discussione ferma da oltre un anno , allo scopo di presentarla a Giulia . Il tutto si riallaccia ad una discussione simile avviata da Patrizia . Anche quì, però, si giunge ad un punto morto , ovvero ad un punto dove le domande restano prive di risposte certe . Per mia natura intendo come risposta certa una risposta che non lasci niente da interpretare , come, ad esempio, una risposta verificata da organismi qualificati, o da testimonianze attendibili . In questo caso ci sono dei silenzi i quali possono essere interpretati, ma che non costituiscono prove .Cosa fare ?Di certo non possiamo fidarci di affermazioni senza possibilità di riscontri , ma non possiamo nemmeno negare senza prove . La medicina non è solo quella ufficiale ,ma dove non ci siano garanzie si deve mettere moltissima prudenza . Allora? Allora si sollecita chi avesse in mano dei dati controllabili, li porti a conoscenza e, chi possa fare accertamenti lo faccia per il vbene di tutti e per aiutare la verità . Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 26/10/2010 21.26.50

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti,sono maria, sono una mamma ed una nonna di 51 anni. vorrei che qualcuno mi aiutasse nel risolvere il mio problema, anche se so che nn sarà mai al 100%, ma almeno in parte. Ho subito un intervento di glaucoma scomposto ad angolo aperto, ho perso quasi del tutto l'occhio destro, ed il sinistro peggiora giorno dopo giorno, ho sempre una nebbia fitta davanti agli occhi, vorrei sapere se c'è qualcuno che può aiutarmi a risolvere in parte il mio problema. aspetto una risposta, grazie tutti



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 27/10/2010 12.07.32

LA SUA RISPOSTA: Ciao Maria , se hai letto anche altre discussioni , dovresti avere notato che in questo forum non ci sono medici e nessuno di noi che partecipiamo abbiamo sufficienti conoscenze mediche : facciamo ricerche su internet e le diffondiamo , poi facciamo commenti , diciamo , da incompetenti . Probabilmente ti servirebbero testimonianze di persone che abbiano risolto un loro problema simile al tuo e, nel caso che ce ne siano mi unisco al tuo appello e forniscano le loro essperienze . Per una mia opinione personale tutta da controllare , penserei che , a seguito del trattamento , potrebbe essere insorta una cataratta e, in questo caso avresti buone possibilità di recuperare . Se, però il problema dovesse interessare la retina , allora penso che dovresti correre subito ad un centro importante come il San Raffaele . Ma scegliendo una forma di contatto veloce come un appuntamento privato a pagamento , altrimenti ti darebbero un appuntamento troppo lontano nel tempo . Trattandosi di postumi da trattamento per il glaucoma , potresti anche tentare un contatto col Santa chiara di Pisa per vedere se i nuovi studi in corso possono servirti . Leggi gli ultimi post sulle notizie trovate in rete . Ma ti esorto anche a tenere presente che molto di quanto trovi nel forum rappresenta opinioni espresse dagli autori dei vari fpost e, quindi scarsamente attendibili , per motivi che non posso approfondire in questa sircostanza . Con la speranza di esserti stato utile, ti saluto , varo



INTERVIENE: Ulisse
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 28/10/2010 0.04.40

LA SUA RISPOSTA: Le opinioni, in quanto opinioni, non sono e non possono essere più o meno attendibili, ma solo punti di vista. Il racconto di fatti, o le informazioni, possono essere più o meno attendibili. Per Maria, riporto di seguito delle informazioni forse utili anche se non ne garantisco l'attendibilità in quanto prese dalla rete. A Pisa, Clinica Oculistica Universitaria – Complesso Ospedaliero “Santa Chiara” Responsabile - Prof. M. Nardi. Ambulatori: Glaucoma, Cornea - Prenotazione dal lunedì al venerdì 10.00-12.00: tel. 050992588; Pediatrico, refrattiva e film lacrimale - Prenotazione CUP: tel. 050993565. Per prenotare gli esami e le visite nei seguenti servizi telefonare dal lunedì al venerdì al CUP: tel. 050993565 - Chirurgia: degli Annessi (cisti, calazi, neoformazioni palpebrali, pterigio ), del Segmento Anteriore ( diagnostica e trattamento chirurgico delle malattie della cornea e del cristallino; chirurgia della cataratta eseguita anche con la tecnica della facoemulsificazione mediante ultrasuoni; interventi di cheratoplastica - trapianto di cornea - sia perforante che lamellare; interventi chirurgici per il glaucoma - trabeculectomia e sclerectomia profonda ), dei Muscoli extraoculari ( interventi per la correzione dei difetti di motilità oculare ), Refrattiva ( trattamento della miopia, ipermetropia e astigmatismo – Esecuzione dei seguenti interventi: cheratectomia fotorefrattiva (PRK), cheratectomia fototerapeutica (PTK), cheratomileusi in situ con laser ad eccimeri (LASIK), impianto di lenti intraoculari, incisioni arcuate sulla cornea a scopo rifrattivo – tel. 050993565 – Fax. 050992179 ) - Studio del Campo Visivo ( diagnostica delle affezioni visive, tra cui glaucoma, malattie neurologiche e retinopatie ); Servizio di Perimetria – Tel. 050992435 - Ecografia oculare: orbitaria, con tecnica a contatto e ad immersione, in B scan, A-scan Standardizzato e A-scan lineare per misurazioni biometriche; è disposizione l'ultrabiomicroscopio (UBM) - Fluoroangiografia e Contattologia. Prenotazione esami e visite nei seguenti servizi: Elettrofisiologia: Esami eseguiti ( elettrooculogramma (EOG), elettroretinogramma (ERG), elettroretinogramma da pattern (PERG), potenziali visivi evocati da stimolo flash (Flash VECP) e potenziali visivi evocati da stimolo pattern ) – Monitoraggio dei pazienti con affezioni retiniche ereditarie, con melanomi della coroide, trattati con clorochina o idrossiclorochina o affetti da retinopatia diabetica – Tel. 050992595 ( anche per il Servizio di Ipovisione, Angiologia, Laser Argon e Yag - Ecografia ). Prenotazione visite entramoenia: tel. 050553431 A Bologna, Presidio Ospedaliero “Bellaria Maggiore”, Largo Nigrisoli, 2 – 40133 Bologna. Unità Operativa di Oculistica: diagnosi e terapia delle patologie mediche e chirurgiche del bulbo oculare e degli annessi: tel. 0516478111 ( Centralino ) Patologie trattate: cataratta, glaucoma, palpebre vie lacrimali, degenerazione maculare, trapianto di cornea distacco di retina, retinopatia diabetica, chirurgia rifrattiva ( laser - miopia, ipermetropia ed astigmatismo ), traumi oculari - Esecuzione di Terapia Fotodinamica. Ambulatorio: tel. 0516478397 ( Ambulatorio visite )/ 0516478116 ( Ambulatorio P.S. )/ 0516478272 ( Ambulatorio Laser e Fluorangiografie )/ 0516478353 ( Ambulatorio Ortottica )/ 848884888 ( CUP Bologna 2000 ). Reparto: chirurgia del segmento posteriore ( distacco della retina, vitreoctomia ), trapianto di cornea, chirurgia pediatrica ( cataratta congenita, strabismo, retinopatia del prematuro, glaucoma congenito ) e altre patologia complesse non diagnosticabili ambulatorialmente o in attività di Day Hospital – Recapiti: tel. 0516478035 ( segreteria per prenotazione ricovero dal lunedì al venerdì 11.00-13.00 )/ 0516478608 ( caposala ). Day Hospital: interventi di cataratta, glaucoma, chirurgia lamellare corneale, diagnosi e trattamento delle patologie oculari mediche ( vascolari, infiammatorie, ecc.) – Recapiti: tel. 051.6478608 ( caposala )/ 051.6478654 ( Ambulatorio di Day Hospital). Sempre a Bologna, Ospedale S. Orsola-Malpighi, Via Massarenti, 9 – 40138 Bologna. Dipartimento Neurosensomotorio ( Ambulatorio, Degenza, Day Hospital) - Servizi ambulatoriali: Visite oculistiche complete, controlli: tel. 0516363686 ( Informazioni: dal lunedì al sabato 7.30-13.00 )/ 848884888 ( C.U.P.: dal lunedì al venerdì 8.30-17.00; sabato 8.30-12.30 ) - Ambulatorio Glaucoma – Attività: test per la diagnosi precoce di glaucoma, monitoraggio dei pazienti sottoposti a terapia farmacologica cronica, monitoraggio del follow-up post operatorio dei pazienti sottoposti a trattamento chirurgico: tel. 0516363686 ( Informazioni: dal lunedì al sabato 7.30-13.00 ) - Ambulatorio pseudofachia: controllo pazienti operati di intervento di cataratta ed impianto di cristallino artificiale nel follow-up post-operatorio per un periodo massimo di tre mesi: tel. 0516363686 ( Informazioni: dal lunedì al sabato 7.30-13.00). Ambulatorio patologia vitro-retinica: tel. 0516364583 ( Informazioni: dal lunedì al venerdì 10.00-13.00 ) - Ambulatorio patologia superficie oculare e contattologia: tel. 0516364646 ( Prenotazione dal lunedì al venerdì 8.30-13.00 ) - Ambulatorio di ortottica e pleottica: attività diagnostica e terapeutica della patologia correlata all’oculomozione ed all’equilibrio muscolare oculo- estrinseco: tel. 0516364585 ( Segreteria: dal lunedì al venerdì 11.00-12.30 )/ 848884888 ( C.U.P.: dal lunedì al venerdì 8.30-17.00; sabato 8.30- 12.30). Servizi di diagnostica strumentale: Fluorangiografia retinica ( FAG e ICG ), Campimetria, Ecografia, Eco-color doppler: tel. 0516363686 ( Informazioni: dal lunedì al venerdì 7.30-12.30 )/ 848884888 ( C.U.P.: dal lunedì al venerdì 8.30-17.00; sabato 8.30-12.30 ) - Elettrofisiologia – ERG (Elettroretinogramma), PERG (Pattern elettroretinografico), PEV (Potenziali evocati visivi) anche in pattern reversal, EOG (Elettrooculogramma): tel. 0516364613 ( Segreteria: dal lunedì al venerdì 8.00-13.00 )/ 848884888 ( C.U.P.: dal lunedì al venerdì 8.30-17.00; sabato 8.30- 12.30 ) - Laser – Laser multibanda, YAG laser, laser a Diodi con sonde per endolaser e per trattamenti transclerali, esecuzione delle metodiche del trattamento della retina, dell'iride e dei glaucomi primari (compresa la cicloanemizzazione), vitreolisi anteriore e capsulotomie: tel. 0516363686 ( Informazioni: dal lunedì al sabato 7.30-13.00 )/ 0516364583 ( Prenotazioni). Reparto Degenza Oculistica II - Informazioni e prenotazioni dal lunedì al venerdì 11.00-13.00: tel. 0516364618. Day Hospital Chirurgico – Cataratta senile, glaucoma dell’adulto, impianto secondario di LIO, ptosi palpebrale, patologie vie lacrimali, astigmatismi post chirurgici – tel. 0516364589 ( Informazioni: dal lunedì al venerdì 10.30-14.00 )/ 0516364589 (Prenotazioni: dal lunedì al venerdì 10.30-14.00). Informazioni: tel. 0516363111interno 4676 ( 8.00-20.00 ) interno 4587 ( 20.00-8.00). A Milano, Ospedale San Raffaele, Via Olgettina, 48 – 20100 Milano. Dipartimento di Oftalmologia e Scienze della Visione - Servizio di: Neuroftalmologia, oftalmologia generale e d’emergenza, pediatrica, strabologica e malattie genetiche oculari, oncologia oculare, perimetria computerizzata, vasculopatie oculari e retinopatia diabetica, anestesiologia, angiografia retinica, ecografia oculare, elettrofisiologia, centro per lo studio del glaucoma; chirurgia: del segmento anteriore, orbitaria, delle palpebre e del volto, plastica e ricostruttiva palpebrale, rifrattiva e topografia corneale, vitreoretinica, contattologia e ipovisione; immunopatologie e malattie oculari in corso di aids, centro delle maculopatie. Tecnologie applicate: laser ad eccimeri e ad olmio; Indagini diagnostiche: topografia corneale, microscopia endoteliale. Recapiti: tel. 0226432204 ( prenotazione )/ 0226432171 ( ambulatorio )/ 0226433598 ( reparto ).



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 01/11/2010 23.42.43

LA SUA RISPOSTA: Circa la attendibilità delle opinioni , riferendomi a quanto scritto nel mio post precedente ,si deve intendere che nel forum appaiono delle affermazioni che sono espresse come cose esatte, mentre ,invece , sono interpretazioni e, come tali sono opinioni . Da quì ho detto che molte opinioni non sono attendibili . La complessità della lingua italiana è tale che è quasi impossibile sintetizzare senza incorrere in imprecisioni letterarie e, comunque, su ogni frase si potrebbero fare molte interpretazioni diverse . A Maria vorrei consigliare di farsi chiarire la posizione della oncomodulina , ovvero, chiarire come sia possibile che a Baden Baden si usi questa proteina sull'uomo, quando negli studi a Boston è, secondo recenti informazioni , sempre a livello animale . Io avevo fatto una domanda su Baden Baden ad un professore romano ospite in una trasmissione on line organizzata dalla uic ,Ma in quella trasmissione fu fatta una manovra con la quale fu aggirata la mia domanda e il professore non rispose . Questi sono dettagli che impediscono il chiarimento sulle cose ambigue .Cosicchè siamo lasciati soli a interpretare . Penso che Maria , chiariti alcuni aspetti sulla sicurezza, debba scegliere secondo il suo istinto. Varo.



INTERVIENE: Mario
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 08/11/2010 11.52.19

LA SUA RISPOSTA: ciao Patrizia come mai non sei rientrato nella discussione era importante darci le impressioni e landamento di tuo marito se la vista e sempre sufficente alla cura di Manden Maden anchio sono interessato a quella cura se sei cosi gentile per riferire come stà tuo marito auguri



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 08/11/2010 15.37.26

LA SUA RISPOSTA: Vorrei lasciare un messaggio a Maria: dal momento che dice di avere contattato la signora Patrizia , potrebbe ricontattarla per pregarla di leggere il forum nellospazio delle discussioni aperte da lei, e cerchi di chiarire i dubbi sorti a causa della sua assenza . Sarebbe cosa utile anche nel caso che non avesse buone notizie da darci ,dal momento che potremmo capire certe problematiche e certi meccanismi . Ciao, Varo .



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 08/11/2010 20.24.12

LA SUA RISPOSTA: Ciao tutti, anche i aspetto ancora una sua chiamata perchè mi disse che sarebbe uscito un nuovo prodotto x il glaucoma, ma fino adesso non mi ha richiamato più. Proverò a ricontattarla e vi terrò informati A presto ; )



INTERVIENE: Mario
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 11/11/2010 12.07.19

LA SUA RISPOSTA: salve Maria ai potuto contattare Patrizia per sapèere ualcosa oppure non si fa sentire e non da delle buone notizie ai nemmeno avuto il collidio che ti doveva mandare speriamo che ti dia noizie nemmeno +- +



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 16/11/2010 9.32.36

LA SUA RISPOSTA: Ciao Maria, non mi sono dimenticato di te . Mi sono messo a fare ricerche nel settore delle staminali amimali, allo scopo di trovare cenni sulle problematiche nei confronti della salute umana e dei rischi . Trovo difficoltà nel reperire le informazioni, anche se sulle staminali animali si trovano molti accenni .Questa è una situazione dove sarebbe stato utile poterci confrontare con un medico in grado di riferire cose accertate e non solo ipotizzate . Inviterei Marco e Fabio a fare ricerche in questo senso , ma l'invito è rivolto anche a tutti coloro che sanno fare ricerche su internet: si deve capire, a mio avviso, non se le cellule staminali di origine animale funzionano o meno , ma se presentano rischi per la salute . Certo che i silenzi di Patrizia non tranquillizzano . Potrebbe dirci se suo marito ha usato la oncomodulina o le staminali di origine animale . Almeno questo lo deve sapere . Comunque mi domando per quale motivo la si trova per avere i contatti , ma non quando si chiedono informazioni su risultati e rischi . Io, Maria , vorrei andare con le idee chiare , chiarite da persone affidabili Suggerisco di fare una domanda specifica all'esperto di atri risponde, chiedendo notizie accertate e non ipotizzate. Insisto sempre nel distinguere tra cose accertate e cose ipotizzate . Allora, amici ,cercate una risposta al quesito : servirà a tutti. Ciao, Varo . Ps. Avevo trovato un documento interessante , ma non riesco a maneggiarlo perchè mi manda in errore il computer ed ho dovuto cancellarlo . Suggerimento : fare ricerche usando parole chiave con la presenza di parole come : rischio salute . staminali origine animale , ecc.



INTERVIENE: Mario
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 16/11/2010 12.58.01

LA SUA RISPOSTA: ciao Maria o sentito che ai preso l'appuntamento a Baden come ai fatto ai mandato delle cartelle al dottore e ti a detto che sei compatibile con quelle cure ti eri gia ingormata ui in italia se uelle cure sono adatte te vai per farti visitare oppure fai gia la cura ti auguro buona fortuna Maria



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 23/11/2010 10.52.31

LA SUA RISPOSTA: Per Francesca : in realtà, in questa discussione appare il nome di Francesco e non di Francesca , nel post del 29 5 del 2009 : Stessa persona? Comunque chiederei a Francesca di informarci via via sulla evoluzione dei fatti , in modo che gli interessati possano capire cosa avviene . Sarebbe interessante anche sapere se lì a Baden Baden, conoscono Patrizia . In bocca al lupo, Framcesca ! Varo.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 23/11/2010 14.36.43

LA SUA RISPOSTA: Per Francesca e per altri : Ho fatto controlli per accertare la veridicità del nome di Francesca : Risultato : Francesca ha detto il vero , però il suo nome si trova in un'altra discussione che ha lo stesso titolo di questa . La data è del 9 9 2010 . Allora mi scuso con Francesca per il mio dubbio e rinnovo a lei i miei auguri e la richiesta di tenerci imformati sul tipo di trattamento Aggiungo , come piccolo consiglio, di farsi dire se ci sono rischi per la salute . Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 23/11/2010 14.49.39

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti! Ciao Francesaca, io parto il 6 dicembre x baden baden x la cura di due settimane, x favore tienici info! in bocca al lupo



INTERVIENE: Alessandra S.
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 23/11/2010 15.21.04

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti. Avrei una domanda e mi scuso fin d'ora se avete già specificato questa cosa.. MAria, da quanto tempo il tuo nervo ottico è atrofizzato ? Francesca, posso fare la stessa domanda relativamente a tua mamma ? grazie!



INTERVIENE: Paolo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 23/11/2010 17.01.30

LA SUA RISPOSTA: Aiuto. Ho letto le vostre mail e mi sono incuriosito anche all'oncomodulina. Sono affetto da ormai 34 anni da atrofia del nervo ottico e vorrei capire se ci può essere qualcosa che pèossa migliorare il mio stato visivo... Grazie amici P.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 23/11/2010 23.31.23

LA SUA RISPOSTA: Caro Paolo, la oncomodulina è una proteina che concorre anche alla riparazione del nervo ottico . Quesste sue proprietà sono state scoperte a Boston circa 4 anni fa , ma gli studi in questo campo sono anch'ora su cavie animali e, almeno a Boston,, siamo sempre nella fase di sperimentazione : per le informazioni che ho . Per questo ci vuole cautela nell'accettare altre interpretazioni . Il fatto è che i meccanismi biologici negli esseri viventi , sono complessi e predefiniti . Gli studiosi ci lavorano sopra e, per questo motivo si nutrono speranze . Però i tempi sono indefinibili ai fini dei risultati Comunque noi ci riferiamo al mondo della medicina ufficiale , perchè la medicina ufficiale usa protocolli meticolosi a tutela della salute che, però porta a tempi lunghissimi . Il resto del mondo è fuori controllo . In questo forum la sola testimonianza di successi è quella della signora Patrizia che lascia spazio ad ogni tipo di ipotesi e di interpretazioni . Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 26/11/2010 17.00.41

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti!Cara Alessandra, la mia atrofia è dal 2004, io il 6 inizio le terapie a baden baden e spero di risolvere qlc, nn ho nulla da perdere ormai!



INTERVIENE: Francesca
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 26/11/2010 17.45.51

LA SUA RISPOSTA: Ciao!!!Per Alessandra, mia madre e' da un anno e mezzo che non ci vede completamente, neanche le ombre...quindi anche noi non abbiamo nulla da perdere e proviamo questa cura. Per Varo e tutti gli altri,la cura consiste in cellule staminali e cure omeopatiche, lei fa 5 punture al giono e 2 x endovena la settimana che prevedono il lavaggio del sngue con l'ozono. Ci sono persone che risolvono in generale e altre no...almeno noi ci proviamo. Mi hanno detto che nel 2008 il marito di una signora ha risolto la seconda volta che veniva qui, lui era della Sicilia...ma non sanno il nome...a presto...Francesca



INTERVIENE: Alessandra S.
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/11/2010 14.08.21

LA SUA RISPOSTA: Maria, Francesca, grazie! cosa dirvi ??? IN BOCCA AL LUPISSIMO!!!!! spero di convincere mio padre... come giustamente dite voi "non avete nulla da perdere" !! a presto !



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 05/12/2010 12.56.03

LA SUA RISPOSTA: Un saluto a tutti....sono in viaggio x baden baden



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 05/12/2010 14.26.42

LA SUA RISPOSTA: In bocca al lupo Maria ! Se vuoi farci un servizio utile , potresti appuntare le evoluzioni , prendere note , poi ,riferire obiettivamente , qualsiasi cosa accada . Comunque fatti informare bene sulle aspettative e su i possibili rischi , in modo che si possa sapere se le vie alternative sono valide oppure no . Un abbraccio, Varo.,



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 05/12/2010 16.55.32

LA SUA RISPOSTA: Certo !!!!A presto : )



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 05/12/2010 17.10.01

LA SUA RISPOSTA: io starei molto attenta alla frase "non abbiamo niente da perdere" bisogna informarsi bene a volte c'è molto da perdere,attenzione ai tumori e alle infezioni incontrollabili,attenzione ad ictus,e ad infiamazioni e a reazioni autoimmuni,informarsi bene su cosa ci viene iniettato,attenzione che ci sia qualcuno che ci possa proteggere anche in un paese straniero, attenzione a ciò che vi fanno firmare per scaricare delle responsabilità.Anche se ritengo che si corrano sempre dei rischi con qualsiasi trattamento sia ufficiale che alternativo ,l'importante aver ben presente i rischi.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 05/12/2010 18.24.06

LA SUA RISPOSTA: Sono d'accordo, Maddalena . Tuttavia i rischi sono insiti in qualsiasi intervento e trattamento medico , di qualsiasi genere . L'accettazione o meno dei rischi, comunque , dipende anche da quali alternative esistono e dalla importanza di ciò che è in gioco . Semmai si deve essere sicuri di avere a che fare con strutture serie ed affidabili che usino farmaci veri,approvati nel paese e non placebo . Perchè da questo derivano le garanzie . Poi ,all'atto pratico si può perdere la vita anche per un antibiotico che ha salvato milioni di persone , come accadde alla figlioletta di una mia cugina . Le storie di persone come noi sono, spesso ,tormentate da dubbi, angosce, paure , rischi e le certezze che non ci sono alternative. Poi , dopo rinunce, si vive male per i dubbi di avere perduto le occasioni , o, dopo avere sbagliato, ci pentiamo di avere osato . Maddalena , ti rendi conto di come è la vita di chi ha perduto la vista ? Beati coloro che non hanno il problema ! A Maria: di nuovo : in bocca al lupo: sono sicuro che saprai stare vigile . Ultimo consiglio: fatti chiarire la loro diagnosi e come la ottengono .Almeno una ragionevole sicurezza devono poterla garantire, e, sottolineo : ragionevole . Perchè l'assoluto non può garantirlo nnessuno . Ciao, Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 22/12/2010 16.43.24

LA SUA RISPOSTA: Varo, praticamente il primo giorno mi ha fatto le analisi di routine: sangue, urine e saliva e poi la diaqgnosi è stata la stessa che mi hanno fatto qui in Italia: atrofia del nervo ottico.



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 22/12/2010 18.06.05

LA SUA RISPOSTA: come hai fatto per la lingua tedesca ,i medici parlano italiano? Ma la maggioranza dei pazienti di che nazionalità è?



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 22/12/2010 18.15.00

LA SUA RISPOSTA: Cara Maria,ti ringrazio per avere dato seguito alla promessa di informarci .Da' una certa emozione sentire che si sono riaperte le speranze sulla base di un risultato . Ovviamente se le cose funzionano sarà gradualmente e noi siamo interessati a seguire le evoluzioni anche future . Certo che vorremmo saperne di più di queste cellule staminali di origine bovina , perchè si lotta sempre con il timore che queste cose siano pericolose . Io avevo fatto ricerche per controllare quali rischi ci fossero , ma non ero stato capace di trovare le risposte . Una domanda sarebbe quella per sapere se il trattamento deve essere ripetuto ,o se non ci sia bisogno di ripeterlo . Ma interesserebbe anche sapere in quale modo vengono iniettate le staminali , se in vena o nel nervo ottico . Certo che sarebbe interessante sapere anche per quale motivo in Italia non si possano fare questi trattamenti . Però non sei tu a dover dare questo tipo di risposte . Facci sapere il più possibile anche perchè , come hai notato, ci sono molte persone che hanno problemi simili ai tuoi , Vincenzo , ad esempio.Ed i medici hanno detto se ci sono rischi particolari? Ci conto e ti saluto, Varo.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 22/12/2010 18.24.13

LA SUA RISPOSTA: Per Maddalena,in attesa che le risponda Maria : Mi pare di avere sentito che i medici di Baden baden sono italiani e sono molto cordiali. Mi piacerebbe sentire anche Francesca . Ciao. Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 25/12/2010 22.11.47

LA SUA RISPOSTA: Ciao e b nastale a tutti! La staminali sono iniettate intramuscolo, non si ha il rigetto perchè sono prive di albumina per cui la cellulla se funziona, qnd è attiva, fa il suo percorso ed aiuta il nostro organismo, altrimenti muore all'interno del nostro corpo.Per cui rischi particolari non ci sono. Per quanto riguarda i medici, sono tedeschi, parlano italiano, ma nn perfettamente. Colgo l'occasione per richiamre l'attenzione di Paola, che ho incontrato a baden baden, ed ha contattato Patrizia tramite questo forum, x cui se leggi questo messaggio, ti invito a trascrivere anche la tua esperienza qui, Maria(Napoli)



INTERVIENE: Stefano
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 26/12/2010 0.28.18

LA SUA RISPOSTA: Per Maria: sai se a Baden Baden fanno terapie per combattere il diabete di tipo 2?



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 27/12/2010 17.23.38

LA SUA RISPOSTA: Ciao Maria, . Nel primo post di questa discussione ,Patrizia dice che i medici sono italiani . Tuttavia sono anche passati oltre due anni e le cose possono essere cambiate .Anche io sollecito Paola , ma anche tutti coloro che abbiano avuto il trattamento di Baden Baden ,a riferire delle loro esperienze . Da particolari estranei al forum ricavo i sospetti che le cellule staminali impiantate possono avere vita breve , per cui sarebbe utile sentire quali esperienze abbiano avuto le persone trattate in passato .Ciao, Varo.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 31/12/2010 9.29.36

LA SUA RISPOSTA: Ciao Maria, intanto ,da parte mia , ricambio gli auguri per un buon anno nuovo . A riguardo del trattamento che hai subito , resto con diversi interrogativi . Al momento non so cosa pensare perchè siamo oltre le mie conoscenze : mi domando quanto possa essere efficace un trattamento sistemico. Ecco che sarebbe stato importante girare le domande ad un medico che, però, quì non esiste .Poi sarebbe da capire se i risultati che emergono sono dovuti alle staminali , o alla ozonoterapia, o ad entrambe le cose . Anche quì ci sarebbe voluto un medico : questo non c'è , ma spero che tra i lettori ci sia qualcuno competente per specifiche conoscenze . Per queste ragioni sarebbe auspicabile che si facessero vive le persone che sono state trattate in passato perchè sarebbe possibile riunire le varie esperienze e controllare cosa accada nel tempo . Allora si invitano nuovamente le persone trattate a farsi vive per dare il loro contributo per accertare almeno in senso statistico . Di nuovo : Buon anno a Maria e a coloro che ci sono amici . Varo.



INTERVIENE: Stefano
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 03/01/2011 15.42.34

LA SUA RISPOSTA: Patrizia, buonasera! Hai un indirizzo di questo centro? mi hanno diagnosticato un'ischemia al nervo ottico, ed ho quasi perso un occhio! GRAZIE stefano



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 04/01/2011 16.19.47

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti. io credo che il mio migliarametno sia dovuto sia alle staminali che al trattamento. ribadisco che sono dei cicli da ripetere nel tempo, ma io sono disposta a farlo, perchè finalmente dopo anni di cure qui in italia, ho trovato un piccolossimo miglioramento. Per stefano posso dirti che il nome della clincia è Cell Vital Center, Lange Strasse 72



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 04/01/2011 16.20.28

LA SUA RISPOSTA: ....scusa ho dimenticato Baden Baden, Germania



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 04/01/2011 17.37.58

LA SUA RISPOSTA: Cara Maria, ti abbiamo conosciuta come persona in cerca di una speranza , sei partita sapendo di correre rischi . Torni contenta di avere osato . Io non so cosa dire , ma, intanto rappresenti una testimonianza da ricollegare al post di Emma: " ma io sono scettica ". Spero che continuerai a darci notizie anche perchè ho amici che hanno il tuo problema e non sanno cosa decidere . Ciao, Varo .



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 08/01/2011 16.46.15

LA SUA RISPOSTA: Un bacio ed un augurio a tutti, a presto!



INTERVIENE: Alessandra S.
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 10/01/2011 10.57.28

LA SUA RISPOSTA: Maria, sono contenta di aver letto che è andato tutto bene!! Buon anno a tutti.. Devo cominciare a considerare questa opportunità per mio papà... grazie ancora a tutti voi.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 19/01/2011 17.41.07

LA SUA RISPOSTA: Ciao Alessandra, scusa ma tuo padre precisamente cos à? di dove sei? un saluto



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 14/02/2011 22.33.52

LA SUA RISPOSTA: ehi, ma nn c'è più nessuno?



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/02/2011 12.36.16

LA SUA RISPOSTA: Ciao Maria , per quanto mi riguarda , tra cancellazioni di post e di discussioni , mancate risposte , rischi di fare figuracce , disallineamento di interessi ecc., gli allontanamenti sono una logica conseguenza . Comunque molti si aspetterebbero anche da te maggiori informazioni : avrai notato che ci sono persone che mostrano scetticismo verso i trattamenti eseguiti a Baden baden . ... Le testimonianze servirebbero a fare chiarezza in materia e la cosa sarebbe interessante per il grande numero di persone affette da atrofia del nervo ottico .Perchè non rispondi a coloro che mostrano scetticismo ? Non è per me , perchè io ho un problema gravissimo , ma di altro genere . Ciao, Varo .



INTERVIENE: Alessandra S.
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 04/03/2011 15.55.42

LA SUA RISPOSTA: Ciao Maria!! ciao a tutti.. sono felicissima di leggere che stai bene e che soprattutto hai notato un miglioramento. Scusa se non ti ho risposto prima. A mio papà, a seguito di un glaucoma, è stata diagnosticata l'atrofia del nervo ottico. Purtroppo lui è diabetico e quindi piano piano anche l'occhio "buono" è in sofferenza. Mi piacerebbe provare questa strada, quando ho accennato questa cosa all'oculista che lo ha in cura, lui ha fatto finta di non sentire e poi ha farfugliato qualcosa.. non ho insistito perchè era presente mio papà. Facci sapere. Un abbraccio. Alessandra



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 04/03/2011 17.46.53

LA SUA RISPOSTA: Sentite: io avevo cercato di fare domande ai ricercatori che, ieri, erano convenuti alla trasmissione :"indiretta" ,curata dalla uic, allo scopo di avere pareri qualificati, sul tema delle staminali di origine animale , come potete leggere nel post che ho inserito nella discussione : " argomento importante " creata da Maddalena . Purtroppo il mio messaggio , giunto integro nel forum ,è giunto solo in parte alla redazione di quella trasmissione . Per conseguenza, non ci sono state risposte specifiche. Tuttavia , a seguito di domande poste da altri e su altri temi , i ricercatori hanno espresso contrarietà verso trattamenti fatti in paesi dove si promettono grandi risultati e non allineati alla nostra medicina ufficiale . E' stato un vero peccato, perchè avremmo avuto un parere autorevole su domande precise . Adesso si rimane nella situazione in cui ci sono persone che si sono sottoposte a terapie discusse , e sono contente , mentre ,dall'altra parte si interpreta che i nostri ricercatori abbiano espresso pareri contrari . E la cosa è vera , ma in parte, perchè le domande sono simili, ma diverse . Mi riferisco alle domande fatte da me e quelle che sono state oggetto di risposte . Io non mi sento di prendere posizioni , ma spero fortemente che anche le terapie di altri paesi abbiano i loro valori . Per risolvere il rebus , tuttavia, non basterebbe la risposta ad una domanda , ma ci vorrebbe un dibattito ed un contradditorio che possa mettere a fuoco tutte le osservazioni e le risultanze scientifiche . Comunque, Maria, tienci informati : sarebbe bello che si potesse avere speranze concrete e non solo la prospettiva di restare ciechi per sempre . Ciao, Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 07/03/2011 22.31.20

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti! Che bello sentirvi! Ieri ho iniziato la nuova cura del dott.sommer e poi dovrò risalire a baden baden x rifare la cura di cellule staminali e l'ozono terapia. Cmq se volete porre domande più precise posso lascirvi l'indirizzo mail del dott. sommer



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 08/03/2011 9.52.52

LA SUA RISPOSTA: Ciao Maria, mi sto domandando se leggi il forum al di fuori di questa discussione. Perchè non comprendo come tu possa ignorare quella avviata da Maddalena e intitolata :" argomento interessante radio uici". In quella discussione , Maddalena esprime scetticismo aperto verso le terapie di Baden baden , sulle staminali di origine animale ,ecc. . Poi ha il sospetto che le testimonianze apparse nel forum siano da parte di nomi di fantasia e che, alla fine,i risultati che vengono descritti siano minimi e, comunque,non superiori a quelli che possono dare dei placebo ... Se vuoi, Maria ,leggi quella discussione e prova a chiarire tu i dubbi che non posso chiarire io per non avere vissuto l'esperienza .Poi conosci altri che abbiano ottenuto buoni risultati ? Ciao, Varo



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 13/03/2011 21.06.42

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti! In particolare un caro saluto a Varo.Ho letto alcuni dei post delle precedneti discussioni e come già scritto in precedenza, mi sn iscritta a questo forum al solo scopo di scambiare informazioni, vissuti e stati d'animo con persone che condividono il mio stesso problema. Sinceramente mi interessa poco che alcune persone possano considerare nn attendibile la mia testimonianza o le cure di baden-baden. Io riporto solo la mia esperienza, da paziente, ignorando termini tecnico-scientifici.Ho fatto una scelta di cura all'estero che nn può in nessun modo, da nessuna persona essere giudicata, siamo perosne libere e quindi ognuno sceglie di farsi curare dove vuole. Ritengo più opportuno, che dubbi ed ulteriori chiarmimenti, vengano fatti direttamente agli specialisti interessati che sapranno sicuramente meglio rispondere a domande più tecnico-scientifico. Peerchè nn avere il "coraggio"di mettersi in contatto direttamente con loro, anzichè fare tanto "chiacchiericcio"? A proposito: www.cellvital.net tel. 00497221391949. Una buona serata a tutti, spero di sentirici presto



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 13/03/2011 21.13.19

LA SUA RISPOSTA: Ah dimenticavo, Varo. Io sn in contatto con una persona di Milano, che ha avuto il collasso del nerco ottico ed è in cura da tempo da Sommer, e sta meglio. E'stato il suo oculista, che lavora al Niguarda di Milano, a suggerirgli la clinica di Baden-Baden. Lui a Milano, ha fatto la camera iperbarica. Poi c'è una signora che ha la retina pigmatosa e la maculopatia, anche lei in cura e si ritiene soddisfatta, più che altro anche lei nn ha alternative di cura in Italia. Per quanto mi riguarda, io salirò a Maggio per un altro ciclo di terapia, mi inietteranno cellule staminali x via endovena. Un caro saluto



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 13/03/2011 22.12.45

LA SUA RISPOSTA: Ciao Maria. Ho capito : chiaro che tu fai le tue scelte , poi conta ciò che ottieni e non ciò che pensano gli altri . Però ci sono molte persone che non sanno dove sbattere la testa , prive di alternative . Sembrerebbe tutto semplice nel dire : andiamo dove ci sono altre opzioni . Ma le cose non sono tanto semplici , perchè esiste ,da noi, una medicina ufficiale che segue procedure che garantiscono incolumità . Questa medicina ufficiale , come dice Maddalena ,mette in guardia a non cadere nella trappola di chi promette ciò che lei non può fare . C'è anche la logica che dice : Quando si troveranno i rimedi , questi saranno disponibili per tutti . Questa logica porta ,implicitamente ,a ritenere che ciò che non ottiene la medicina ufficiale ,non possa essere ottenuto da una medicina alternativa . Con queste premesse c'è diffidenza verso chi dice di avere avuto benefici da trattamenti non ufficiali . Personalmente vado cauto a giudicare perchè, a volte ,anche le cose più semplici sono trappole . Ad esempio : pochi giorni fa ,in un ospedale del Lazio è morta una bambina di 9 anni per un intervento alle tonsille . Comunque, in questa associazione ci sono persone che vogliono lottare per vincere la battaglia contro la cecità . Per cui sarebbe utile avere informazioni a tutto campo . In pratica, però, accade che si resta piantati con tanti dubbi .Le testimonianze di chi dice di avere ottenuto qualcosa , si scontrano con la diffidenza , forse per il fatto che , in realtà, non conosciamo quelle persone . Nel caso più vicino al nostro discorso c'è un particolare che inquieta : Patrizia non risponde ad appelli fatti da persone diverse . Persone in contatto con me l'anno incontrata e sono rimaste dubbiose . Però non ho elementi concreti per mettere in dubbio quanto lei scrive nel forum. Allora, Maria , puoi tenerci informati ,in modo sincero ,per aiutare quelle persone che non sanno dove sbattere la testa . Salutoni, Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 14/03/2011 20.16.17

LA SUA RISPOSTA: Certo Varo, concordo con te, sicuramente scriverò sul forum x aggiornare dei miei risultati. Cmq resto dell'idea, che proprio la diffdenza dovrebbe spingere ad entrare in contatto direttamente cn dottori o clinche specializzate, proprio x togliere ulteriori dubbi. Cmq Partizia nemmeno io la sento più, ma li in Germania alcune infermiere si ricordano di lei. A presto, buona serata.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 14/03/2011 22.25.22

LA SUA RISPOSTA: Anche io, Maria ,sono del parere che sarebbe più proficuo il dialogo a tutto campo ,anche con coloro che non sono della medicina occidentale , perchè sarebbe un modo per confrontarci : Poichè siamo intelligenti , saremmo in grado di distinguere gli imbrogli dalle verità .Il dialogo potrebbe servire a fare chiarezze . Invece siamo sempre ai soliti modi : Io credo questo , io credo quest'altro . Penso che ,se si trovasse qualcosa ,lo sapremmo subito tutti Ecc. . Però agli accertamenti non vogliamo arrivarci , è sufficiente dubitare sulla base di certe logiche . Eventualmente , anche gli accertamenti potrebbero salvare dai disastri nel caso che gli inganni fossero reali , ovvero , sarebbe importante smascherare i truffatori , no ? Cara Maria, ognuno ha la propria logica : la mia è questa e non sto quà o là , ma vorrei verificare . Ma pare che le verifiche non piacciano a tutti. Ciao, Varo.



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/03/2011 1.08.44

LA SUA RISPOSTA: Io di accertamenti ne ho fatti ,quando trovo qualcosa che viene proposto scrivo al referente medico o alla società che lo propone e vaglio ciò che mi viene risposto.Ad esempio ti posso dire che ancora 2 anni fa ho scritto alla beike che publicizza cure per tante malattie,con cellule staminali ombelicali (cioè adulte),dda eseguirsi in Cina.Mi hanno risposto dopo una settimana che avevano sottoposto il caso ai loro scienziati ricercatori e che erano in grado di esguire la cura anche per la retina della mia nipotina anche se fino ad ora non avevano mai fatto quel tipo di trattamento,di riscrivergli per prendere accordi.Tu saresti andato? Un'altra volta ho scritto ad una ditta che proponeva un apparecchio stimolatore miracoloso chiedendo su che principio si basava e se potevano mandarmi dei depliand informativi perchè da ciò che era scritto sul sito web non si capiva.Bene il giorno dopo avevo la loro solerte risposta che non potevano mandare in giro materiale ma visto che non si trattava di una cifra grossissima lo potevo ordinare e così capire come funzionava.Ho scritto anche all'ambulatorio,sul quale proprio in questo forum in diversi abbiamo avuto dubbi,chiedevo il principio su cui si basava il loro farmaco, mi hanno risposto che era meglio andassi nel loro ambulatorio perchè era una spiegazione articolata e occorreva un colloquio,ho riscritto di provare e spiegarmi per mail, che sarei stata in grado di capire o di farmi aiutare nel capire il tipo di farmaco e cosa si voleva ottenere ,non hanno più risposto.Ho scritto a diversi ricercatori anche all'estero, poichè non avevano nulla da vendermi sono stati sempre sinceri sulle prospettive delle loro ricerche.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/03/2011 10.20.48

LA SUA RISPOSTA: Maddalena, se ricordi ,io sono stato il primo a mettere in dubbio la serietà della Beiker , proprio in un dialogo con te e nel forum. Nessuna delle proposte che hai indicato mi avrebbe convinto . Quindi , sono allineato con te su quello che hai scritto in questo post . Però io non considero come accertamenti le cose dette quì : queste cose dette sono sondaggi e non accertamenti . Gli accertamenti non possono essere fatti da persone comuni ,ma da enti , associazioni,organi statali ecc.Per fare accertamenti si devono prendere in esame i casi per vedere se le cose sono funzionanti .Ovvero ,dovrebbero parlarsi organismi al di sopra di tutto . E, allora , mi dirai che la cosa non è ipotizzabile , oppure mi dirai che la nostra medicina non trova riscontri , mentre la nostra medicina non può muoversi in quei campi.... : ricorda che tutte queste idee sono discutibili se considerate al nostro livello . Ma l'accertamento è una cosa che non lascia sospetti : è quella cosa che verifica il reale funzionamento , e non si basa sulle promesse, ma su cose controllate . Nei confronti ,le parti che si confrontano devono farlo con rispetto reciproco . Ora il discorso porterebbe lontano , perchè tra nazioni , filosofie varie, giochi politici, giochi economici ,ecc siamo in un mare tutt'altro che calmo : a rimetterci è la verità Però noi siamo nella situazione in cui i tempi sono troppo lunghi . Ci propongono di considerare la retina artificiale che, però presenta tanti dubbi ed ha costi esorbitanti .Così , di questo passo , non ci sono alternative : Rischiare , oppure essere certi di perdere anche le residue speranze di tornare a vedere , o mantenere un minimo di vista. Varo..



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/03/2011 10.34.12

LA SUA RISPOSTA: credo che gli accertamenti dovrebbero essere fatti dai servizi sanitari dei vari paesi ,e in pratica se ogni terapia o trattamento deve avere l'approvazione dei servizi sanitari preposti questo è un accertamento,metodi che non hanno l'approvazione dei vari servizzi sanitari dovrebbero essere sospetti,però la gente disperata accetta anche di eseguire terapie che non hanno l'aprovazione delle varie commissioni.Comunque, c'è sempre un rischio anche quando le terapie sono state provate ,per cui ognuno è libero di scegliere se rischiare o non rischiare o se vale la pena di rischiare ,medici e le associazioni hanno il dovere di avvisare e mettere in guardia sulla dovuta cautela da tenere.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/03/2011 12.35.18

LA SUA RISPOSTA: Per me " accertamento" , significa un'altra cosa e cercherò di chiarire il concetto : L'accertamento se una terapia funziona ,consisterebbe nel riscontrare che , dove applicata , questa abbia ottenuto risultati positivi . I casi negativi misti a quelli positivi ,starebbero a evidenziare i rischi connessi . Il concetto sarebbe che se una cosa non funziona , questa non funziona mai , perchè sarebbe fuori dalle possibilità biologiche . Quindi, Maddalena , il concetto prevede una questione strettamente scientifica . Le cose che dici tu ,seguono una logica diversa , ovvero , la logica che se i nostri organismi avallano una terapia, questa deve essere esatta , mentre se non la avallano ,questa deve essere errata . Ma, in questa logica ci saranno tante teorie studiate in paesi diversi dal nostro , che non saranno mai controllate , per cui , automaticamente ,saranno considerate sbagliate . Se rifletti puoi notare le differenze di logica : la prima è una logica scientifica , l'altra una logica basata sulla presunzione di essere avanti agli altri , senza, peraltro, saper ottenere risultati .Un riscontro può essere immaginato in questo modo : Io ho perduto la vista e i medici mi dicono che non c'è niente da fare , nè quì, nè altrove . Io ,allora , preso dallo sgomento , tento una strada non allineata e recupero un pochino di vista . Dopo mi domando : chi aveva ragione ? Tu mi domanderai : " Ma sei sicuro che non ti verranno malattie tumorali ?" Ma questa domanda non esclude che la terapia abbia funzionato e, se ha funzionato deve avere un fondamento scientifico , altrimenti i risultati sarebbero stati impossibili . Il discorso è complicato comunque. Proviamo a pensare che la Cina è un paese grandissimo che conta oltre un miliardo e mezzo di abitanti , ed ha una cultura millenaria . Non si può dire che la Cina sia un paese sottosviluppato , perchè è la seconda potenza economica mondiale , dopo gli usa . La Cina tende ad allineare i suoi standards ai nostri ,per ragioni di opportunismo commerciale , ma ha centri medici e di ricerca di tutto rispetto . Come si vede , la tecnologia Cinese invade il mondo intero a dimostrare che analfabeti non sono . Con questo non voglio dire che in Cina si curano tutte le malattie : sarebbe cosa falsa . Dico che , forse , non abbiamo rapporti di scambi medico scientifico . E, forse, sbaglio , perchè , se ricordiamo , avevamo detto che un nostro noto professore , sparito dai nostri contatti, si diceva fosse andato in Cina .Su tante cose noi tendiamo ad interpretare seguendo logiche incoerenti . Porto un esempio : Nella indiretta uici sulle staminali , di è detto ,più o meno ,questo : Noni non sappiamo questo, noi mon sappiamo quest'altro ecc. , però le stesse persone hanno detto che la tecnologia cubana non ha fondamenti scientifici , ovvero ,hanno detto quelle cose senza l'analisi sul principio che sta alla base del trattamento cubano . Poi, Maddalena, tu in un post hai detto che non pensavi fossimo tanto indietro , mentre in un altro post hai detto che siamo alla pari degli altri . Ho capito male ? Varo.



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/03/2011 14.17.59

LA SUA RISPOSTA: quando dico non pensavo fossimo tanto indietro,non intendo noi in Italia ma intendo le conoscenze ufficiali dei servizi sanitari mondiali ,visto che tutti i ricercatori mondiali sono in contatto e sono alla pari come informazioni tra loro ,un esempio è venuto fuori anche nel congresso mondiale di giugno in cui hanno partecipato relatori da tutto il mondo.Io voglio dire che le nazioni si sono organizzate con dei servizi sanitari che devono rispondere a dei criteri base di sicurezza non ci può essere la giungla perchè qualcuno vuole speculare sulla salute, ci devono essere delle regole e delle leggi,Se poi queste non corrispondono totalmente alla sicurezza che desideriamo o alle speranze che abbiamo è un'altra questione ,ma un paese se non vuole il caos deve sempre avere delle leggi.Sono d'accordo che nel campo della ricerca ciò può essere limitativo,ognuno è libero di rischiare ciò che vuole, non può pretendere che il proprio servizio sanitario paghi o avvalli dove trova rischi e dove non ci sono riscontri suffragati da trials ufficiali di un fattibile beneficio per un buon numero di soggetti.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/03/2011 15.01.19

LA SUA RISPOSTA: Sarà bene restringere il campo con domande precise . Quali mazioni sai che siano in contatto tra di loro?. La domanda non è banale , visto che si parla anche di trattamenti non riconosciuti : Non riconosciuti perchè trovati errati o non riconosciuti perchè non controllati ? Cosa dice la medicina a riguardo delle staminali di origine animale?Ovvero: portano tumori? Vorrei risposte che non siano opinioni . Varo..



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/03/2011 15.39.57

LA SUA RISPOSTA: non ho mai sentito parlare di staminali da animali a parte in questo forum, per cui non so rispondere.Mia opinione,se sono staminali da embrione animale avranno le stesse difficoltà di quelle umane e poichè non sono staminali prelevate dal soggetto creano rigetto e devono essere supportate da immunoterapia,e controllo serrato per evitare proliferazioni.Alcuni paesi li ha nominati il ricercatore nella trasmissione in diretta altri, quelli i cui ricercatori hanno partecipato al congresso mondiale a giugno. più,Inghilterra,Francia,germania,Estonia,Canada stati uniti,



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/03/2011 16.49.07

LA SUA RISPOSTA: ... ma, dove sono Cina? Cuba ? Iran ? Israele ? Russia ? ecc. Poi : Baden Baden non si trova in Germania ? Circa le staminali animali : inserisco un estratto da una ricerca fatta al solo scopo di mostrare che si studiano anche questo tipo di staminali , ma non solo in Cina o a Baden Baden . Ho impostato la ricerca nel campo odontoiatrico per essere più rapido , conoscendo le cose da molto tempo . Provate a divertirvi e ad ampliare le conoscenze ,per uscire dai condizionamenti delle convinzioni prive di supporti . Il mondo è più grande di quello che conosciamo . Varo. www.innovastem.com Banca Staminali-Lugano-CH Link sponsorizzato Conservazione cellule staminali del Cordone ombelicale www.procrea-stem-cells.ch POLLI CON I DENTI CI AIUTERANNO A DIRE ADDIO ALLE PROTESI ... Ricercatori francesi sono riusciti a far crescere i denti ad alcuni polli, grazie a un trapianto di cellule staminali dentarie di maiale negli embrioni dei ... italiasalute.leonardo.it/news.asp?ID= ... - altri risultati nel dominio - copia cache cellule staminali denti da cellule staminali di maiale. La prima banca autorizzata in Gran Bretagna la banca degli embrioni umani per la custodia delle staminali ... www.ecologiasociale.org/pg/bio_stamin ... - altri risultati nel dominio - copia cache Dentistonline - Dr. Danilo Dotesio, medico dentista dipl. fed. CH ... Denti "naturali" dai maiali ... veri in laboratorio, partendo da cellule staminali di maiale. ... www.dentistonline.ch/news.htm - altri risultati nel dominio - copia cache USA STAMINALI ANCHE PER CORONA AI DENTI - Odontoiatra.it Usando cellule staminali ricavate dai denti del giudizio estratti da giovani adulti ... l'impianto di una corona in un esperimento condotto su maiali miniatura. www.odontoiatra.it/public/dettaglio.p ... - altri risultati nel dominio - copia cache Staminali pluripotenti: la nuova fonte è l'orecchio del maiale ... è l'orecchio del maiale. Staminali pluripotenti utilizzabili sugli uomini ... Salute: odontoblasti attivano sistema immunitario per la difesa dei denti ... salute24.ilsole24ore.com/articles/390 ... - altri risultati nel dominio - copia cache staminali, articoli e notizie su staminali - Salute24 - Il Sole 24 Ore Estratte staminali dai denti del giudizio. Cureranno il cuore ... salute24.ilsole24ore.com/tags/6-stami ... - copia cache I geni della rigenerazione, ovvero autoricostruirsi gli organi ... Termini legati all'articolo: Acell Inc, Alan Spievack, anfibi, blastema, cartilagini, cellule staminali, conigli, estratto di vescica di maiale, ... www.medicinalive.com/medicina-tradizi ... - altri risultati nel dominio - copia cache Xenotrapianti più vicini, grazie alle staminali 'riprogrammate ... 3 giu 2009 ... Xenotrapianti più vicini, grazie alle staminali 'riprogrammate' dei maiali. Xenotrapianti sempre più vicini. Grazie alle ricerche di un team ... gianlucagrossi.blogspot.com/2009/06/x ... - altri risultati nel dominio - copia cache AgireOra - Quale vivisezione e quali metodi sostitutivi I denti dei cani sono stati trapanati fino alla radice e poi riempiti ... maiali per verificare se le cellule staminali potessero riparare danni cardiaci. ... www.agireora.org/info/news_dett.php?i ... - altri risultati nel dominio - copia cache SALUTE Le "staminali adulte vengono dette multipotenti perché hanno già avviato il ... scimmie e maiali con risultati positivi, poiché le cellule staminali umane .... In natura non esistono denti bianchi, che richiamano le porcellane, no, ... www.quigenova.com/index.php/salute



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/03/2011 17.25.16

LA SUA RISPOSTA: scusami Varo ma quello che hai copiato è poco chiaro,l'unica cosa che ho capito è che da qualche parte hanno fatto delle prove con delle staminali da maiale per fare dei denti,o per riparare il cuore,prove, non trials o possibili terapie.Sono le solite notizie dei giornali,un po' di tempo fa sembrava fossero riusciti a rifare i denti con le staminali ma sono solo prove e annunci giornalistici. Si Baden Baden è in Germania,esistono anche ricerche ufficiali dalla Russia, dalla Cina ,il problema son quelle non ufficiali che non hanno ottenuto l'ok dall'agenzia della farmacosorveglianza o che non hanno fatto trials ufficiali.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/03/2011 18.58.17

LA SUA RISPOSTA: Senti, io ho inserito dei risultati di ricerca presi a caso e senza aprire i files collegati . L'ho fatto al solo scopo di mostrare che l'argomento esiste e non mi pare che a trattare l'argomento siano siti giornalistici e basta . Sarebbe interessante approfondire le cose e andare a vedere questioni più vicine ai nostri interessi . Però è chiaro che le ricerche possibili in lingua italiana sono limitate anche dal fatto che le agenzie di informazione sono , principalmente , occidentali e in lingua inglese . Ma ho inserito i risultati di ricerca per il fatto che tu avevi detto che non sai niente di staminali di origine animale . Di confuso non c'è niente , perchè gli articoli sono da aprire . Semmai portati su i risultati della ricerca e prova ad aprire i files . Forse si potrebbe capire se ci sono i rischi che tu paventi . Varo.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 16/03/2011 0.29.57

LA SUA RISPOSTA: Ho impostato un'altra chiave di ricerca sul tema delle staminali animali .Inserisco i risultati senza aprire i files . Dai risultati si vede che c'è una scoperta cinese e si vede che la notizia è ripetuta da siti diversi .Il tema non è sulla retina o sul nervo ottico, ma la scoperta è polivalente . Non avrebbe senso polemizzare sul fatto che le notizie riportate siano su cose realizzate o da realizzare . Voglio solo dimostrare che nel mondo c'è anche la Cina , ma dimostrare anche che noi siamo condizionati da pregiudizi . Varo. www.inscientiafides.com Ricercatori cinesi e israeliani sulle cellelule staminali dei ... 5 giu 2009 ... Le staminali prelevate dai maiali, anche se adulte, ... Reisner ha affermato che la scoperta contribuirà a spiegare perchè gli esperimenti ... fuoridalghetto.blogosfere.it/2009/06/ ... - altri risultati nel dominio - copia cache STAMINALI DEL MAIALE UTILI PER TESSUTI E TRAPIANTI UMANI Trapianti ... STAMINALI DEL MAIALE UTILI PER TESSUTI E TRAPIANTI UMANIRicerca cinese ... La scoperta viene da uno studio dello Shanghai Institute of Biochemistry and Cell ... italiasalute.leonardo.it/news.asp?ID= ... - altri risultati nel dominio - copia cache Trapianti STAMINALI DEL MAIALE UTILI PER TESSUTI E TRAPIANTI UMANI ... STAMINALI DEL MAIALE UTILI PER TESSUTI E TRAPIANTI UMANI, RICERCA CINESE ... italiasalute.leonardo.it/news2pag.asp ... - copia cache Esito della ricerca su Italiasalute Staminali del maiale utili per tessuti e trapianti umani ... La scoperta viene da uno studio dello Shanghai Institute of Biochemistry and Cell Biology, nel quale alcuni scienziati cinesi hanno constatato la ... (Continua) ... www.italiasalute.it/Ricerche/Ricercah ... - altri risultati nel dominio - copia cache Esito della ricerca su Italiasalute La scoperta, per ora sperimentata solo sui topi, è stata fatta da un'equipe ... www.italiasalute.it/Ricerche/Ricercah ... - copia cache Staminali pluripotenti: la nuova fonte è l'orecchio del maiale ... Staminali pluripotenti utilizzabili sugli uomini create a partire dalle cellule ... l`ultima frontiera nel campo delle staminali è stata raggiunta in Cina da un ... E` una scoperta e` molto importante perche` in futuro si potranno avere ... salute24.ilsole24ore.com/articles/390 ... - altri risultati nel dominio - copia cache staminali, articoli e notizie su staminali - Pagina 2 - Salute24 ... Staminali pluripotenti: la nuova fonte è l'orecchio del maiale ... salute24.ilsole24ore.com/tags/6-stami ... - copia cache Le staminali di maiale possono ricreare i tessuti - Trapianto fegato 4 giu 2009 ... Un gruppo di scienziati cinesi dello Shanghai Institute of Biochemistry and Cell Biology hanno scoperto che le staminali del maiale sono ... www.trapiantofegato.it/default.asp?id ... - altri risultati nel dominio - copia cache IL SILENZIO CHE UCCIDE - Link utili in fatto di genetica Le staminali battono il diabete - Prelevate da pancreas e midollo. ... Un babbuino vive da più di cinque mesi con il cuore di un maiale senza alcun rigetto ... La Cina partecipa all'Hgp dal 1999, appena un anno prima che fosse annunciato il ..... Le implicazioni pratiche della scoperta sono rivoluzionarie e il ... www.silencethatkills.net/link.htm - altri risultati nel dominio - copia cache Staminali suine per ricostruire organi umani - MedicinaLive Le cellule staminali pluripotenti dei maiali sarebbero utili in vari modi, ... il dottor Xiao ha ammesso che la sua scoperta potrebbe essere utilizzata ... www.medicinalive.com/medicina-tradizi ... - altri risultati nel dominio - copia cache [Nascondi la barra laterale] Virgilio Ricerca è anche ...



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 21/03/2011 20.37.10

LA SUA RISPOSTA: Ciao tutti, ho avuto notizia che il reparto oculistico di Chieti è stato premiato come centro d'eccellenza in Europa. C'è un dottore che si occupa di staminali, forse x la retina, poterebbe essere utilie informarci un pò. Io nn sn riuscita a prendere altre info. Un caro saluto a tutti



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 21/03/2011 23.36.04

LA SUA RISPOSTA: Cara Maria, ho fatto una ricerca veloce e non molto accurata, però ho trovato molte notizie interessanti . Avrei potuto inserire un articolo che parla del premio assegnato alla clinica di cui accenni , ma avrei rischiato di incorrere nella censura , perchè l'articolo verrebbe da un altro sito . Allora posso tentare di sintetizzare . Ma io sono un pessimo sintetizzatore . Purtroppo a sintetizzare si rischia di ricordare male , di essere imprecisi , di omettere particolari ,ecc.Pertanto questo post è di poche pretese . Per fare ricerche su internet , prova a usare queste chiavi : : premio, oculistica chieti ,staminali . oppure chieti ricerca,retina,staminali .Oppure chiavi simili . si tratta di una clinica universitaria molto preparata nel campo oculistico che ha un ottimo programma di formazione medica oculistica . Il premio sarebbe stato assegnato per un nuovo sistema per la riduzione della miopia , ma, ecco un mio primo dubbio di memoria , perchè si parla anche di staminali . Le staminali sarebbero usate nel trattamento della cornea . La clinica è anche un centro importante per il glaucoma e la chirurgia della retina . Comunque ,dalle mie ricerche, non emergono novità per terapie utili verso le rp e il nervo ottico . Però , come detto, non ho fatto una ricerca accurata e mi riprometto di lavorarci sopra nei prossimi giorni , magari potrei contattare un autore per farmi autorizzare ad inserire un suo articolo . Varo.



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 24/03/2011 9.44.57

LA SUA RISPOSTA: buongiorno ,sono riuscita a parlare con il Dottor Sommer che conosce l'italiano,provo a spiegare ciò che ho capito.Il dottore,con onestà, ha spiegato che questi trattamenti non guariscono la malattia,sopratutto se è di natura genetica,ma migliorano un po' la vista.Esegue dei trattamenti a livello di intestino con estratti cellulari freschi da staminali e dei peptidi, ha riferito che queste sostanze migliorano le cellule nervose e gli scambi cellulari del nervo ottico e della retina.Non lo ho interotto per chiedere la provenienza di queste cellule ,anche perchè nonostante un italiano buono una conversazione su questi temi al telefono sarebbe stata difficoltosa,avevo mandato una mail con le varie domande ma mi hanno risposto di telefonare.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 25/03/2011 9.38.26

LA SUA RISPOSTA: Finalmente si ha una risposta comprensibile ed interessante che spiega, in parte, ciò che viene fatto a Baden Baden . Maddalena ha fatto una ottima cosa. Di sicuro rimandono diversi interrogativi e non per colpa di Maddalena . Non mi è piaciuto il fatto che non abbiano dato risposte scritte . Probabilmente le risposte scritte sono troppo impegnative e diventano documenti . Certo sarebbe stato interessante che fosse stato indagato il parametro del rischio . Se il rischio fosse simile a quello dato da farmaci normali , potrebbe essere accettato . Comunque non sono stati forniti i meccanismi che porterebbero ai miglioramenti . E, quì , dovrebbe essere un organismo medico a fare chiarezza , visto che diverse persone parlano bene di questi miglioramenti . Un elogio a Maddalena, che ha tentato di fare ciò che dovrebbe essere fatto, da chi vuole informare bene portando chiarimenti ai tanti dubbi , i quali restano,purtroppo, tanti.. Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 02/04/2011 13.59.07

LA SUA RISPOSTA: Concordo con Varo!!!!Complimenti a Maddalena. Un caro saluto a tutti : )



INTERVIENE: Loana
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 21/04/2011 20.10.22

LA SUA RISPOSTA: Ciao Patrizia.. Io ho una bambina di un anno e mezzo e i medici mi hanno detto che il nervo ottico è pallido quindi completamente bianco. Ora provo a contattare Cell-Vital-Center. Spero di avere la tua stessa fortuna e sono molto contenta per te e soprattutto per tuo marito. Ti ringrazio in nome di tutti per le informazioni fornite.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 21/04/2011 22.18.12

LA SUA RISPOSTA: Tanti auguri di buona pasqua a tutti, un saluto particolare a Ioana



INTERVIENE: Stefano P.
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 27/06/2011 16.32.46

LA SUA RISPOSTA: Ciao a TUTTI! Io sono stato a baden baden, dopo aver parlato con Patrizia. Ho un'ischemia al nervo ottico e dopo aver inviato gli esami via fax sono andato. La mia ischemia al nervo ottico è dovuta alla colite ulcerosa, malattia autoimmune. Sono tornato dalla Germania, ma per ora niente! Della colite sto da Dio ma all' occhio non vedo, che dire? Mi hanno preso in giro. A baden baden ho fatto ozono terapia, colonidropterapia raggi laser biophoton ed iniezioni di celllule animali intramuscolo e endovena e poi una cura conservativa a casa... per ora però, come dicevo, per la colite, bene: non uso più nessun farmaco, ma l' occhio mah...ancira niente! E sono a 5000€ spero nel Signore. Sono passati tre mesi dal mio rientro dalla Germania e mi hanno detto che, per l'occhio i tempi dovrebbero essere maturi! Pensate che per andare lì ho fatto un prestito... Grazie a tutti e a presto!



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/06/2011 20.36.36

LA SUA RISPOSTA: Ciao Stefano, nn ti lamentare ione ho spesi 20.000 e sono stata due volte. Certo risultati ''ottimanali''nn ce sono ancora. Io ho una subatrofia dei nervi ottici, bisogna avere solo fiducia, perchè ci sn stati casi, oltre patrizia, in cui le persona sono state meglio. Bisogna tronarci più di una volta, in bocca al lupo



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/06/2011 21.28.54

LA SUA RISPOSTA: per Maria,sai di quanto è la percentuale dei casi che sono andati bene? Se sono una percentuale bassa potrebbero essere dovuti al caso o a diagnosi di partenza che potevano avere una valutazione sbagliata.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 05/07/2011 22.22.42

LA SUA RISPOSTA: Non so la percentuale di preciso. Io ho conosciuto persone che stanno meglio. Per adesso il mio dottore mio ha trovato lievemente meglio, perchè il campo visivo è migliorato, mi ha persino sospeso la cura con le gocce, io prendevo il travatan.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 05/07/2011 23.35.35

LA SUA RISPOSTA: Se si rilegge tutta la discussione , si dovrebbe arrivare a questa conclusione : A Baden Barden non si guarriscono le rp o le atrofie del nervo ottico . Questo viene detto anche dai sanitari del luogo .Quei trattamenti fatti là servono per per agire tramite sostegni di supporto i quali possono rallentare le patologie . Forse, in qualche caso , può anche accadere che le cure fermino i peggioramenti .Questo si deduce da quanto viene riferito da alcune testimonianze . Si sospettano casi di effetti collaterali , ma non riferiti nella discussione . Personalmente non so cosa pensare , però Maria è partita dichiarando prima come stava , ed è rientrata dicendo come sta adesso . Anche Stefano ha fatto la stessa cosa , con risultati nulli per la sua vista , ma , con miglioramenti di altro tipo . Io ho un amico che è stato a baden Baden senza avere ottenuto risultati , ma non sono riuscito a sapere l'esatto danno avuto al nervo ottico dopo essere stato in coma per 25 giorni dopo un incidente d'auto . Fatte queste riflessioni , penso che ognuno debba ragionare con la propria testa e decidere come si sente di fare . Ciò che mi lascia perplesso è il fatto che la persona che ha avviato la discussione aveva parlato di oncomodulina , dicendo che veniva usata a Baden Baden , mentre la cosa non era e non poteva essere , visto che quella molecola è anch'ora sotto studio e non in uso corrente .Ma anche questo particolare potrebbe essere un errore di interpretazione fatto all'inizio . Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 07/07/2011 23.02.04

LA SUA RISPOSTA: Concordo pienamente con te...che io sappia nn viene usato l'oncomodulina, nn ne ho mai sentito parlare, forse si fa riferimento alle oculus, che sn cellule che usa il dott. sommer. Notte a tutti



INTERVIENE: Maior
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 16/08/2011 16.09.56

LA SUA RISPOSTA: Salve, qualcuno sa dirmi qualcosa in più di Baden Baden, dove dovrò recarmi per lavoro a metà settembre. Potrei approfittarne per andare dal dott. Sommers. Ho un glaucoma ad angolo aperto che sta peggiorando sensibilmente, nonostante la pressione sia sotto controllo, fra 9 e 12 in genere. La sig. Patrizia parla di un recupero miracoloso del marito. Che tipo di problematica ha? E' possibile dare un'occhiata ai campi visivi di prima e dopo? Mia cugina è oculista, saprebbe valutare bene gli effetti. Grazie Maior



INTERVIENE: Marlon
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 11/09/2011 21.42.42

LA SUA RISPOSTA: vorrei sapere di più come poso fare x avvere maggiore informazione su la terapia con le cellule staminale nell' usox riparare i nervi ottici danegiate si sapete de una clinica a boston dove si fa esta terapi vi prego di farme sapere cual cosa



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 11/09/2011 22.33.31

LA SUA RISPOSTA: Ciao Marlon, in questa discussione si è detto tutto quello che abbiamo potuto sapere . Alcune persone comparse quì sono state a Baden baden . Loro possono dire qualcosa . Però si deve dire che le staminali , dove vengono usate sono di provenienza animale e non danno risultati definitivi . Lì farebbero trattamenti di sostegno i quali non guariscono , ma , forse , rallentano dando miglioramenti , almeno iniziali . Da Boston attendiamo evoluzioni con la oncomodulina , ma una signora che ha contattato quel centro , mi dice che sono anch'ora in sperimentazione . Novità con le staminali embrionali per alcune patologie della retina , ci sarebbero dagli usa e dalla gb , ma si tratta di trials sull'uomo che devono fare il loro percorso e non riguardano il nervo ottico . Per aiutare il nervo ottico attendiamo l'arrivo sul mercato di un collirio a base di fattori di crescita , ngf, che , partiti dall'Italia , sono andati in Cina per ragioni economiche , e dovrebbero rientrare . Ma abbiamo perso le tracce . Non dobbiamo perdere le speranze, ma dobbiamo anche stare attenti ad un mondo di speculazioni . Dobbiamo anche tenere d'occhio le lenti a contatto bioniche che , sperimentalmente , sarebbero in grado di bypassare il nervo ottico per fornire ai centri nervosi cerebrali i segnali luminosi . Abbiamo parlato anche di questo in altre discussioni . . Qualsiasi cosa di nuovo tu possa trovare , riferisci .. Ciao, ed auguri. Varo



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 13/09/2011 21.08.09

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti. Varo, hai notizie in più selle lenti a contatto bioniche?



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/09/2011 17.26.39

LA SUA RISPOSTA: Per Maria: Rispetto a quanto abbiamo saputo e dibattuto nel forum sulle lenti a contatto bioniche , non ho avuto ulteriori notizie . Però la cosa deve essere tenuta di conto e, come ricorderai Il Professor Siravo ha chiesto di poter passare a trials sull'uomo . E ricorderai che il sistema permetterebbe di catturare le immagini tramite una lente a contatto da inviare ai centri nervosi cerebrali tramite un sistema senza fili .Chiaro che a ricevere i segnali elettrici sarebbe un dispositivo impiantato nella zona cerebrale dove arriva il nervo ottico . Ci vorranno diversi anni perchè tutte le sperimentazioni seguono delle procedure di garanzia che prevedono anni di osservazioni . Una notizia recente , invece, sarebbe quella di pochi giorni fa a riguardo della sperimentazione di microship tedeschi, che sarebbero stati impiantati su tre persone cieche :si tratterebbe della versione tedesca di una retina artificiale che non ha bisogno di telecamera e utilizza 1200 sensori . Pare che uno dei pazienti trapiantati , sia stato in grado di leggere lettere molto grandi . Le previsioni su questi impianti parlano di cinque anni per la messa in commercio : tra le patologie interessate ci sarebbero le rp . A smorzare gli entusiasmi , comunque, ci saranno i costi ed il fatto che in tutti i casi si avranno immagini rudimentali in bianco e nero . Tuttavia si può sperare che un passo tiri dietro un altro passo evolutivo con rapidità crescente ... . Senti, Maria, ,puoi fornire ulteriori notizie in base alla tua esperienza ? Ciao, Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/09/2011 21.22.09

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti, Varo speriamo bene. Allora riguardo il mio trascorso a Baaden Baden, come avrò gia scritto io nn prendo più le gocce x gli occhi, la pressione è stabile. Questo x me è un gran risultato! Ho inziato da pochi giorni la nuova cira del dott.sommer con la speranza di avere altri risultati anche se il mio è un caso è grave. Dovrei risalire in Germania x novembre-dicembre x rifare la terapia con le cellule. Ho parlato con il marito di Patrizia che è ritornato aBaden Baden dopo 1 anno e mezzo, lui sta bene ha riacquistato 7/10 della vista persa. Anche lui quando è andato x la prima volta nn vedeva quasi più (so che è in cura da anni). Tieniamoci aggiornati su nuove notizie!



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/09/2011 21.26.34

LA SUA RISPOSTA: Varo, ma tu in quale città vivi? Una piccola curiosità



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/09/2011 23.38.42

LA SUA RISPOSTA: Maria, mi fanno molto piacere le notizie che ci dai .Però non riusciamo a capire per quale motivo patrizia non si sia più fatta viva mentre diverse persone chiedono aiuto . Circa la tua curiosità la esaudisco in parte : abito in un paesino del comune di Barga. Provincia di Lucca .Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 16/09/2011 20.39.39

LA SUA RISPOSTA: Ciao!!!Grazie ...io abito a napoli. Per quanto riguarda Patrizia nn so perchè nn risponda sul sito, con me è stata disponibile, all'inizio anchì io ho aspettato un pò per mettermi in contatto. Se dovessi risentirla glielo faccio presente.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 16/09/2011 21.55.10

LA SUA RISPOSTA: Ciao Maria, penso che Patrizia abiti vicino a Napoli . Se hai seguito attentamente questa discussione , avrai percepito che sono molte le persone che hanno problemi con il nervo ottico e vorrebbero tentare una strada . Ma sono molte anche le perplessità e le paure . Pertanto da Patrizia cercano , principalmente , di avere notizie che non siano illusorie , ma, anche, che rassicurino circa la portata dei rischi , anche per il fatto che la medicina ufficiale nostra non riconosce la validità della medicina omeopatica o alternativa . Ecco che sono importanti le testimonianze delle persone che hanno avuto esperienze dirette. ... Magari, poi, chi parla per esperienza diretta , rischia di essere sospettata . Per cui sarebbe importante che si usassero termini appropriati per chiarire cosa promettono i trattamenti di Baden Baden . A Patrizia vorrei chiedere chiarimenti sulla oncomodulina che, però, a Boston è anch'ora in studio .Magari se Patrizia aveva frainteso potrebbe chiarirlo . Ciao, Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 19/09/2011 20.45.17

LA SUA RISPOSTA: Ciao Varo, in generale posso dire che le cure di baden baden non danno risultati definitivi, ma cercano di aiutar poi giustamente le terapie cambiano da fisico a fisico. Anch'io ho un grande problema al nervo ottico, posso solo dire questo. Che io sappia a Baden non usano l'oncomodulina, ma credo che si parli oculus...spero di non sbagliare!!!!



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 19/09/2011 20.47.01

LA SUA RISPOSTA: Piuttosto ho saputo che in Israele c'è un centro x la cura degli occhi...chi ne sa qualcosa in più...può rispondere



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 21/09/2011 10.40.09

LA SUA RISPOSTA: Ciao Maria, con quei pochi cenni che hai messo negli ultimi due post , avresti innescato molto lavoro da fare in ricerche internet .: "oculus" . " Israele". Ho cercato di capire cosa sia questo oculus e, su internet, si trovano una miriade di siti che ne trattano , ma tutti sono in lingua straniera e mi pare che il termine sia usato per tante cose diverse . Alcune di queste cose sono di pertinenza medica , ma non conoscendo l'inglese , non mi sono avventurato a ricercare ulteriormente . Su Israele ci sarebbe un mondo da scoprire . Questo lo sapevo già . Tuttavia in Israele c'è più libertà ed impegno che quì in Italia , almeno in quei settori che, per noi, sono tabù . Mi pare di capire che negli studi più avanzati entrino anche le nanoparticelle . Però è meglio che prima di avventurarmi in giudizi e considerazioni ,si facciano diverse ricerche su Israele . Senza perdere di vista che , alla fine, le cose importanti vengono studiate da tutti . Israele, comunque, ha tecnologia avanzata già di vecchio : credo che l'uso di internet sia partito proprio da Israele , perchè mi pare di ricordare qualcosa sul tema quando internet non era attivo . Vorrei segnalare una mia considerazione sulla quale sto riflettendo : Spesso ci domandiamo come fare per attirare l'attenzione dei media e non troviamo una risposta . La risposta , forse, viene dai cokye . I cokye sono programmi che permettono ai siti di registrare dati provenienti dai visitatori , e sono usati per rilevare gli interessi dei singoli utenti . Così vengono forniti dati che mettono in risalto cosa stia cercando la gente . Se analizziamo bene , allora, possiamo capire che il fare ricerche sulle questioni mediche degli occhi , mette in risalto questo tipo di interesse , per cui anche le aziende di settore ed i media aumenterebbero i loro interessi sullo stesso argomento . ... . Conclusione : Datevi da fare a fare ricerche su malattie retiniche , del nervo ottico , sulle staminali , ecc. .Rivolgete questi interessi di settore anche nel consultare i giornali on line e la politica . Non sottovalutate la portata di questo appello . Penso anche che converrebbe aprire una discussione sul tema dei cokye . Un paio di esempi a sostegno della tesi , indirettamente, verrebbero anche da questa discussione , perchè possiamo notare quanto interesse abbia suscitato la oncomodulina , per il solo fatto che Patrizia ne abbia dato cenni all'inizio e come questa discussione sia giunta ad un numero tanto alto di post. Quì non è un fatto di cokye, ma , ugualmente, si dimostra che parlare di un certo argomento , attira ulteriori interessi . Poi gli interessi servono anche a chi ci lavora sopra . Ciao, Varo.



INTERVIENE: www.vincenzozoccano.it
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 23/09/2011 10.40.01

LA SUA RISPOSTA: Salve a tutti, Il collirio NGF, che sembra essere davvero ottimo per la rigenerazione delle cellule del nervo ottico,è stato di recente utilizzato al policlinico Gemelli di Roma, con la collaborazione dell'UniversitàCattolica. Ho reperito qualche informazione che potete consultare cliccando il seguente link: http://www.vincenzozoccano.it/index.php?nav=News.04&action=read_com&leggo_comm=90 Un saluto a tutti. Vincenzo Zoccano



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 23/09/2011 12.34.10

LA SUA RISPOSTA: Un forte saluto da parte mia a Vincenzo Zoccano . Vorrei sperare che il suo intervento sia conseguente al mio appello inserito ieri . Da tempo sono convinto che deve esserci collaborazione tra tutte le associazioni perchè è il solo modo per sperare di portare forza ed interessi alle ricerche . Gli interessi sono fondamentali : è logico che tutto viene fatto per interessi e le ricerche non possono sfuggire alla regola .Se noi ci interessiamo alle ricerche stimoliamo gli interessi di chi lavora nelle ricerche e in chi sviluppa mezzi di informazione in questi settori . Pertanto , se l'inserimento di Vincenzo Zoccano nel forum fosse conseguenziale , sarei molto contento . La notizia che egli ci porta nel suo sito è importante , per cui invito Maria e gli altri che hanno cercato informazioni in questa discussione , di prendere nota Nel sito si parla di una sperimentazione recente sul collirio ngf , quindi la cosa non è definitiva anch'ora , ma c'è una speranza in più , e spero , anche uno stimolo in più pper i ricercatori . Varo.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 26/09/2011 18.42.22

LA SUA RISPOSTA: Dopo il messaggio di Vincenzo Zoccano, ho fatto alcune ricerche con le quali ho potuto contattare un centro di Roma che mi ha fornito alcuni dati a riguardo del collirio ngf . Adesso sono in attesa di notizie ulteriori . Le notizie avute riguardano quelle della azienda che lavora intorno al collirio in oggetto e la casa farmaceutica che collabora . Si parla di una ricerca che non usa elementi di origine animale da sperimentare sull'uomo . Pertanto , al momento, le notizie sono vaghe , ma i riferimenti non sono giornalistici . Di più non posso dire , per ora , ma, appena avrò dati sicuri li metterò a disposizione di tutti . Ciao, Varo.



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 27/09/2011 22.01.27

LA SUA RISPOSTA: anch'io sono stata dal dr sommer e lì eravamo un gruppo di circa una decina di persone. Fra di noi c'era anche una persona con problemi agli occhi, al quale il dr sommer telefonicamnete aveva dato delle prospettive di guarigione, come a noi tutti. questo signore col quale sono ancora in contatto, aveva letto anche questa discussione, e quindi è partito speranzoso. Di tutti noi, nessuno ha avuto risultati, ma anzi aggravamenti. Abbiamo allora telefonato a baden baden, per sapere come mai? Ma quando devi lamentarti chissà perchè ti dicono che non puoi parlare col (dr.)Sommer, che poi medico non è.



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 27/09/2011 22.07.26

LA SUA RISPOSTA: Insomma dopo che hai pagato circa 6 mila € , forse anche di +, fra cure, medicine, hotel e viaggio, la segretaria ti risponde che non puoi nemmeno parlarci. tu gli dici che hai fatto la cura, ma che non ha funzionato, anzi sei peggiorato elei ti risponde che devi pagare cento € e mandargli le urine, che ti manda una nuova cura, che costa altri 1000 €



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 27/09/2011 22.11.07

LA SUA RISPOSTA: tu le dici che vuoi prima parlarci,ma lei ti dice che prima devi comprare la nuova cura, farla per un mese e poi forse ci puoi parlare. roba da mandargli striscia la notizia e i carabinieri! anzi se c'è un avvocato, sapete come possiamo farci dare almeno i soldi indietro? la salute ormai è peggiorata. la cura è stressante, iniezioni tutti i giorni per mesi, e flebo ecc.



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 27/09/2011 22.13.33

LA SUA RISPOSTA: tutto viene fatto come in una catena di montaggio, senza umanità e sensibilità di corsa ti sbattono da una cura all'altra, anche un po' scocciati. non hanno voglia di spiegarti niente sulle cure e se succede qualche imprevisto, non son nemmeno in grado di soccorrerti.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 28/09/2011 0.04.51

LA SUA RISPOSTA: L'intervento di Regane mette in luce un aspetto molto inquietante . Resta difficoltoso trovare persone che abbiano avuto buoni risultati e questo possiamo capirlo : chi decide di andare a Baden Baden , lo fa perchè non trova alternative . Però ciò che accade a Regane non è cosa accettabile . Un dibattito avvenuto tra me e Maddalena ha messo in luce l'esistenza di tanti dubbi : io un pochino più ottimista di Maddalena , cercavo di capire un mondo diverso dal nostro . Maddalena più scettica e dubbiosa .Alla fine , tra dibattiti, analisi, testimonianze pro , testimonianze contro ,nessun dubbio è stato risolto in modo totale . Ma alcuni degli interventi ultimi devono far riflettere perchè di fronte a persone che dicono di avere avuto dei miglioramenti dalle cure di Baden, si sono contrapposte altre persone che dicono cose opposte . A queste ultime persone dobbiamo il giusto credito . I rischi ci sono in tutte le cose mediche , ma questi sono accettabili solo se siamo in presenza di comportamenti corretti e seri .Regane dice, però, cose che mettono in risalto comportamenti scorretti .Pertanto si tenga presente anche questo aspetto della questione . Varo.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/09/2011 20.39.53

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti!!! Credo che i post di Renegade sn davvero inquietanti, che dire io la mia esperienza l'ho scritta. Sn rimasta molto colpita dalla 'scorrettezza'che hanno mostrato nei suoi confronti, anzi. Tutti sn molto disponibili, sicuramente anche x i soldi che paghiamo li. E poi Sommer ricevere x appuntamento tutti i giovedi mattina, strano che non voglia risponderla a telefono. Ho avuto modo di leggere anch'io l'articolo, ho saputo che hanno sperimentato queste gocce su adulti e bambini con buoni effetti anche se temporanei. Tieniamoci aggiornati!!!!!



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 30/09/2011 0.27.26

LA SUA RISPOSTA: eppure è così. Se interverrà anche qualcuno del mio gruppo, potrà testimoniarlo. Ad un ragazzo già dopo il primo mese di cura, non ha potuto parlare col "Dr" Sommer, se non dopo molto tempo. io credo che sia importante, anche il conforto di chi ti segue, soprattutto, quando la cura non funziona! Maria, se tu sei andata lì, hai visto che si possono mettere in una cassetta delle critiche scritte. tutti del mio gruppo, hanno criticato il fatto che si possa parlar poco e che non ti spieghino più di tanto.



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 30/09/2011 0.32.49

LA SUA RISPOSTA: io non credo, maria che tu possa dire di aver parlato più di tanto col dr. sommer, a meno che tu non sia una sua segretaria. e anche quando ci parli, se hai effetti collaterali, ti dice che dipende dalla terapia, e che vuol dire che la terapia sta funzionando. se va male, ti dà un'altra cura da pagare o non riesci a parlarci più. io credo che con tutti i soldi che si prende, se proprio non può guarirti, com e ti garantisce, prima di andare là, quantomeno deve risponderti al telefono.



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 03/10/2011 9.20.52

LA SUA RISPOSTA: essendo un ambulatorio privato all'estero credo che non serva rivolgersi all'unione consumatori e che una causa verrebbe a costare tanti quatrini e creerebbe solo ulteriore stress.Conviene dare il proprio parere quando qualcuno chiede informazioni sul trattamento, cercando di essere il più obbiettivi possibile,in questo modo si rende ad altri un servizio.Poi ognuno dopo aver ascoltato tutte le opinioni sarà libero di decidere se tentare ,aspettare prendere altre informazioni.



INTERVIENE: Maria
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 03/10/2011 20.04.36

LA SUA RISPOSTA: Bè che dirti, la mia esperienza è stata diversa e non sono una segretaria di sommer,le esperienze non sono tutte diverse, io conosco tante persone che si trovano bene e continuano ad andarci. anche a me ha detto che la cura può avere dei 'peggiormaneti'momentanei. Saluti



INTERVIENE: Fabio
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 04/10/2011 0.16.38

LA SUA RISPOSTA: Ma come mai non vi ponete una semplice domanda ? che fine ha fatto Patrizia ? quella che ha iniziato questo post dove affermava la guarigione del marito, non penso che non abbia avuto il minimo di curiosita' di leggere quello che lei ha iniziato, oppure peggio ancora acrive sotto un altro nome, concludo dicendo siamo alla fine del 2011 e io alle favole non credo gia' da un pezzo ragazzi la vita è dura attenzione a come spendete i vostri sudati risparmi chi vuole capire capisca !!!



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 26/10/2011 23.16.06

LA SUA RISPOSTA: io non so come si possa ancora sostenere che da sommer si guarisce. sommer te lo assicura prima di andare, al telefono e poi dopo che ti ha truffato non ti risponde +. risparmiatevi i soldi. giocano sulla nostra disperazione. sarei proprio curiosa di vedere questi risultati che paventate, scritti. ripeto su + di 10 persone, nessuno di noi ha avuto risultati.



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 26/10/2011 23.21.08

LA SUA RISPOSTA: e qualcuno di noi che non ha avuto risultati, siccome non ha alternative continua a credere a sommer che pagando ancora altre cure (6000 €) prima o poi avrà la guarigione. "bisogna aver pazienza" ti rispondono e cioè intanto continuare a pagare e a pagare...c'è una persona che ci va da 14 anni, con questa tiritera, gli avevano promesso che si sarebbe alzato dalla sedia a rotelle e a vrebbe camminato e sta ancora sulla sedia a rotelle! ripeto: giocano sulla disperazione della gente!



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 27/10/2011 8.38.42

LA SUA RISPOSTA: un'altra cosa da domandarsi e come sia possibile che si possano curare in un unico centro con terapie(Trattamenti) in cui è difficile capire il principio attivo, tante malattie diverse. Quando io ho telefonato ho avuto l'impressione che qualsiasi malattia avessi nominato la risposta sarebbe stata la stessa ,ho parlato con un signore straniero che ha detto essere il dottor Sommmer ,poteva essere chiunque, perchè non è sceso in particolari di natura medica ,io ho parlato di una malattia genetica e ho chiesto se era possibile intervenire comunque anche se si trattava di una patologia ereditaria,mi ha risposto che la sua terapia non guarisce ma che senz'altro avrebbe portato dei miglioramenti e un po' di vista.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 27/10/2011 11.07.09

LA SUA RISPOSTA: Probabilmente si creano equivoci ed ambiguità proprio nel definire i risultati come miglioramenti : molti pensano che un miglioramento dipenda da un passo verso la guarigione . Però il dottore stesso dice che non si guarisce . Probabilmente si agisce sulla sintomatologia e non sulle cause . Allora perde di senso la domanda di Maddalena a riguardo del curare tante diverse patologie nello stesso centro . Comunque a me Patrizia aveva parlato di cellule staminali di origine suina .Inizialmente , sempre Patrizia , aveva parlato di oncomodulina . Un mio amico sarebbe stato trattato con peptidi che sono potenti antiinfiammatori . , nessun risultato .Un'altra amica era andata là , incontrando anche Patrizia . Ha rinunciato . Di Patrizia ha riferito che il marito aveva avuto delle crisi nervose che, però rientravano e manteneva i miglioramenti della vista . Penso che Patrizia non se la senta più di prendersi la responsabilità di garantire un qualsiasi risultato , visti anche gli insuccessi e le ambiguità . Cosa fare ? In questa discussione ci sono elementi sufficienti per valutare la situazione e le possibilità : ci sono versioni a favore e versioni contro . Ci sono pareri ed interpretazioni in ogni direzione , ecc. . Dobbiamo ringraziare sia coloro che hanno testimoniato a favore , sia coloro che hanno testimoniato contro . E, dobbiamo dire che chiunque voglia tentare la strada di Baden baden , deve sapere che da lì non vengono guarigioni miracolose . Potranno venire miglioramenti , ma non per una regressione della patologia , ma, su questo argomento tutto è ambiguo e dovrebbero essere le autorità del paese a vigilare e permettere solo il rispetto delle regole a tutela del consumatore , il quale, però non è tutelato da nessuna parte . E, poi, si torna a quanto dico da tempo : Abbiamo una pessima informazione di massa E mi permetto anche una osservazione : anche un forum , qualsiasi cosa si dica , concorre a pubblicizzare senza poter informare correttamente . Varo.



INTERVIENE: Mariafrancesca
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/10/2011 19.56.12

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti, anch'io sono stata a Baden Baden per atrofia al nervo ottico. anche a me come a Reganeavevano assicurato un miglioramento, anzi la guarigione, con le staminali di origine animale: Il risultato è stato della massima delusione, abbiamo speso un sacco di soldi e risultati zero: Io sono partita molto scettica, non mi fidavo e non mi fido, ma ndavanti alla quasi certezza di un miglioramento, come si fa a rimanere indifferenti? e anch'io ci sono cascata. Oltre a questo lamento la mancanza di professionalità con cui vengono seguiti i pazienti, tutti amassati a fare + o - le stesse terapie, anche se con malattie diverse. Se ti accompagnaun familiare, non può partecipare al colloquio che hai con Sommer dopo 2 giorni, anche se tu lo vuoi, ma perchè? perchè mio marito con cui condivido tutto da una vita non può sentire quello che mi dice Sommer? (si trinceano dietro la privacy...... tutte storie). Come mai i pazienti sono tutti italiani o di origine italiana? perchè non c'è neanche un tedesco? Come mai i tedeschi di B.B. non sanno neanche chi sia Sommer?. Non parliamo poi della difficoltà ad avere la fattura per le prestazioni. Se non la chiedi quando confermi la terapia, non c'è verso che te la facciano e non la fanno per nessun motivo. Sentito con le miè orecchie da una segretaria che rispondeva al telefono "Certo signora abbiamo una nuova terapia che cura i tumori, per venire abbiamo disponibilità per...." La mia personale opinione è che il loro business sta nella disperazione delle persone ammalate, che perdono la necessaria lucidità ed io purtroppo sono stata tra quelle. Ciao a tutti



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 29/10/2011 22.22.04

LA SUA RISPOSTA: A questo punto, potrebbero esserci elementi sufficienti, per intraprendere una causa legae collettiva per richiedere un risarcimento danni ... .Varo.



INTERVIENE: Loana
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 01/11/2011 11.14.41

LA SUA RISPOSTA: Ciao Loana.. Sei andata con la bambina? Anche io ho una bimba di 2 anni con lo stesso problema ed è senza diagnosi. Il 12 dicembre vado con lei dal Dott. Sommer per una visita di due giorni. Tanti saluti.



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/11/2011 22.55.13

LA SUA RISPOSTA: tutto vero quello che ha detto maria francesca! patrizia cosa ti fanno l'esame del dna a baden baden? i medici sono italiani, chi di ce tedeschi? i medici sono francesi che si spostano in germania perchè in francia non è legale fare queste terapie. e non sono medici ma naturopati! non buttate i soldi come li ho buttati io e tanti altri. proprio in questi giorni è morta una signora, a cui sommer aveva assicurato che sarebbe guarita da un tumore al cervello. ha fatto cure su cure ed ha affrontato due viaggi a baden baden in condizioni disastrose, con l'illusione di guarire. ebbene è morta!



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/11/2011 22.57.41

LA SUA RISPOSTA: varo, c'interesserebbe sapere come fare una causa collettiva, perchè siamo tanti. a chi dobbiamo rivolgerci?



INTERVIENE: Ludovico
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 16/11/2011 12.57.37

LA SUA RISPOSTA: Per fare una causa collettiva o "class action" la cosa migliore è rivolgersi ad una associazione di consumatori come ad esempio l'ADUC che ha già vinto una causa con una class action contro il Monte dei Paschi. www.aduc.it



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 17/11/2011 0.14.35

LA SUA RISPOSTA: Penso che Ludovico abbia già dato un consiglio valido . Il mio pensiero è il seguente : sarebbe opportuno che tutte le persone interessate si contattassero per scambiare ed unire le proprie esperienze .Tutte insieme raccogliere una documentazione che provi il comportamento scorretto . Dopodichè prendere contatto con un buon avvocato . Sottoporre all'avvocato la documentazione che comprenda le cartelle cliniche e le prescrizioni dei farmaci , nonchè le diagnosi . Non credo possibile prescrivere farmaci senza una diagnosi e, se questa non esiste , è già un segno di scorrettezza .Poi ci vvorrebbero le ricevute dei pagamenti . Penso che anche queste ricevute dovrebbero essere obbligatorie . Magari registrare una telefonata che penso sia cosa diversa dalle intercettazioni , ecc. Mettere in conto tutte le spese , viaggi compresi , mettere in conto i danni morali e tutto quello che sia giusto .Ciedere all'avvocato una contestazione chiaramente palese che non porti ad interpretazioni ambigue . S i deve essere sicuri che la persona messa sotto accusa abbia anche dei beni propri , perchè può essere che il disonesto risulti nullatenente e, allora non si riesce a farci risarcire ., Quindi si deve incriminare la clinica come organizzazione . Un buon avvocato saprà come muoversi .Controllare ,prima, le spese previste per essere certi di poterle sostenere . Però il consiglio di Ludovico è valido, perchè una associazione a difesa dei consumatori ,ha buoni avvocati e le spese sono minori che in altri modi . Ovviamente sarei stato molto più contento che baden baden fosse stata una possibilità positiva, ma le testimonianze negative sono tante . Nessuno deve poter giocare sulla salute in modo scorretto . Varo.



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 19/11/2011 22.50.40

LA SUA RISPOSTA: grazie Varo e Ludovico, appena ho tempo me ne occuperò. Questa cura purtroppo ha creato tanti problemi, che ognuno di noi sta spesso in ospedale. Adesso ho saputo di un altro paziente che oltre a non essere guarito con gli occhi, è peggiorato e gli è venuto pure un tumore! e tutto questo dopo aver fatto cure che non sono state impegnative e dopo aver speso tanti soldi. forse per questo sommer non teme niente, proprio perchè poi alla fine questi pazienti stanno così male che non hanno nemmeno la forza per mettersi pure in un ricorso legale e per lo + all'estero!



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 19/11/2011 23.51.33

LA SUA RISPOSTA: Senza entrare nel merito delle questioni dei trattamenti ,vorrei dire che per fare una causa collettiva , è fondamentale la testimonianza di persone diverse , perchè , di certo la persona accusata può sostenere la tesi di non avere promesso guarigioni e, magari di avere informato su i rischi . Possibile che abbia fatto firmare una informativa , oppure che abbia documentato le cose in modo da alterare le prove . Quindi dovete mettere attenzione a come impostare una eventuale causa . Personalmente sono dispiaciuto che svanisca una speranza . Ma se qualcuno specula sulla salute non deve poterlo fare impunemente. e mi dispiace anche un' altra cosa : I mezzi di informazione non informano correttamente ed i medici non vogliono , o non sanno, o non possono informare sulle molte trappole . Io ho sempre pensato che la buona medicina non sia solo quella ufficiale e lo penso tutt'ora . Ma le trappole esistono , mentre non basta il buon senso per evitarle : ci vorrebbe anche avere speranze diverse. Varo.



INTERVIENE: Regane
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 22/12/2011 19.54.27

LA SUA RISPOSTA: No, non abbiamo firmato nessuna informativa. In realtà, loro non essendo medici non potrebbero nemmeno fare prelievi e cose simili.



INTERVIENE: Maurizio
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 18/01/2012 17.09.42

LA SUA RISPOSTA: ciao a tutti , sono stato poco tempo fa , per la seconda volta , dal prof Siravo insieme a mia sorella Cinzia ( atrofia nervo ottico ) e devo dire che sono rimasto impressionato dalla competenza e serieta' del professore , ma soprattutto mi ha colpito il suo entusiasmo e la passione che ha messo nell' illustrarci tutte le possibilita' e le speranze concrete che la sua ricerca ( che si trova ad affrontare le prime sperimentazioni sugli esseri umani .. ) sta aprendo a tutti quelli che purtoppo finora hanno avuto solo il buio di fronte ai loro occhi. Averlo conosciuto di persona mi ha tolto parecchi dubbi e perplessita ( e vi assicuro che erano davvero tanti ) e spero che presto questa piccola luce diventi presto la luce " accecante " di una esplosione che fara il giro del mondo in attimo..



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 18/01/2012 18.32.11

LA SUA RISPOSTA: Ciao Maurizio, quando si parla del Professor Siravo, mi viene fatto sempre di ricordare che egli aveva tentato di entrare in questo forum , ma era stato censurato . Però il Professore è un personaggio da non sottovalutare . Comunque tu hai messo tre post entusiastici , senza dire niente di concreto . Potresti dirci cosa abbia stimolato tanto entusiasmo ? In un post hai aperto un titolo che parla di una lente bionica , della quale noi , in questo forum ,avevamo parlato un anno fa circa . Ma la sua sperimentazione era stata richiesta e, solo richiesta . Ci sono novità? Noi sappiamo che il sistema si dovrebbe basare su un microchip impiantato in zona corticale , mentre una lente molto particolare , fornirebbe segnali in wireless al microchip . Ma interessano i risultati tangibili sull'uomo . Cosa sai dirci ? Varo.



INTERVIENE: Stefano P.
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 11/02/2012 17.51.05

LA SUA RISPOSTA: Buonasera a TUTTI, mi chiamo Stefano ed avevo scritto qualche tempo fa. Come avevo detto nel marzo dello scorso anno sono stato a Baden Baden da Sommer, per atrofia/neuropatia al nervo ottico. Tengo a precisare che soffro di colite ulcerosa ed essendo quest'ultima una malattia autoimmune sembra essere la causa della neuropatia del nervo ottico, come mi dissero anche a Milano all' ospedale S.Raffaele (io sono di Firenze!). Come Vi dissi a suo tempo l' occhio non è ripreso per niente, ma era un tentativo che volevo fare altrimenti sarei rimasto nel dubbio: per quanto riguarda invece la colite ulcerosa sto veramente bene, non prendo più farmaci ma solo prodotti omeopatici che mi invia la farmacia tedesca, la stessa alla quale si rifornisce Sommer, che dire? Quello che si dice nel Forum su baden Baden è vero, ci sono solo Italini (bah!) i dottori non sono tedeschi ma Francesi e tutte le mattine, a turno vengono dalla vicina Francia. Uso i prodotti tedeschi su consiglio di un medico di Prato (omeopata), al quale mi sono rivolto per fare la idrocoloterapia e devo dire che facevo le feci composte solo quando prendevo il cortisone, con questi prodotti invece sto bene...se avete bisogno scrivete pure! Stefano



INTERVIENE: Matteo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 14/02/2012 12.44.06

LA SUA RISPOSTA: Ciao a tutti, premetto che la problematica che indirettamente mi riguarda (è mia madre che ha il problema)non ha a che fare con gli occhi, ma siccome stavonavigando per avere notizie più precise su questo Sommer, mi sono intromesso. Mamma ha un tumore al seno da 12 anni e abbiamo girato tutta l'Italia per cercare di trovare una soluzione che non fosse rappresentata dalle operazioni chirurgiche (ne ha fatte 8 e ormai non c'è più nulla da asportare sul torace...). Un amico di famiglia ci ha parlato di questo centro a Baden dove lui ha portato la sorella, quasi allo stadio terminale, e sembra che sia accaduto il miracolo...Non so cosa dirvi: dopo tutte queste notizie lette sul forum siamo veramente confusi, ma vi confesso che anch'io sono molto scettico, anche se chi ci ha dato la notizia è una persona degna di credibilità. Pochi anni fa andammo in Germania presso un altro piccolo centro coordinato da una Dottoressa ma, onestamente, mia madre fece solo un ciclo della cura, per alcuni versi simile a quella di Sommer. Abbiamo anche saputo che esiste un centro a Roma(noi abitiamo a 40 km da lì)che utilizza dei sistemi farmacologici che vanno ad integrare le terapie ed i protocolli seguiti dalla "medicina ufficiale". Il centro fa riferimento al dott. Massimo Bonucci: non so se vengono trattate patologie che riguardano l'occhio, date un occhiata su Internet, magari c'è qualcosa. Io vi ringrazio per l'attenzione, l'ospitalità ed auguro a tutti una vita il più dignitosa e serena possibile. un abbraccio



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 14/02/2012 14.55.36

LA SUA RISPOSTA: Caro Matteo, capisco molto bene il problema anche per avere vissuto qualcosa di simile con una leucemia che mi portò via mia madre. Quando non troviamo soluzioni nella medicina ufficiale diventa lecito cercare anche nella medicina alternativa ,dove, però, si deve stare attenti alle speculazioni . Penso che nella medicina non ufficiale possano esserci sperimentazioni non giunte alle conclusioni ultime . Penso che non vengano rispettati i protocolli e, magari usano conoscenze che la medicina ufficiale ritiene siano non complete , ma siano fotocopie di teorie ufficiali non anch'ora riconosciute . Quì siamo nel campo delle ipotesi , ma, forse si può spiegare come a volte si ottengano risultati insperati . Per certi tumori ,so che sono allo studio ed in sperimentazione dei vaccini tendenti a stimolare risposte immunitarie . Forse ci sono anche a Siena . Al Careggi qualcosa sanno fare . Poi ci sono metodiche dove vengono marcate le cellule tumorali per colpirle selettivamente . Io non ebbi i tempi e le capacità per fare qualcosa per mia madre ,ed avevo contro la sua età di 97 anni ., ma avrei fatto qualsiasi cosa fosse stato ragionevolmente possibile . Conclusione : Approfondirei la questione con il tuo amico e sentirei cosa sia vero su le risorse indicate . Potrei anche rischiare spese possibili , ma ci andrei con attenzione , non tanto per i costi , ma per le possibili speculazioni che partono già con l'idea di facili guadagni ,sapendo di non risolvere . Certo, Matteo: una discussione come quetsta non può chiarire le idee : ci sono elementi contrastanti , mentre non abbiamo le certezze sulla attendibilità delle notizie positive . Se conosci di persona l'amico che dici , puoi chiarire con lui tutto ciò che è possibile chiarire . Però non farti influenzare troppo dal forum che deve servire solo per raccogliere opinioni e testimonianze . Per il resto ci vuole da fare quello che suggerisce l'istinto ,anche per avere la coscienza tranquilla , qualora non si riesca a risolvere in positivo . Ciao , un abbraccio e un grosso in bocca al lupo . Varo.



INTERVIENE: Matteo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 14/02/2012 15.33.31

LA SUA RISPOSTA: Ciao varo. Ti ringrazio per le belle parole e soprattutto per aver ascoltato, cosa che di questi tempi è merce veramente rara. Mia madre ha "solo" 61 anni, ma l'amore per le persone supera il tempo e quando mi dici di tua madre capisco perfettamente cosa vuoi esprimere. Se avrò notizie dal mio amico chiederò anche qualcosa in più per tentare di dare il mio piccolo contributo a questo forum, quanto ad elementi sfruttabili anche da altri. Per il momento auguro a tutti tanta tanta forza di volontà e tanta fede. ciao



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 15/02/2012 22.27.50

LA SUA RISPOSTA: Ringrazio io pure.Sarei felice poter essere un pochino utile: e, quindi se nel ricercare dovessi trovare qualcosa di positivo lo inserirò in questa discussione . Comunque penso che anche le nostre esperienze possano servire per indicare strade . La mia esperienza è stata drammatica : A mia madre fu diagnosticata una leucemia mielide acuta ,sulla base di sintomi ed analisi del sangue . Il primario dell'ospedale mi fece un discorso di questo tipo : Per essere sicuri della giustezza della diagnosi , dovremmo fare analisi invasive pesanti per sua madre . Siccome lei non potrebbe sopportare le eventuali terapie per la leucemia , allora non faccio neppure le analisi . ... Io non mi fermai lì e feci ricerche e inviai e mail a tutti i migliori centri anti tumori . Bologna. Milano. Genova. Napoli . Careggi . ecc. Nessuno diede una risposta , nè allora, nè mai . Rispose subito la lega anti tumori che mi indicò Siena che contattai telefonicamente , troppo tardi . Rispose , invece Di bella per indirizzarmi verso il suo collaboratore più vicino a me . Ma non feci in tempo neppure in questo caso e, comunque, avrei trovato opposizioni interne . Nelle mie ricerche venivano fuori i trials con i vaccini ppresso Siena . I fatti risalgono al maggio del 2008 . Ecco, se quì dentro c'è qualcosa che possa essere utile ... Posso dire anche un'altra cosa positiva : io ho una cugina che è stata operata al seno per un tumore : sono passati oltre quaranta anni e sta mene anch'ora Ciao, Varo. .



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 16/02/2012 11.51.28

LA SUA RISPOSTA: Voglio rettificare un mio errore dovuto ad uno sfalsamento dei miei ricordi : Nell'elencare i centri ai quali avevo chiesto informazioni , ho incluso , erroneamente , il Careggi . In realtà questo centro mi era stato indicato dalla lega contro i tumori. Ma io avevo posto le mie attenzioni verso il centro di Siena , tardivamente , pochi giorni prima del decesso di mia madre , accelerato da un particolare incidente . Varo.



INTERVIENE: Varo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 16/02/2012 14.38.14

LA SUA RISPOSTA: Per Matteo e per tutti coloro che ne siano interessati ,ho fatto una breve ricerca sul tema dei tumori al seno . Non riporto articoli per evitare le problematiche dei copyright, però ho inserito l'intero link dei risultati della ricerca , per cui , chi lo desidera può aprire i documenti che interessano . Diverse notizie sono recentissime . Penso che la clinica che avevo indicato nei posts precedenti ,possa essere uniformata alle conquiste in atto . Sarebbe una bellissima cosa se si aprissero anche le speranze per la mamma di Matteo , che saluto tanto cordialmente . Varo E' un successo il vaccino contro il cancro al seno sperimentato sui ... 31 mag 2010 ... Roma - (Adnkronos) - "Se dovesse funzionare negli esseri umani come sulle cavie, sarebbe una conquista monumentale. Potremo eliminare il ... www.adnkronos.com/IGN/News/Crona ... - Altri risultati nel dominio - copia cache Vaccino per il tumore al seno: così Shari è guarita - Hitech e Scienza ... 5 gen 2012 ... Alla storia di Shari Baker, una donna di 53 anni di Scottsdale, Arizona, Newsweek ha dedicato un lungo servizio. Shari avrebbe dovuto morire ... blog.panorama.it/hitechescienza/ ... - Altri risultati nel dominio - copia cache Vaccino contro il cancro al seno: il primo passo dagli States 1 giu 2010 ... Il primo passo verso un vaccino contro il cancro al seno. E' quanto emerge da una ricerca condotta da Vincent Tuohy, il quale, al Cleveland ... www.nextme.it/scienza/salute/590 ... - Altri risultati nel dominio - copia cache Cancro al seno, funziona il vaccino Dall'anno prossimo test sull ... 31 mag 2010 ... Il vaccino contro il cancro al seno sembra funzionare. Almeno fa effetto sui topi da laboratorio. Il siero sperimentato dalla Cleveland Clinic ... www.repubblica.it/salute/prevenz ... - Altri risultati nel dominio - copia cache Primi test positivi del vaccino contro il cancro al seno - Italiasalute S.r.l. Il nuovo vaccino contro il tumore al seno sembra essere molto efficace nella lotta alla malattia. Durante lo studio condotto dai ricercatori della Wayne State ... italiasalute.leonardo.it/News.as ... - Altri risultati nel dominio - copia cache Ideato un vaccino contro il cancro al seno e al pancreas Ideato un vaccino contro il cancro al seno e al pancreasIl vaccino si è dimostrato estremamente efficace nel reclutare le difese immunitarie del ... mammefandimarcocarta.forumcommun ... - Altri risultati nel dominio - copia cache Testato il vaccino per il tumore Her2 - Col senno di poià 9 gen 2012 ... Testato il vaccino per il tumore Her2. Tweet. Ecco un'altra storia a lieto fine: una donna di 53 anni con un tumore al seno avanzato, ha visto ... blog.ilgiornale.it/locati/2012/0 ... - Altri risultati nel dominio - copia cache Ho fatto il vaccino contro l'hpv : Forum alFemminile Ho fatto il vaccino contro l'hpv. buongiorno a tutti! volevo dirvi che a seguito di una ... La prevenzione del cancro al collo dell'utero; Vaccino papillomavirus, rischi ..... tumore al seno magari ci fosse anche un vaccino contro il tumore al seno... vi ... forum.alfemminile.com/forum/f352 ... - Altri risultati nel dominio - copia cache Tumore al seno: un vaccino per combatterlo | MedicinaLive 22 apr 2008 ... Si chiama Neuvax e sta aprendo grandi speranze per combattere il tumore al seno. E' un vaccino che riesce ad aggredire le cellule cancerose ... www.medicinalive.com/senza-categ ... - Altri risultati nel dominio - copia cache Primi Test positivi del vaccino contro il tumore del seno Primi Test positivi del vaccino contro il tumore del seno. Il nuovo vaccino contro il tumore al seno, testato al momento solo su cavie, sembra .. Primi Test positivi ... www.forumsalute.it/community/for ... - Altri risultati nel dominio - copia cache Link sponsorizzati La Ricerca sul Cancro | airc.it Sostieni il lavoro dei ricercatori Aiutaci a sconfiggere il cancro! .



INTERVIENE: Matteo
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 17/02/2012 10.04.57

LA SUA RISPOSTA: Varo, ti ringrazio per la tua grande premura e gentilezza. Ho visto alcuni link che mi hai postato. Che dire? Vedremo come proseguire questa lotta, sperando che ci sarà il tempo in cui qualcosa di veramente certo venga tirato fuori. Un abbraccio.



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 31/03/2012 18.28.22

LA SUA RISPOSTA: questa traduzione è fatta con il traduttore di google,mi sembra che comunque si capisca abbastanza il contenuto. QPI-1007 Disease and Indication Malattia e Indicazione Ocular neuroprotection Oculare neuroprotezione Non-Arteritic Anterior Ischemic Optic Neuropathy Anteriore non-arteritica neuropatia ottica ischemica (NA-AION) (NA-AION) Description Descrizione QPI-1007 is a synthetic siRNA designed to temporarily inhibit expression of the pro-apoptotic protein, Caspase 2. QPI-1007 è un siRNA sintetico progettato per inibire temporaneamente espressione della proteina pro-apoptotica, caspasi 2. QPI-1007 utilizes a novel siRNA structure developed by Quark that preserves activity while attenuating off-target and immunostimulatory effects. QPI-1007 utilizza una nuova struttura siRNA sviluppato da Quark, che conserva l'attività e attenua off-target e gli effetti immunostimolanti. QPI-1007 is being developed as a neuroprotectant for the treatment of non-arteritic ischemic optic neuropathy (NAION) and potentially other optic neuropathies such as glaucoma that result in the death of retinal ganglion cells (RGCs). QPI-1007 è stato sviluppato come un neuroprotettore per il trattamento di non-arteritica neuropatia ottica ischemica (NAION) e neuropatie ottiche potenzialmente altri come il glaucoma che provocano la morte delle cellule gangliari retiniche (RGC). Quark is conducting a Phase I dose-escalation safety study using QPI-1007 in patients suffering from Optic Nerve Atrophy and NAION. Quark sta conducendo una fase I dose-escalation studio sulla sicurezza con QPI-1007 in pazienti affetti da atrofia del nervo ottico e di NAION. NAION is triggered by blockage of blood flow to the optic nerve, resulting in sudden and painless vision loss that frequently leads to permanent blindness. NAION è provocato da blocco del flusso di sangue al nervo ottico, con conseguente perdita di visione improvvisa e indolore che spesso conduce alla cecità permanente. This disease affects about 8,000 persons annually in the United States and currently there are no effective treatments. Questa malattia colpisce circa 8.000 persone ogni anno negli Stati Uniti e attualmente non vi sono trattamenti efficaci. Apoptosis (programmed cell death) is thought to be the main cause of the death of retinal ganglion cells in non-arteritic anterior ischemic optic neuropathy and glaucoma Animal studies of QPI-1007 demonstrated (i) uptake of siRNA in retinal ganglion cells following intravitreal administration, (ii) RNAi-mediated mechanism of action of QPI-1007 in ocular tissues harvested after intravitreal administration and (iii) efficacy of QPI-1007 in three animal models. L'apoptosi (morte cellulare programmata) è pensato per essere la causa principale della morte delle cellule gangliari retiniche nel non-arteritica neuropatia ottica ischemica anteriore e il glaucoma studi su animali della QPI-1007 dimostrata (i) diffusione di siRNA in cellule gangliari della retina in seguito alla somministrazione intravitreale , (ii) RNAi-mediato meccanismo di azione di QPI-1007 in tessuti oculari dopo somministrazione intravitreale raccolte e (iii) l'efficacia di QPI-1007 in tre modelli animali. QPI-1007 exhibited a favorable safety profile in toxicity studies. QPI-1007 espone un favorevole profilo di sicurezza negli studi di tossicità. Based these preclinical studies, Quark believes that QPI-1007 may be an effective neuroprotective agent, with potential use in NAION and also in major diseases involving retinal ganglion cell loss, including glaucoma. Sulla base di questi studi preclinici, Quark ritiene che QPI-1007 può essere un efficace agente neuroprotettivo, con un potenziale utilizzo in NAION e anche nelle principali malattie che comportano perdita di cellule gangliari della retina, compreso glaucoma. Quark is developing non-invasive delivery strategies for the potential use of QPI-1007 to treat chronic diseases like glaucoma. Quark sta sviluppando non-invasive strategie di consegna per l'uso potenziale di QPI-1007 per il trattamento di malattie croniche come il glaucoma. Glaucoma is a slowly progressing optic neuropathy characterized by the progressive loss of RGCs and is the leading cause of blindness worldwide. Il glaucoma è una neuropatia ottica lenta progressione caratterizzata dalla progressiva perdita di RGC ed è la principale causa di cecità nel mondo. There is no cure for glaucoma, and nerve damage and visual loss from glaucoma is usually irreversible. Non esiste una cura per il glaucoma, e danni ai nervi e perdita della vista dal glaucoma è in genere irreversibile. Several classes of drugs approved to treat glaucoma are used to lower intraocular pressure. Diverse classi di farmaci approvati nel trattamento del glaucoma sono usati per abbassare la pressione intraoculare. However, elevated intraocular pressure (IOP) is only a risk factor, and people with normal IOP can also develop glaucoma. Tuttavia, la pressione intraoculare (IOP) è solo un fattore di rischio, e le persone con pressione intraoculare normale possono anche sviluppare glaucoma. Neuroprotection has been proposed as a therapeutic strategy in glaucoma to promote survival of retinal ganglion cells. Neuroprotezione è stata proposta come una strategia terapeutica in glaucoma per promuovere la sopravvivenza delle cellule gangliari retiniche. The chemical structure of QPI-1007 was developed by Quark in collaboration with BioSpring GmbH, and is believed to be free of third Party IP. La struttura chimica del QPI-1007 è stato sviluppato da Quark, in collaborazione con BioSpring GmbH, e si crede di essere liberi di IP di terze parti. Development Status Stato di sviluppo Phase I Clinical Study Studio clinico di Fase I Development Pipeline Sviluppo Pipeline PF-655 PF-655 QPI-1002 QPI-1002 QPI-1007 QPI-1007 Program for Pipeline siRNAs Programma per siRNAs Pipeline Disease Indications Indicazioni Malattia



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 31/03/2012 18.30.25

LA SUA RISPOSTA: scusate è venuto un pasticcio chiedo alla redazione di cancellare il tutto provvederò a tradure e poi lo rimetterò



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 31/03/2012 20.23.25

LA SUA RISPOSTA: è in corso un trials in fase 1, con questo farmaco si può leggere sul sito www.clinicaltrials.gov QPI-1007 Neuroprotezione oculare Non-Arteritic Anterior Ischemic Optic Neuropathy Anteriore non-arteritica neuropatia ottica ischemica (NA-AION) (NA-AION) QPI-1007 è un siRNA sintetico progettato per inibire temporaneamente l'espressione della proteina pro-apoptotica, caspasi 2. QPI-1007 utilizza una nuova struttura siRNA sviluppato da Quark, che conserva l'attività e attenua off-target e gli effetti immunostimolanti. QPI-1007 è stato sviluppato come un neuroprotettore per il trattamento della non-arteritica neuropatia ottica ischemica (NAION) e altre potenziali neuropatie ottiche come il glaucoma che provocano la morte delle cellule gangliari retiniche (RGC). Quark sta conducendo una fase I dose-escalation studio sulla sicurezza con QPI-1007 in pazienti affetti da atrofia del nervo ottico e di NAION. NAION è provocato da blocco del flusso di sangue al nervo ottico, con conseguente perdita di visione improvvisa e indolore che spesso conduce alla cecità permanente. Questa malattia colpisce circa 8.000 persone ogni anno negli Stati Uniti e attualmente non vi sono trattamenti efficaci. L'apoptosi (morte cellulare programmata) si pensa sia la causa principale della morte delle cellule gangliari retiniche nella non-arteritica neuropatia ottica ischemica anteriore e nel glaucoma. Studi su animali con QPI-1007 hanno dimostrato la diffusione di siRNA nelle cellule gangliari della retina in seguito alla somministrazione intravitreale , ha dimostrato efficacia in 3 modelli animali. QPI-1007 dimostra un profilo di sicurezza favorevole negli studi di tossicità. Sulla base di questi studi preclinici, Quark ritiene che QPI-1007 può essere un efficace agente neuroprotettivo, con un potenziale utilizzo in NAION e anche nelle principali malattie che comportano perdita di cellule gangliari della retina, compreso glaucoma. Quark sta sviluppando strategie di consegna non invasive per l'uso potenziale di QPI-1007 per il trattamento di malattie croniche come il glaucoma. Il glaucoma è una neuropatia ottica a lenta progressione caratterizzata dalla progressiva perdita di RGC ed è la principale causa di cecità nel mondo. Non esiste una cura per il glaucoma, e danni ai nervi e la perdita della vista da glaucoma è in genere irreversibile. Diverse classi di farmaci approvati nel trattamento del glaucoma sono usati per abbassare la pressione intraoculare. Tuttavia, la pressione intraoculare (IOP) è solo un fattore di rischio, e le persone con pressione intraoculare normale possono anche sviluppare glaucoma. La neuroprotezione è proposta come una strategia terapeutica nel glaucoma per promuovere la sopravvivenza delle cellule gangliari retiniche. La struttura chimica del QPI-1007 è stato sviluppato da Quark, in collaborazione con BioSpring GmbH,



INTERVIENE: TheCrash
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 22/02/2018 13:52:35

LA SUA RISPOSTA: Ciao, anch'io ho l'atrofia ho 4 decimi dall'occhio destro come conseguenza di un incidente.. quanti cicli/mesi di cura mi ci vorrebbero per recuperare tutto?



INTERVIENE: Maddalena
PUBBLICATO IL (giorno e ora): 22/02/2018 15:07:30

LA SUA RISPOSTA: metto un articolo più recente su QPI-1007della quark farmaceutic.https://medicinenet.top/nuove-cliniche/quark-analoghi-del-qpi-1007-mostre-effetti-neuroprotettivi-in-glaucoma-modello/