ATRI Onlus - Associazione Toscana Retinopatici ed Ipovedenti

Torna alla Home Page del Forum


UTENTE NON AUTENTICATO.
Se vuoi partecipare alla discussione clicca su accedi al Forum oppure, se ancora non l'hai fatto, registrati adesso!

Per un'ottima gestione di questo servizio, invitiamo i nostri gentili utenti, a consultare le norme del regolamento. Grazie!



Il titolo della discussione : Invalidità.
Proposta da: Katja
Il suo messaggio : ciao a tutti volevo sapere se vi va la percentuale di invalidità che vi ha assegnatoil comitito medico per la sindrome di stargardt e i vostri visus io sto aspettando che mi chiamano per la visita e vorrei sapere ciò che mi aspetta!!!grazie per la disponibilità vostra e di questo bel sito dove davvero ci si sente meno soli!!!con affetto


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 25/04/2011 10.01.46
La sua risposta : Ciao Katja per la percentuale bisogna vedere il tuo visus se raggiunge 1/20 sicuramente avrai l'indennita' come cieca venetesimista. Per il resto penso che come ventesimista la percentuale possa superare il 75%. Ti aspetta una bella visita da una commissione medica Asl insieme ad un membro dell'Inps. E mi raccomando porta tutte le certificazioni che hai , Fluorangiografia, Oct , Erg e Pev. E mi raccomando certificati di enti pubblici. Ciao


Interviene alla discussione: Katja
Pubblicato il (giorno e ora): 25/04/2011 21.51.41
La sua risposta : la danno solo se si è ventesimisti??io non sono ventesimista....credevo che in quanto si ha una malattia degenerativa progressiva contasse anche quello....io ho 1/10 in un occhio e 5/10 in un altro saranno molto severi verò alla commissione??speriamo bene....


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 26/04/2011 8.06.34
La sua risposta : Ciao Katja non sono una commissione medica non posso sapere se saranno severi, sono preparati nel lavoro che fanno questo e' certo. Si ti riconosceranno l'invalidita' sicuramente anche con 1/10 e 5/10. Tutto sta e' vedere la percentuale che ti daranno. Io penso dalle tabelle che ho consultato che dovrebbero darti tra il 70 e l'80 % pero' non mi piace buttare giu' numeri. Ciao


Interviene alla discussione: Stefano
Pubblicato il (giorno e ora): 26/04/2011 10.00.39
La sua risposta : Sicuramente per percepire l'indennità speciale dovuta ai "ventesimisti" bisogna avere in entrambi gli occhi un visus non superiore ad un ventesimo, oppure lo stesso residuo nell'occhio migliore. Nel tuo caso, Katja, purtroppo (ma direi, per fortuna), non è così. Certo per la patologia che hai avrai diritto all'esenzione del ticket sanitario riguardo agli esami o analisi concernenti propriamente la Stargaardt. Ma penso che con il tuo visus attuale la commissione non potrà riconoscerti che nell'ambito degli invalidi civili (mentre il ventesimista è riconosciuto invalido nell'ambito dei ciechi civili), e considerando poi che l'occhio migliore ha un visus di cinque decimi, la miglior percentuale di invalidità a cui potrai aspirare sarà non superiore al 46 per cento. Poi potranno incorrere anche altri parametri, in sede di visita oculistica della commissione, che potranno forse aumentare di qualcosa la percentuale, ma non credo che sarà tanto diverso da quello che ti ho scritto. Ciao.


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 26/04/2011 10.23.17
La sua risposta : Si ha ragione Stefano e' vero la tua percentuale si aggirera' intorno al 46%. Sulle tabelle di invalidita' avevo controllato il visus dell'occhio peggiore cioe' il decimista. Perdono.


Interviene alla discussione: Katja
Pubblicato il (giorno e ora): 26/04/2011 22.08.02
La sua risposta : grazie per l informazione vi farò sapere...


Interviene alla discussione: Walter
Pubblicato il (giorno e ora): 05/05/2011 14.57.35
La sua risposta : Ho ricevuto oggi l'esito della visita fatta in novembre. Con un visus di 1/10 OD e 5/10 OS non mi hanno riconosciuto un bel niente! Sono esterrefatto!


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 05/05/2011 22.04.48
La sua risposta : Mah tutto cio' e' molto strano, almeno una percentuale anche se bassa te l'avrebbero dovuta dare, ma forse hanno preso il visus del tuo occhio migliore. Puoi fare sempre ricorso ma non so quanto ti convenga a questo punto.


Interviene alla discussione: Katja
Pubblicato il (giorno e ora): 05/05/2011 23.06.45
La sua risposta : è proprio una vergogna secondo me, vorrei vedere loro al posto nostro!!!mi dispiace walter ma io fossi in te farei ricorso sicuramente!!!io credo che acrò la visita verso giugno il 25 maggio devo andare a fare erg e pev !!!come si è svolta la visita??'cosa ti hanno fatto? cosa ti hanno chiesto?sempre se ti va di rispondere...io ho visto che mi sono sbagliata a scrivere in un altro messaggio il mio visus...senza correzione 1/20 occhio sx e 3/10 occhio destro con correzione ho 1/10 osx e 5/10 odx ma credo che un pò mi sia peggiorata faccio sempre più difficolta.


Interviene alla discussione: Walter
Pubblicato il (giorno e ora): 06/05/2011 9.06.12
La sua risposta : La visita è durata 5 minuti. Non mi hanno chiesto nulla, hanno guardato il certificato del medico specialista con l'indicazione della patologia e del visus. Gli esami li hanno sfogliati restituendomi tutte le fotocopie. Credo che l'unica cosa importante sia il visus. Ho visto nelle tabelle che la percentuale di invalidità associata al mio visus è 20. Credo che se non si raggiunge un terzo di invalidità non diano nulla. In bocca al lupo


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 06/05/2011 9.08.40
La sua risposta : Per quanto riguarda l'invalidità non ho proprio idea se ti spettasse una percentuale in base alle tue condizioni di vista Walter; però ti posso dire che vengono considerati tutti e due gli occhi; quindi se dall'occhio migliore vedi 5/10 non rientri neanche nella categoria degli ipovedenti, perché per essere riconosciuto almeno ipovedente lieve non bisogna superare i 3/10 da entrambe gli occhi, a meno che tu non abbia anche grossi problemi di campo visivo, come nel mio caso, io nel 2007 avevo 5/10 da entrambe gli occhi, però avendo un campo visivo inferiore al 10% mi è stata riconosciuta la cecità parziale.


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 06/05/2011 10.26.57
La sua risposta : Ciao Marco ma percepisci anche l'indennita' da ventesimista? vedendo 5/10 in entrambi gli occhi.?


Interviene alla discussione: Simone
Pubblicato il (giorno e ora): 06/05/2011 13.55.35
La sua risposta : Facciamo un po' di chiarezza. Nel'Aprile del 2001 è stata pubblicata sulla G.U la legge 138, la quale tratta la materia della classificazione delle minorazioni dell'apparato visivo. La legge 138 del 2001, noi la conosciamo molto bene, contribuimmo alla sua realizzazione, introdusse un ulteriore parametro visivo per la quantificazione della minorazione visiva. Il nuovo parametro era la visione perimetrale o meglio conosciuto come campo visivo, questa modifica consentì alla maggior parte dei retinopaticidi ottenere un riconoscimento dell'invalidità. Quindi da allora le commissioni devono tener conto sia della riduzione dell'acuità visiva sia della riduzione della visione perimetrale. Vi invito a consultare la predetta legge sulle pagine del nostro sito. Un saluto a tutti.


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 06/05/2011 14.52.26
La sua risposta : Adesso non ho più 5/10, ma sì da allora percepisco l'indennità di ventesimista perché avendo un campo visivo così ridotto è come se lo fossi appunto ventesimista. Come dice Simone dal 2001 c'è questa legge che tiene di conto sia del visus sia del campo visivo.


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 06/05/2011 21.38.13
La sua risposta : Ciao Marco scusami se te lo chiedo ma dato che la cosa mi interessa ed anche parecchio vorrei capire si effettuano per verificare un campo visivo ridotto. Penso solo un campo visivo? O anche altri esami? Ciao e grazie


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 06/05/2011 21.41.04
La sua risposta : Mi sembra che si parli di " coloro il cui residuo perimetrico binoculare è inferiore al 10% " E' giusto?


Interviene alla discussione: Katja
Pubblicato il (giorno e ora): 06/05/2011 21.49.18
La sua risposta : il mio medico nel foglio ha scritto solo il mio visus non il campo visivo quindi io non so che percentuale ho in merito....io credevo che la commissione alla visita di invalidità facesse un ulteriore visita per accertare!!!!1


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 07/05/2011 8.39.34
La sua risposta : Si Massy è giusto...fino a poco tempo fa bastava un campo visivo Goldman, ma un anno fa mi ha detto l'oculista che adesso ci vuole un esame di campo visivo nuovo chiamato Gisi.


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 07/05/2011 9.55.53
La sua risposta : Ciao Marco ma e' il classico campo visivo quello che bisogna spingere quella sorta di pulsante quando si vede la luce accendersi?


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 07/05/2011 12.30.25
La sua risposta : Quello che dici te è il campo visivo Goldman, quindi fino a poco tempo fa bastava quello alla commissione per richiedere l'invalidità o cecità. Ma adesso so che ci vuole questo nuovo campo visivo Gisi che però non ho idea di che tipo di esame sia...


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 07/05/2011 22.46.26
La sua risposta : Come faccio a fare questo campo visivo gisi? Me lo devo far prescrivere dal mio medico curante e prendere appuntamento tramite CUP ? che tu sappia? Grazie


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 08/05/2011 9.29.50
La sua risposta : Si..questa è la procedura da seguire...Ciao


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 08/05/2011 17.30.39
La sua risposta : Grazie Mraco sei stato gentilissimo, in settimana prendero' appuntamento e poi ti faro' sapere!


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 15/05/2011 15.21.24
La sua risposta : Ciao Marco e Simone una domanda ma avendo un campo visivo inferiore al 10% ed essere riconosciuto cieco parziale si ha anche diritto all'indennita'speciale da venbtesimista o no?


Interviene alla discussione: Stefano
Pubblicato il (giorno e ora): 15/05/2011 22.59.20
La sua risposta : Caro Massi, mi permetto di intervenire anche se non interpellato (ma magari Simone sarà più preciso), però per quel poco che so e che mi ricordo il cieco "ventesimista" è equiparato al cieco parziale, o viceversa, in ogni caso l'indennità speciale viene erogata allo stesso modo. Penso che dipenda solo da formule e diciture burocratiche che si possono trovare nei vari modelli da riempire delle ASL, ma la sostanza è la stessa, e la "speciale" è di diritto per entrambi.


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 16/05/2011 9.01.45
La sua risposta : Ciao Stefano grazie per l'immediata risposta , ma mi ero permesso di porre tale domanda perche' non so se essendo anche cieco parziale puo' venire riconosiuta l'indennita' speciale da ventesimista. Tutto qua lo chiedevo in maniera informativa perche' su questo punto brancolo nel buio.


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 13/09/2011 22.12.06
La sua risposta : Una domanda seppur stupida vorrei porla ugualmente: ma e' possibile che una persona vedendo non so 7/10 possa avere un residuo perimetrico binoculare inferiore al 10 per cento?


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 14/09/2011 9.55.17
La sua risposta : Certo Massy! io nel 2007 avevo 6/10 e un campo visivo inferiore al 10%...


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 14/09/2011 10.07.41
La sua risposta : Ciao Marco scusa se te lo chiedo ma e' un argomento che mi interessa mioltissimo quindi ij questo caso ti e' stata riconosciuta la cecita' parziale? Quindi percepisci anche l'indennità speciale per i ciechi parziali di 190 euro al mese ? Sai perche' io pensavo che per avere tale diritto bisognava avere un campo visivo inferiore al 10% ed un visus non superiore ad 1/20. Forse mi sbagliavo io. Ciao e grazie


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 15/09/2011 10.05.35
La sua risposta : Si Massy..mi è stata riconosciuta la cecità parziale e percepisco dunque anche la normale pensione da cieco parziale. Quindi da questo deduci che per essere riconosciuto cieco parziale deve sussistere o il campo visivo inferiore al 10% o il visus non superiore ad 1/20. Quindi non devono esserci tutti e 2 i deficit..e questo mi sembra assai giusto! E la stessa cosa vale per il cieco totale..mia sorella è stata riconosciuta cieca totale con un campo visivo inferiore al 3% avendo però sempre 1/10..e percepisce la normale pensione da cieco totale.


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 15/09/2011 10.30.30
La sua risposta : Ciao marco grazie per le preziosi informazioni che mi stai dando, non ne ero a consocenza di tutto cio , ma se posso chiedertelo ti hanno dato la rivedibilita' o no? E adesso di quanto e' il tuo visus? Ciao e grazie


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 15/09/2011 10.59.17
La sua risposta : Cosa intendi per rivedibilità? Che mi devo ripresentare a visita ogni tot. periodo? Se intendi questo..la risposta è no. Adesso ho intorno ai 2/10 e il campo visivo si è assai ridotto..a fine anno rifarò un nuovo campo visivo per vedere a che punto è...invece la tua situazione visiva com'è?


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 15/09/2011 11.38.12
La sua risposta : Ciao Marco io ho un visus di 1/20 ed un campo visivo inferiore al 10%. Sai cosa c'e' che volevo rifare il campo visivo in percentuale ma non e' cosi facile trovare strutture che facciano la percentuale, mi sono capitate molte di esse che ti rilasciano un certificato dove non c'e' nessuna percentuale. Anche io come te percepisco l'indennita' ma mi hanno dato la rivedibilita' (2 anni ) non so bene il motivo mi dovro' ripresentare con tutta la nuova documentazione inerente. Pero' non ho problemi in questo e' sempre mia premura ogni anno fare visite e accertamenti.


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 07/02/2012 19.17.30
La sua risposta : Ciao Massy, ma poi sei riuscito a capire l'enigma del campo visivo? Ora ci sono dentro anche io..ovvero non sono riuscito a contattare la dottoressa che mi disse di questo campo visivo gisi..quindi ho chiesto alla mia oculista che mi dice non esiste...allora io non so cosa fare..perché vorrei rifare un campo visivo per poi poter chiedere l'aggravamento se mi spetta...ma non so quale documento richiedano adesso..sono quasi sicuro che quello manuale, ovvero il Goldman non vadi più bene..sarà quello computerizzato? oppure ci sono altri tipi?


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 08/02/2012 16.14.21
La sua risposta : Ciao Marco allora io ho risolto mi e' stato effettuato il Campo Visivo % di Zingirian Gandolfo previsto dalla legge 138/2001 ( devi far riferimento alla legge te). Adesso per l'aggravamento devi portare come da legge 138/2001 il tuo attuale visus con certificazione non piu' vecchia di mesi 6 e /o campo visivo con risposta in percentuale. Di che citta' sei Marco ? Cosi posso indirizzarti in centri dove sono sicuro facciano questi tipi di esami. Comunque per sicurezza puoi sempre portare un OCT , un ERG ed un PEV . Ciao e fammi sapere


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 08/02/2012 18.28.47
La sua risposta : Ciao Massy, io sono di Prato, e credo che il campo visivo che dici te sia possibile farlo anche nell'ospedale della mia città, perché la mia oculista mi ha parlato di un campo visivo che viene fatto per il glaucoma e dopo aver dato un'occhiata su internet credo che sia proprio quello che dici tu..ma con un campo visivo computerizzato non ti viene data la percentuale? è necessario fare quello che dici tu? Ciao e grazie


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 08/02/2012 18.37.27
La sua risposta : Ciao Marco guarda quello che ho fatto io e' venuta la percentuale, comunque puoi provare ad informarti te devi dire che ti servi al fine della legge 138/2001 per richiedere l'invalidita'. Ciao e fammi sapere


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 12/02/2012 21.42.50
La sua risposta : Marco allora come e' andata a finire? Hai risolto? Fammi sapere Ciao


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 16/02/2012 9.45.13
La sua risposta : Ciao Massy..diciamo che ho risolto..ovvero sono riuscito a contattare la dottoressa la quale mi disse di fare questo campo visivo gisi..e mi contatterà per darmi un appuntamento per poter fare questo campo visivo...staremo a vedere..poi ti faccio sapere! Comunque grazie!


Interviene alla discussione: david
Pubblicato il (giorno e ora): 19/05/2012 11.49.18
La sua risposta : Salve ragazzi, ho trovato oggi questo forum e, se me lo permettete, vorrei unirmi a voi. Sono affetto da sindrome di stargadt e al momento ho quasi 34anni ma fin ora ho sempre lavorato, senza farmi mai riconoscere invalidità anzi, a dirla tutta nonl mai dichiarata ma oormai non riesco quasi più... Il problema è che fin ora son sempre stato indipendente e dover chiedere alla mia compagna di acconpagnarmi da qualche parte, perchè non me la sento di guidare o di leggermi un documento arrivato per posta perchè anche la lente d ingrandimento è quasi inutile non mi viene molto facile. Ho letto con interesse la vostra discussione ma vorrei chiedevi di spiegarmi (magari dall inizio) quali sono i passi da dover fare per la richiesta d invalidità, cosa mi darebbero e se poi potrei comunque lavorare. Una delle prime domande è: quando parlatedel visus residuo intendete leggere le letteresul tabellone? Attendo con ansia lle vostre risposte PS. MARCO, ANCHE IO SON DI PRATO


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 19/05/2012 15.52.52
La sua risposta : Ciao David benvenuto nel forum. Allora rispondendo alla tua ultima domanda e' si Visus residuo = righet tabellone. Per fare la domanda------- Il cittadino che intende presentare domanda per il riconoscimento dello stato di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità deve: deve recarsi da un medico abilitato alla compilazione telematica del certificato medico che attesti le infermità invalidanti. (anche medico di base) Una volta compilato il certificato on line a cura del medico, la procedura genera una ricevuta che il medico dovrà stampare e consegnare al cittadino. La ricevuta reca anche il numero di certificato che il cittadino dovrà poi riportare nella domanda. Importante!! Il certificato ha una validità di 90 giorni dalla data di rilascio; pertanto il cittadino ha 90 giorni per presentare la domanda!!! Il medico provvede inoltre alla stampa e al rilascio del certificato medico firmato in originale che il cittadino dovrà comunque esibire all'atto della visita. Poi il cittadino dovra' recarsi ad un patronato e loro penseranno ad inoltrare la domanda all'INps, la quale essa dopo la media di circa 3 mesi chiamera' il cittadino a visita. -------- Mi raccomando alla visita di invalidita' devi portare tutta la tua documentazione in tuo possesso in originale e meglio se fatta in struttura pubblica. Ciao


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 19/05/2012 15.56.56
La sua risposta : Ah ultima cosa mi sono scordato quando farai richiesta di invalidita dal tuo medico curante fai barrare oltre la casella INVALIDITA' anche la casella HANDICAP relativa alla legge 104. Ciao


Interviene alla discussione: david
Pubblicato il (giorno e ora): 19/05/2012 20.16.34
La sua risposta : CiaoMassy, grazie della risposta ma ti prego, dammi ancora qualche chiarimento... La documentazione deve essere recente? la dottoressa che mi segue, ha una studio a Prato ma lavora anche all ospedale di Firenze, al reparto oftalmico ma gli ultimi esami sono un pò vecchi ormai, dovrei rifarli? alla fine dell iter, ottenuta l invalidità, cosa succede?


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 20/05/2012 10.46.25
La sua risposta : Ciao David, piacere di conoscerti! Comunque prima di fare il tutto..quanti decimi hai? ovvero quante righe riesci a leggere? perché se leggi 2/10 anche se ti viene riconosciuta una percentuale di invalidità non hai diritti pensionistici! Certo che puoi lavorare anche se ti viene riconosciuta l'invalidità o cecità..se riesci a fare il tuo lavoro che problema c'è...puoi anche non dire niente alla tua azienda..come feci io del resto!


Interviene alla discussione: david
Pubblicato il (giorno e ora): 20/05/2012 18.17.52
La sua risposta : Ciao Marco, l ultima volta riuscivo a leggere la prima lettera ma ora non so, è passato un anno. Cosa intendi per diritti pensionistici? cosa ti danno? Quali sono i parametri di giudizio? te come sei messo? che fai nella vita?


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 20/05/2012 18.59.10
La sua risposta : Ciao David che intendi per vedere la prima riga? Con tutti e due gli occhi? Con lenti o senza lenti vedevi l'ultima riga? La documentazione deve essere recente diciamo ultimi 6 mesi e devi portare anche degli accertamenti tipo OCT, ERG-PEV , CAMPO VISIVO meglio se di strutture pubbliche . Per i parametri devi far riferimento alla legge 138/2001 -------------Art. 2. (Definizione di ciechi totali). 1. Ai fini della presente legge, si definiscono ciechi totali: a) coloro che sono colpiti da totale mancanza della vista in entrambi gli occhi; b) coloro che hanno la mera percezione dell'ombra e della luce o del moto della mano in entrambi gli occhi o nell'occhio migliore; c) coloro il cui residuo perimetrico binoculare è inferiore al 3 per cento. Art. 3. (Definizione di ciechi parziali). 1. Si definiscono ciechi parziali: a) coloro che hanno un residuo visivo non superiore a 1/20 in entrambi gli occhi o nell'occhio migliore, anche con eventuale correzione; b) coloro il cui residuo perimetrico binoculare è inferiore al 10 per cento. Art. 4. (Definizione di ipovedenti gravi). 1. Si definiscono ipovedenti gravi: a) coloro che hanno un residuo visivo non superiore a 1/10 in entrambi gli occhi o nell'occhio migliore, anche con eventuale correzione; b) coloro il cui residuo perimetrico binoculare è inferiore al 30 per cento.


Interviene alla discussione: david
Pubblicato il (giorno e ora): 21/05/2012 6.37.56
La sua risposta : Ciao Massy, parlando di prima riga intendo dire che leggo la lettera in alto (quella grossa, quindi avevo 1/10), per quanto riguarda la visione perimetrale non ho molti problemi, sembra che la stargadt colpisca la parte centrale del visus. Quello che mi preme sapere è, con il riconoscymento di ipovedentegrave o cieco parziale, che tipo di trattament mi spetta?


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 21/05/2012 8.43.28
La sua risposta : Ciao David ti conviene parlare con un medico legale per rispondere a questa domanda.


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 24/05/2012 16.12.08
La sua risposta : Ciao David, io sono cieco parziale ed ho finito da circa 1 anno il corso per centralinisti. Beh posso dirtelo io..riguardo ai diritti pensionistici..al cieco parziale spettano intornoai 450 € al mese..mentre all'ipovedente grave se non erro sui 250 € circa al mese.


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 24/05/2012 19.33.15
La sua risposta : Ciao Marco a me sembra che al cieco parziale per l'anno 2012 spetti € 193 al mese forse te ci inserisci anche la pensione di 267€. E comunque all'Ipovedente grave non ha diritto a nulla. Ciao


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 26/05/2012 14.47.41
La sua risposta : Ciao Massy..mi dispiace ma devo contraddirti..all'ipovedente grave viene dato qualcosa perché rientra tra gli invalidi con una percentuale minima del 74%..conosco varie persone che appunto hanno 1/10 ed hanno la pensione da invalido civile. Per il cieco parziale sono 471 € se non si supera naturalmente il reddito di circa 15000€ annui altrimenti come dici te sono 193€.


Interviene alla discussione: Ludovico
Pubblicato il (giorno e ora): 26/05/2012 15.51.48
La sua risposta : Caro David e cari voi tutti, penso che le vostre informazioni e le disquisizioni su eventuali pensioni, indennità e quantaltro saranno presto, prestissimo rese del tutto inutili. Forse non vi siete ancora accorti che c'è un governo, in questo momento, che vuole distruggere il sociale e tutto quanto vi è connesso? Lo definisco un governo di squali con a capo lo squalo Monti ben coadiuvato, in questo caso, dallo squalo Fornero, due specie che non si sono mai estinte e a cui invece qualcuno dovrebbe provvedere a dare la caccia. Armatevi di fiocine che è meglio!!


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 26/05/2012 21.14.40
La sua risposta : Ludovico ho aperto un trhead apposito vai a leggere c'e' tutto li su: Acompagnamento in base all'ISEE. Ciao


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 26/05/2012 22.40.37
La sua risposta : Ciao Marco l'ipovdente grave base alla Tabella ufficiale da un minimo di 71 ad un massimo di 80. Quindi in QUASI TUTTI I CASI dovresti avere alemno il 74%. Pero' se hai un reddito superiore ai 15.000€ non prebndi nulla a differenza di un cieco ventesimista che ha diritto all' Indennità speciale ciechi ventesimisti che e' esente dal reddito di 193 €. Si credo che stavamo dicendo la stessa cosa ma in maniera differente. Ciao


Interviene alla discussione: GAGGHY
Pubblicato il (giorno e ora): 01/06/2012 13.24.31
La sua risposta : salve volevo chiedere 1 informazione io ho un genitore con un invalidità e un accompagnamento adesso ha ereditato dalla morte di sua madre una casa con un inquilino registrato e inquadrato volevo sapere se era vero il fatto che se quando andrà a fare il 730 gli toglieranno la pensione perchè poi l isee sarà troppo alto


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 01/06/2012 21.55.55
La sua risposta : Ciao GAGGHY allora partiamo dal presupposto che non si puo' sapere se gli leveranno la pensione in quanto non si sa il reddito di questa persona. Per quanto riguarda l'eredita' della casa fara' reddito anche il certificato catastale della casa, che dovra' anche denunciarlo sul 730. Comunque non deve superare su per giu i 15.000€. Ciao


Interviene alla discussione: Walter
Pubblicato il (giorno e ora): 04/10/2012 10.49.01
La sua risposta : Vorrei un parere e un consiglio. Tre anni fa ho richiesto l'invalidità senza successo. Sono affetto da coroidosi miopica e allora vedevo 1/10 e 5/10 nei due occhi. Poi mi sono sottoposto all'operazione di cataratta e ho riaccquistato visus. Ora arrivo a 5/10 e a 7/10 cercando. Ma la malattia è progredita. Ho dei buchi nella visione centrale, non guido più, ho crescenti difficoltà a leggere e a usare il pc. A vostro parere posso ritentare con l'invalidità nella speranza che mi riconoscano qualcosa? A parte l'OCT e il campo visivo quali altri esami sarebbe utile che facessi? Grazie per le risposte


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 04/10/2012 15.11.21
La sua risposta : Ciao Walter allora per l'invalidita' e' molto importante in base alla legge del 2001 il campo visivo. Se parli di buchi centrali dovresti avere un campo visivo miolto ridotto anche non avendo un visus bassissimo. Mi puoi dire che percentuale rientri nel campo visivo? Per altri esami devi fare oltre quelli elencati da te l'Erg ed il Pev, e semmai fatti anche una fluorangiografia con il contrasto. pero' come ti dicevo prima per l'invalidita' e' fondamentale il visus e/0 il campo visivo. Fammi sapere la percentuale che ti e' uscita. ----Massy------


Interviene alla discussione: Walter
Pubblicato il (giorno e ora): 04/10/2012 16.03.49
La sua risposta : Grazie per la risposta. Ho un campo visivo fatto a maggio ma non capisco dove silegge la percentulae. Ho è un altro tipo di esame che devo fare?


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 04/10/2012 22.04.25
La sua risposta : Ciao Walter allora per richiedere l'invalidita' in primis non deve essere piu' vechio di 3 mesi e poi devi cercare strutture che fanno campi visivi con la percentuale.-----Massy-----


Interviene alla discussione: dario
Pubblicato il (giorno e ora): 23/10/2012 21.20.08
La sua risposta : ciao a tutti io ho una protesi oculare all occhio sinistro e 3 decimi corretti nell'altro occhio . che grado di percentuale mi aspetta ? grazie per l aiuto


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 23/10/2012 21.55.48
La sua risposta : Ciao Dario da quello che descrivi hai una cecita' monoculare con visus occhio migliore di 3/10 con correzzione. Ti faccio uan domanda che percentuale hai col campo visivo? Ma non hai fatto finore pratiche per l'invalidita'?


Interviene alla discussione: Maddalena
Pubblicato il (giorno e ora): 23/10/2012 22.05.57
La sua risposta : ciao dario,sono curiosa, che tipo di protesi hai all'occhio sinistro e che cosa di da come visus?


Interviene alla discussione: dario
Pubblicato il (giorno e ora): 23/10/2012 22.19.35
La sua risposta : ciao allora ho gia' una invalidità del 60 % ma sinceramente mi sembra poco , visto che ho appunto una protesi all'occhio sinistro in vetroresina e un occhio con 3 decimi con occhiali . ma scusa l'ignoranza ma il vsus?


Interviene alla discussione: Maddalena
Pubblicato il (giorno e ora): 23/10/2012 22.51.07
La sua risposta : scusa Dario ho sbagliato a porre la domanda in effetti avevi già scritto che hai un visus di 3/10 con correzione.In effetti sarebbe da considerare se nell'occhio destro hai il campo visivo ridotto o normale ,perchè anche quello è un parametro che viene preso in considerazione nel calcolo per l'invalidità.


Interviene alla discussione: dario
Pubblicato il (giorno e ora): 23/10/2012 23.54.16
La sua risposta : campo visivo normale ma con 3 decimi visivi , senza occhiali arrivo a due decimi , con una piccola cataratta una congiuntivite cronica , e un forte astigmatismo . mi servirebbe un parere oerchè mi sembra un po pochino 60%


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 24/10/2012 10.56.13
La sua risposta : Ciao dario pero' il visus va visto con le correzioni e non senza. A mio avviso dovresti fare un campo visivo e vedere se il tuo residuo perimetrico binoculare è inferiore al 10 per cento. In questo caso potresti rientrare come cieco ventesimista. Per la percentuale che ritieni bassina puoi provare ad andare in un qualsiasi patronato e parlare con un medico legale facendo vedere tutte le tue certificazioni in possesso; comunque puoi sempre richiedere un aggravamento. Ciao . ----Massy-----


Interviene alla discussione: schrfl
Pubblicato il (giorno e ora): 24/10/2012 14.13.20
La sua risposta : Ciao a tutti sono Raffaele. Soffro di maculopatia stargardt. Il mio visus dall'ultima visita effettuata alla asl pochi giorni fa' da una dottoressa nervosa e indaffarata e' stato di od 1/120 e os 1/10 scarso. Poiche' volevo fare la pratica per la richiesta dell'assegno ordinario di invalidita' vorrei rinfrescare i miei esami della florangiografia e fare per la prima volta il campo visivo. Purtroppo non trovo una struttura pubblica che faccia questo esame. Abito in Campania in provincia di Salerno. Qualcuno puo' indicarmi qualche struttura o un sito di riferimento? Inoltre con il mio visus che percentuale di campo visivo dovrei avere per ottenere l'assegno? grazie


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 24/10/2012 14.23.22
La sua risposta : Ciao raffaele sicuramente con il tuo visus avrai una percentuale di invalidita' molto alta tra l'80 ed il 90 %, io ti consiglio di fare domanda anche per la legge 104, la quale legge ti permette di usufruire di parecchi benefit. Con il tuo visus 1/10 os e 1/20 od non hai diritto pero' all'indennità speciale per i ciechi parziali e quindi di 190 euro al mese, in quanto per usufruire di tale agevolazione devi avere almeno in entrambi gli occhi un visus di 1/20. Come dici te ti consiglio un campo visivo con percentuale che pero' non sono di Salerno quindi non posso aiutarti nel trovare strutture , puoi provare a chiamare l'unione ciechi forse loro potrebbero darti una mano per trovare tale struttura competente in materia.Facci sapere.----Massy-----


Interviene alla discussione: Maddalena
Pubblicato il (giorno e ora): 24/10/2012 14.30.04
La sua risposta : ciao Raffaele, forse da salerno sei comodo a raggiungere Napoli il Federico II ,per le patologie della retina c'è la dottoressa Simonelli e potrebbero farti i diversi esami che occorrono per chiedere un'indennità,potresti comunque sentire prima presso un patronato o la sezione UICI vicina che esami occorrono.


Interviene alla discussione: Diego3
Pubblicato il (giorno e ora): 19/03/2013 19.51.09
La sua risposta : Salve a tutti , mi chiamo Diego e ho 30 anni , da pochi giorni ho trovato questo sito , volevo sapere se potete " illuminarmi " su una cosa , nel 2006 ( dopo aver perso il lavoro , senza questo avrei forse aspettato di più , ho deciso di fare questa benedetta visita per l'ivalidità civile dopo che mi fu consigliata sia dal Dott. Rizzo che da un unione ciechi a cui mi ero rivolto , premetto che sono affetto da acromatopsia congenita , fortunatamente più debole di altre persone ma comunque con 1/10 a entrambi gli occhi , dopo una visita a mio avviso RIDICOLA , del tipo che non erano per niente ferrati sul mio problema e sembrava che parlassi in arabo per loro , addirittura guardandomi gli occhi dissero che non vedevano problemi alle pupille , (oltre l'acromatopsia ho anche il nistagmo con conseguente oscillazione delle pupille ). Il punto è che speravo almeno in una indennità anche minima ma il risultato della visita fu del 67% di invalidità , anche l'unione ciechi rimase sbigottita dicendo che almeno il 74% dovevano darmelo ( per raggiungere un minimo di pensione ). Dopo è successo che ho ritrovato lavoro e ho lasciato stare l'eventualità di un ricorso , ora che succede , ho perso lavoro di nuovo e risiamo alle solite , in più ora la situazione è molto peggiore di qualche anno fa in quanto a offerta ,non parliamo poi delle offerte per persone disabili . Quindi mi ritrovo di nuovo senza un reddito , anche minimo , e volevo sapere se facendo il ricorso secondo voi ho qualche possibilità di riuscire a prendere qualcosa in più . Grazie in anticipo .


Interviene alla discussione: Diego3
Pubblicato il (giorno e ora): 19/03/2013 22.11.53
La sua risposta : anche un'altra cosa , ho visto dai commenti sopra che per chiedere , in questo caso richiedere , l'ivalidità ho naturalmente bisogno di fare la visita per il campo visivo , l'ho già fatta nel 2006 , essendo il mio problema non degenerativo è sempre valida ? e si può , non avendo la percentuale essendo una visita di qualche anno fa , ricavarla o meglio farla ricavare da qualcuno ?


Interviene alla discussione: redazione
Pubblicato il (giorno e ora): 20/03/2013 7.40.39
La sua risposta : Ricordiamo ai gentili utenti la presenza del servizio ATRIRISPONDE, al quale si può accedere comodamente dalla home page del nostro sito. Saluti.


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 20/03/2013 15.38.48
La sua risposta : Ciao Diego il ricorso hai tempo 6 mesi per presentarlo quindi adesso puoi solo fare domanda di aggravamento, in piu' ti consiglierei oltre che richiedere l'Invalidita' di richiedere anche la cecita' e la legge 104. Comunque tanto per la cronaca superando il 50% di invalidita' puoi sempre far richiesta al collocamento mirato in base alla legge 68/99. Saluti ----Massy----


Interviene alla discussione: Diego3
Pubblicato il (giorno e ora): 20/03/2013 15.42.09
La sua risposta : Richiesta al collocamento mirato l'ho fatta anni fa ma a dire che ho avuto aiuto e dire una bugia , comunque non ci arrendiamo e si va avanti , speriamo in tempi migliori... grazie comunque .


Interviene alla discussione: katy
Pubblicato il (giorno e ora): 14/07/2013 13.34.36
La sua risposta : Salve a tutti ho un cv di estermann di 7, un cv percentuale di 10%, retinite pigmentosa con emeralopia ed inizio di cataratta in entrambi gli occhi.mentre il visus e' buono con correzione.secondo voi quanto mi spettera' di invalidita'.sono un po preoccupata


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 14/07/2013 23.22.30
La sua risposta : Ciao Katy quanto e' il tuo visus?


Interviene alla discussione: katy
Pubblicato il (giorno e ora): 15/07/2013 15.17.04
La sua risposta : Ciao il mio visus con correzzione e' 9/10,ma il residuo e' 10% il 18 ho la visita con la medicina legale per il riconoscimento dell' invalidita' gli stessi mi hanno richiesto anche il cv di estermann il cui punteggio e' 7.cosa ne pensate?


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 21/07/2013 22.54.41
La sua risposta : Ma con un visus di 9/10 non la vedo cosi facile rientrare nei ciechi parziali. Saluti. ---Massy---


Interviene alla discussione: Emy60
Pubblicato il (giorno e ora): 24/08/2013 22.16.30
La sua risposta : ciao a tutti, mi sono appena iscritta e volevo un giudizio da voi. Nel 2009 ho perso totalmente la vista all'occhio sx dopo un intervento alla testa per un meningioma, all'occhio dx sono miope -2.75 ma con correzione vedo bene. Mi hanno dato un'invalidità del 35% senza considerare il fatto che ho frequenti mal di testa, ho difficoltà ad usare il computer o leggere, ho perso un po' la percezione delle distanze, per es. quando devo afferrare gli oggetti o quando devo parcheggiare la macchina. queste cose però non vengono fuori dal cv o dalla visita oculistica. che ne pensate? 35% è giusto o potevo avere di più? e poi ho notato che i giudizi variano molto da commissione a commissione e tutti mi avevano detto che quella dove risiedo è molto "tosta". possibile che bisogna essere "fortunati" anche in questo?


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 25/08/2013 22.46.30
La sua risposta : Ciao Emy60 allora nelle tabelle di invalidita' civile la Cecita' monoculare viene data una percentuale del 30%. Quindi ritengo che il 35% sia giusto. In piu' in molti casi con una cecita' monoculare si puo' banche guidare tranquillamente. Per tutti gli altri problemi che hai e che ti comporta la vista credo sia meglio che ti facessi certificare il tutto da strutture pubbliche e poi semmai chiedere l'aggravamento dell'Invalidita' Civile. Comunq


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 25/08/2013 22.46.59
La sua risposta : Ciao Emy60 allora nelle tabelle di invalidita' civile la Cecita' monoculare viene data una percentuale del 30%. Quindi ritengo che il 35% sia giusto. In piu' in molti casi con una cecita' monoculare si puo' banche guidare tranquillamente. Per tutti gli altri problemi che hai e che ti comporta la vista credo sia meglio che ti facessi certificare il tutto da strutture pubbliche e poi semmai chiedere l'aggravamento dell'Invalidita' Civile. Comunque la percentuale che ti e' stata data e' esatta. Saluti. ---Massy---


Interviene alla discussione: Emy60
Pubblicato il (giorno e ora): 26/08/2013 12.10.40
La sua risposta : grazie per la risposta Massy2122, sto rifacendo dei controlli e vedo che cosa posso fare per l'aggravamento anche se in questi tempi di ristrettezze dubito di poter raggiungere un punteggio molto più alto. Ciao


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 26/08/2013 14.52.58
La sua risposta : Non so la motivazione per cui richiedi la invalidita' ma se superi il 46% hai diritto al collocamento mirato che non e' poco.---Massy---


Interviene alla discussione: Maddalena
Pubblicato il (giorno e ora): 15/10/2013 16.25.04
La sua risposta : http://www.corriere.it/foto-gallery/economia/13_ottobre_15/legge-stabilita-7-punti-chiave-39c8646a-355b-11e3-9c0c-20e16e3a15ed.shtml#6, qualcuno sa interpretare questo, comprende tutti gli ultrasesantacinquenni anche quelli disabili? e perché solo dopo quell'età,forse perché invecchiando si ha bisogno di meno soldi di pensione di accompagnamento. Inoltre perché non scrivono mai che si tratta di lordo?


Interviene alla discussione: Maddalena
Pubblicato il (giorno e ora): 15/10/2013 19.08.38
La sua risposta : 15/10/2013 Legge di Stabilità: colpiti i disabili più gravi Dura presa di posizione della FISH contro le bozze che del testo e che prevedono l'introduzione di un limite reddituale (40mila euro) per la concessione dell'indennità di accompagnamento. Barbieri (FISH): "Reagiremo con forza". "Pensavamo di non dover rivedere le brutali ipotesi normative già avanzate da Monti e Tremonti. Invece ritroviamo, nella bozza di legge di Stabilità, la volontà di risparmiare sulle gravi disabilità, comprimendo il diritto all'indennità di accompagnamento. Reagiremo come abbiamo già fatto in passato." Questo il commento a caldo di Pietro Barbieri, presidente della FISH - Federazione italiana per il superamento dell'handicap, dopo la lettura delle prime bozze della legge di Stabilità. Il testo prevede l'introduzione di un limite reddituale per la concessione dell'indennità di accompagnamento alle persone con gravi disabilità che abbiano compiuto i 65 anni d'età. Se le bozze che stanno circolando in queste ore diventassero legge, a chi supera i 40mila euro di reddito lordo (70mila se coniugato) non verrà più concessa l'indennità di accompagnamento. Chi ne è già titolare non avrà più rivalutazioni. “Chi ha elaborato quella bozza dimentica che quella provvidenza ha una natura indennitaria, che è l'unico livello essenziale certo riconosciuto alle persone con disabilità. E, ancora una volta, si dimentica che la disabilità è la prima causa di impoverimento - sottolinea Pietro Barbieri -. Non si considera che una persona anziana, con grave disabilità, spende gran parte delle sue risorse, spesso intaccando il patrimonio, per garantirsi un'assistenza che lo Stato non offre. Il tutto accade in un Paese che preferisce sospingere le persone non autosufficienti verso il ricovero in istituto, anziché sostenere e favorire la domiciliarità." A essere penalizzati saranno proprio coloro che dovranno fare i con ti con il nuovo Isee (che a causa della legge Salva Italia di Monti considera un reddito la pensione sociale e di invalidità), con i nuovi tributi, con la probabile introduzione di nuovi ticket, con la compressione dei servizi sociali da parte degli enti locali. Una reazione molto contrariata quella di FISH anche di fronte alla previsione di un Fondo per la non autosufficienza inferiore ai 300 milioni e all'incertezza intorno al Fondo per le politiche sociali. “La cosa che colpisce in questa vicenda è che un'ipotesi così gravosa per le famiglie e in netto contrasto con qualsiasi ragionamento connesso alla parità di trattamento delle persone con disabilità non sia stato preceduto da una doverosa consultazione preventiva del mondo associativo", commenta Franco Bomprezzi, presidente di Ledha. "Speriamo che la vicenda si concluda in modo diametralmente diverso da queste prime anticipazioni - conclude Bomprezzi -. Saremo attenti a seguire gli sviluppi della legge di stabilità e pronti a una


Interviene alla discussione: Lori
Pubblicato il (giorno e ora): 15/10/2013 22.04.45
La sua risposta : Ciao Emy, io sto partendo ora per il riconoscimento di invalidità per maculopatia all'occhio destro per miopia. Purtroppo so che avrò difficoltà .... ma nessuno considera che ci sono frequenti mal di testa e che guidare senza il rapporto delle distanze è pericoloso ??? NOn sarà la cecità totale ... ma crea delle difficoltà mica da poco .... sopratutto sul lavoro dove pretendono sempre dei ritmi da urlo e a cui o mostri uno stato protetto o se ne fregano ....


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 22/10/2013 22.36.03
La sua risposta : Ciao Lori capisco il tuo sfogo , ma il guiidare non e' obbligatorio per chi ha una vista molto bassa, anzi e' molto sconsigliato sia per te e sia per chi sta in macchina con te. Scusami ma che visus hai? ----Massy----


Interviene alla discussione: Maddalena
Pubblicato il (giorno e ora): 25/10/2013 13.50.02
La sua risposta : http://blog.vita.it/francamente/2013/10/24/il-lavoro-sporco-della-legge-di-stabilita/ I permessi lavorativi per chi ha donato il sangue si potranno dunque conteggiare ai fini dell’anzianità pensionistica. Tanto incidono poco sul bilancio, visto che i donatori lavoratori non sono così tanti. I permessi per maternità, paternità o per assistenza ai parenti disabili (quelli in base alla legge 104), invece no. La commissione Bilancio della Camera, come scrive su Vita.it Sara De Carli, ha infatti bocciato un emendamento che pure piaceva al Governo, e che era stato proposto dalle associazioni delle persone con disabilità. Non c’è neppure uno straccio di argomentazione contabile. Si parla genericamente di un impegno consistente, ma non si sa quanto sarebbero costate queste due sacrosante modifiche alle norme della riforma Fornero. Insomma, sta passando, nel silenzio ipocrita del Parlamento, uno schiaffo alle famiglie delle persone con disabilità, proprio quelle figure di “caregiver” familiare delle quali tanto ci si riempie la bocca nei convegni e nei congressi, oltre che nei documenti pubblici. Da un lato addirittura si promette – senza mantenere nulla – un iter veloce per una legge ad hoc sul prepensionamento dei caregiver familiari, dall’altro si taglia l’unico provvedimento sicuramente legittimo e doveroso, perché basato su un contratto di lavoro onorato per lunghi anni dalle parti, aziende pubbliche e private, quando sono stati concessi i permessi parentali in base alla legge 104. Sappiamo perfettamente che per moltissimi genitori questa notizia è terribile, non solo perché di fatto costringe a un forzoso allungamento del periodo di lavoro, ben oltre il previsto limite di anzianità, ma anche perché si ha la certezza, a questo punto, di essere stati truffati dallo Stato. Il lavoratore, persona con disabilità o familiare, infatti, ha preso i giorni di permesso previsti dalla legge 104 sapendo che sarebbero logicamente stati conteggiati ai fini dell’anzianità pensionabile. E invece adesso, puff. Abbiamo scherzato. I permessi, tre giorni al mese, moltiplicati per tanti anni di lavoro, comportano adesso un prolungamento forzato dell’impiego (ammesso che il lavoro ci sia ancora) o un ritardo nell’erogazione della pensione (qualora già esodati). E l’impossibilità in ogni caso di dedicare il proprio tempo alle persone care, che ne hanno sicuramente bisogno. Il bello è che, al netto dei permessi per maternità o paternità, l’importo relativo ai permessi per la legge 104 è sicuramente paragonabile a quello dei donatori di sangue. Il tutto avviene nel giorno in cui un medico malato di sclerosi laterale amiotrofica muore d’infarto dopo aver presidiato il Ministero dell’Economia per battersi in favore dell’assistenza domiciliare. La morte di Raffaele Pennacchio non poteva trovare una risposta peggiore. E poco importa che, apparentemente, le due situazioni non siano collegate tra di loro. Il punto è proprio questo. Non basta più la buona volontà di singoli esponenti del governo, sottosegretari o ministri che siano, quando poi a livello di “larghe intese” e di superiore interesse del bilancio nazionale, qualsiasi rassicurazione assume il valore ridicolo di carta straccia, se non peggio. Lascia un tuo commento Caratteri disponibili: 1500 Name (required) Mail (will not be published) (required) Website Scrivi qui il tuo commento... Show comments: 5 comments 10 comments 50 comments Francesco 24 October 2013, ore 18.21 Caro Franco, io non ci credo più… non credo più alla peggiore classe politica degli ultimi 150 anni. Ed essendo un governo di larghe intese il giudizio è molto ampio. Si parla di decadenza italiana, retrocessione dal G8. Ma non è solo una questione economica o di pil. Il crollo del nostro Paese è legato alla pochezza della sua politica, l’incapacità di trovare risorse, di mettere in campo idee innovative e coraggiose. Non è un Paese per vecchi, neppure per le persone con disabilità e neppure per i nostri figli. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Marco - Padova 24 October 2013, ore 18.28 Cosa dire se non “che schifo”…chissà se l’attento Napolitano ha un “monito” per questo. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Piereo Mancini 24 October 2013, ore 18.38 Ormai questa associazione a delinquere chiamata larghe intese non si vergogna più di nulla. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Silvia64 24 October 2013, ore 18.54 Caro Franco, ho inondato i profili di tanti politici (al governo e non), di tanti giornali, facendo presente questa ulteriore vergogna celata nelle pieghe della riforma Fornero. Quella che non sapeva quanti fossero gli esodati e che oggi non fa quantificare quanto ‘pesino’ i contributi previdenziali per i permessi della legge 104. Nessuno mi ha risposto. E allora ci ho provato da me (per calmare con la razionalità la rabbia immensa dell’ingiustizia subita) a darmi una risposta, sulla base degli elementi raccolti, grazie a chi di noi parla e di noi si occupa. Tu fra questi. Chi dona sangue è più meritevole di tutele previdenziali di chi ha un handycap ? O forse è solo una questione di ‘potentati’ che valgono più o meno sui banchi bilancisticima anche pressappochistici del governo ? Oggi la morte di Raffaele Pennacchio si è presa prepotentemente i titoli dei giornali on line. E oggi arriva questo schiaffo dei permessi per i disabili senza copertura previdenziale. I personaggi della commissione ci dicono di non ‘sfruttare’ l’onda emotiva di questa morte per ottenere di più perchè di più non c’è. Zitti, ci vogliono zitti e dimessi. L’urlo del gesto di Raffaele rimbombi nelle loro male coscienze mentre noi continueremo a lavorare, pur se disabili gravi, in nome della nostra dignità che ci farà fruire dei permessi handicap e perchè ne abbiamo necessità imprescindibile e perchè adesso non saremo più neanche dei ‘parassiti dello stato sociale’. Ci pagheremo tutto da soli. Come sempre Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Giovanni Claudio Sicali 24 October 2013, ore 19.15 Nell’Italia degli sprechi… il Parlamento se ne invischia della salute dei suoi cittadini, nonostante gliartt. 29, 30, 31 e soprattutto 32 della Costituzione: IL DIRITTO ALLA SALUTE Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Franco Bomprezzi 24 October 2013, ore 19.21 Grazie, hai colto perfettamente il senso della mia indignazione. E sai che sono fondamentalmente moderato anche nei toni. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione raffaele isidro parodi 24 October 2013, ore 19.31 il governo di larghe intese sa solo sparare sui deboli e essendoci tutti al governo si sentono meno colpevoli. Comunque è un furto di vita. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione raffaele isidro parodi 24 October 2013, ore 19.53 l’unico vero risultato che otterranno sarà l’abolizione di fatto dei permessi 104, chi li chiederà d’ora in poi? se li avessero aboliti per legge, avrebbero avuto qualche problema a gestire le proteste, così invece…che ipocriti Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Franco Bomprezzi 24 October 2013, ore 20.07 Questa è una osservazione semplice ma acutissima. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Alessandro 24 October 2013, ore 23.13 Oramai siamo diventati indifferenti a tutto, anche le più terribili porcate (e questa la è) avvengono senza che nessuno si ribelli, siamo diventati, in maggioranza un popolo di egoisti, presi a fare solo i propri interessi… ma io non ce la faccio e con me tanti altri, non dobbiamo accettare che ci vengano rubate le speranze, vogliamo gridare in faccia a questi ottusi, osceni, truffatori di Stato… VOI NON CI RAPPRESENTATE PIU’ !!! VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA e voi sareste i rappresentanti del popolo??? Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Chi sono Franco Bomprezzi Franco Bomprezzi Giornalista e scrittore, classe 1952. Vive e lavora in sedia a rotelle. Attualmente “free lance” per scelta, si dedica alla comunicazione sociale e all’informazione sulla disabilità. Nominato Cavaliere dal presidente Napolitano, il 3 dicembre 2007. Da allora ha tagliato anche i baffi. Vita in Edicola e Feltrinelli Categorie Archivio ◾barriere ◾Coscienza ◾Desideri ◾diritti ◾disabili ◾estate ◾Fenomeni ◾Influenza A ◾Informazione ◾memoria ◾Orrori ◾politica ◾Razzismo ◾Ricerca genetica ◾Ricordo ◾salute ◾sport ◾Tendenze ◾Terremoto ◾Welfare ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ ◾ Cerca nel Blog RSS RSS Blogroll ◾Il nuovo sito della Ledha ◾Superando ◾Superabile ◾Persone con disabilità ◾Il mio spazio su Facebook i nostri temi accessibilità associazioni barriere Chiesa conferenza Convenzione Onu Coscienza Desideri diritti disabili disabilità discriminazione Distrofia Eluana Expo facebook Fish giornalismo giornalisti giovani governo Informazione Inps internet lavoro media Milano Onu parlamentari paura persone con disabilità politica Razzismo Sacconi solitudine speranze sport Telethon televisione Terremoto Abruzzo 2009 turismo Venezia vita volontariato Welfare legal DATI SOCIETARI NOTE LEGALI PRIVACY contenuti DOMANDE FREQUENTI (FAQ) MAPPA DEL SITO RICERCA AVANZATA contatti DOVE SIAMO PER GLI ABBONAMENTI PER ASSISTENZA TECNICA pubblicità su vita SCOPRI L'OFFERTA PUBBLICITARIA social + rss RSS FACEBOOK YOUTUBE FLICKR TWITTER © 1994-2012 Vita Società Editoriale S.p.A. credits I permessi lavorativi per chi ha donato il sangue si potranno dunque conteggiare ai fini dell’anzianità pensionistica. Tanto incidono poco sul bilancio, visto che i donatori lavoratori non sono così tanti. I permessi per maternità, paternità o per assistenza ai parenti disabili (quelli in base alla legge 104), invece no. La commissione Bilancio della Camera, come scrive su Vita.it Sara De Carli, ha infatti bocciato un emendamento che pure piaceva al Governo, e che era stato proposto dalle associazioni delle persone con disabilità. Non c’è neppure uno straccio di argomentazione contabile. Si parla genericamente di un impegno consistente, ma non si sa quanto sarebbero costate queste due sacrosante modifiche alle norme della riforma Fornero. Insomma, sta passando, nel silenzio ipocrita del Parlamento, uno schiaffo alle famiglie delle persone con disabilità, proprio quelle figure di “caregiver” familiare delle quali tanto ci si riempie la bocca nei convegni e nei congressi, oltre che nei documenti pubblici. Da un lato addirittura si promette – senza mantenere nulla – un iter veloce per una legge ad hoc sul prepensionamento dei caregiver familiari, dall’altro si taglia l’unico provvedimento sicuramente legittimo e doveroso, perché basato su un contratto di lavoro onorato per lunghi anni dalle parti, aziende pubbliche e private, quando sono stati concessi i permessi parentali in base alla legge 104. Sappiamo perfettamente che per moltissimi genitori questa notizia è terribile, non solo perché di fatto costringe a un forzoso allungamento del periodo di lavoro, ben oltre il previsto limite di anzianità, ma anche perché si ha la certezza, a questo punto, di essere stati truffati dallo Stato. Il lavoratore, persona con disabilità o familiare, infatti, ha preso i giorni di permesso previsti dalla legge 104 sapendo che sarebbero logicamente stati conteggiati ai fini dell’anzianità pensionabile. E invece adesso, puff. Abbiamo scherzato. I permessi, tre giorni al mese, moltiplicati per tanti anni di lavoro, comportano adesso un prolungamento forzato dell’impiego (ammesso che il lavoro ci sia ancora) o un ritardo nell’erogazione della pensione (qualora già esodati). E l’impossibilità in ogni caso di dedicare il proprio tempo alle persone care, che ne hanno sicuramente bisogno. Il bello è che, al netto dei permessi per maternità o paternità, l’importo relativo ai permessi per la legge 104 è sicuramente paragonabile a quello dei donatori di sangue. Il tutto avviene nel giorno in cui un medico malato di sclerosi laterale amiotrofica muore d’infarto dopo aver presidiato il Ministero dell’Economia per battersi in favore dell’assistenza domiciliare. La morte di Raffaele Pennacchio non poteva trovare una risposta peggiore. E poco importa che, apparentemente, le due situazioni non siano collegate tra di loro. Il punto è proprio questo. Non basta più la buona volontà di singoli esponenti del governo, sottosegretari o ministri che siano, quando poi a livello di “larghe intese” e di superiore interesse del bilancio nazionale, qualsiasi rassicurazione assume il valore ridicolo di carta straccia, se non peggio. Condividi: -------------------------------------------------------------------------------- Digg del.icio.us Facebook Google Bookmarks email MySpace Print Segnalo Technorati Wikio IT Reddit TwitThis Tags: associazioni, governo, persone con disabilità Lascia un tuo commento Caratteri disponibili: 1500 Name (required) Mail (will not be published) (required) Website Scrivi qui il tuo commento... Show comments: 5 comments 10 comments 50 comments Francesco 24 October 2013, ore 18.21 Caro Franco, io non ci credo più… non credo più alla peggiore classe politica degli ultimi 150 anni. Ed essendo un governo di larghe intese il giudizio è molto ampio. Si parla di decadenza italiana, retrocessione dal G8. Ma non è solo una questione economica o di pil. Il crollo del nostro Paese è legato alla pochezza della sua politica, l’incapacità di trovare risorse, di mettere in campo idee innovative e coraggiose. Non è un Paese per vecchi, neppure per le persone con disabilità e neppure per i nostri figli. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Marco - Padova 24 October 2013, ore 18.28 Cosa dire se non “che schifo”…chissà se l’attento Napolitano ha un “monito” per questo. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Piereo Mancini 24 October 2013, ore 18.38 Ormai questa associazione a delinquere chiamata larghe intese non si vergogna più di nulla. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Silvia64 24 October 2013, ore 18.54 Caro Franco, ho inondato i profili di tanti politici (al governo e non), di tanti giornali, facendo presente questa ulteriore vergogna celata nelle pieghe della riforma Fornero. Quella che non sapeva quanti fossero gli esodati e che oggi non fa quantificare quanto ‘pesino’ i contributi previdenziali per i permessi della legge 104. Nessuno mi ha risposto. E allora ci ho provato da me (per calmare con la razionalità la rabbia immensa dell’ingiustizia subita) a darmi una risposta, sulla base degli elementi raccolti, grazie a chi di noi parla e di noi si occupa. Tu fra questi. Chi dona sangue è più meritevole di tutele previdenziali di chi ha un handycap ? O forse è solo una questione di ‘potentati’ che valgono più o meno sui banchi bilancisticima anche pressappochistici del governo ? Oggi la morte di Raffaele Pennacchio si è presa prepotentemente i titoli dei giornali on line. E oggi arriva questo schiaffo dei permessi per i disabili senza copertura previdenziale. I personaggi della commissione ci dicono di non ‘sfruttare’ l’onda emotiva di questa morte per ottenere di più perchè di più non c’è. Zitti, ci vogliono zitti e dimessi. L’urlo del gesto di Raffaele rimbombi nelle loro male coscienze mentre noi continueremo a lavorare, pur se disabili gravi, in nome della nostra dignità che ci farà fruire dei permessi handicap e perchè ne abbiamo necessità imprescindibile e perchè adesso non saremo più neanche dei ‘parassiti dello stato sociale’. Ci pagheremo tutto da soli. Come sempre Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Giovanni Claudio Sicali 24 October 2013, ore 19.15 Nell’Italia degli sprechi… il Parlamento se ne invischia della salute dei suoi cittadini, nonostante gliartt. 29, 30, 31 e soprattutto 32 della Costituzione: IL DIRITTO ALLA SALUTE Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Franco Bomprezzi 24 October 2013, ore 19.21 Grazie, hai colto perfettamente il senso della mia indignazione. E sai che sono fondamentalmente moderato anche nei toni. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione raffaele isidro parodi 24 October 2013, ore 19.31 il governo di larghe intese sa solo sparare sui deboli e essendoci tutti al governo si sentono meno colpevoli. Comunque è un furto di vita. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione raffaele isidro parodi 24 October 2013, ore 19.53 l’unico vero risultato che otterranno sarà l’abolizione di fatto dei permessi 104, chi li chiederà d’ora in poi? se li avessero aboliti per legge, avrebbero avuto qualche problema a gestire le proteste, così invece…che ipocriti Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Franco Bomprezzi 24 October 2013, ore 20.07 Questa è una osservazione semplice ma acutissima. Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Alessandro 24 October 2013, ore 23.13 Oramai siamo diventati indifferenti a tutto, anche le più terribili porcate (e questa la è) avvengono senza che nessuno si ribelli, siamo diventati, in maggioranza un popolo di egoisti, presi a fare solo i propri interessi… ma io non ce la faccio e con me tanti altri, non dobbiamo accettare che ci vengano rubate le speranze, vogliamo gridare in faccia a questi ottusi, osceni, truffatori di Stato… VOI NON CI RAPPRESENTATE PIU’ !!! VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA e voi sareste i rappresentanti del popolo??? Segnala un'infrazione Segnala un'infrazione Chi sono Franco Bomprezzi Franco Bomprezzi Giornalista e scrittore, classe 1952. Vive e lavora in sedia a rotelle. Attualmente “free lance” per scelta, si dedica alla comunicazione sociale e all’informazione sulla disabilità. Nominato Cavaliere dal presidente Napolitano, il 3 dicembre 2007. Da allora ha tagliato anche i baffi. Vita in Edicola e Feltrinelli Categorie Archivio ◾barriere ◾Coscienza ◾Desideri ◾diritti ◾disabili ◾estate ◾Fenomeni ◾Influenza A ◾Informazione ◾memoria ◾Orrori ◾politica ◾Razzismo ◾Ricerca genetica ◾Ricordo ◾salute ◾sport ◾Tendenze ◾Terremoto ◾Welfare Cerca nel Blog RSS RSS Blogroll ◾Il nuovo sito della Ledha ◾Superando ◾Superabile ◾Persone con disabilità ◾Il mio spazio su Facebook i nostri temi accessibilità associazioni barriere Chiesa conferenza Convenzione Onu Coscienza Desideri diritti disabili disabilità discriminazione Distrofia Eluana Expo facebook Fish giornalismo giornalisti giovani governo Informazione Inps internet lavoro media Milano Onu parlamentari paura persone con disabilità politica Razzismo Sacconi solitudine speranze sport Telethon televisione Terremoto Abruzzo 2009 turismo Venezia vita volontariato Welfare legal DATI SOCIETARI NOTE LEGALI PRIVACY contenuti DOMANDE FREQUENTI (FAQ) MAPPA DEL SITO RICERCA AVANZATA contatti DOVE SIAMO PER GLI ABBONAMENTI PER ASSISTENZA TECNICA pubblicità su vita SCOPRI L'OFFERTA PUBBLICITARIA social + rss RSS FACEBOOK YOUTUBE FLICKR TWITTER © 1994-2012 Vita Società Editoriale S.p.A. credits ShareThis Copy and Paste - See more at: http://blog.vita.it/francamente/2013/10/24/il-lavoro-sporco-della-legge-di-stabilita/#sthash.rejv1FwI.cSm9ryLd.dpuf


Interviene alla discussione: katy
Pubblicato il (giorno e ora): 18/01/2014 10.33.24
La sua risposta : buongiorno a tutti.da qualche giorno ho ricevuto la risposta da parte della CM che mi ha riconosciuto la cecita' parziale.la mia domanda e' se avendo purtroppo un restringimento del CV inferiore a10 con cataratte ad entrambi gli occhi e un visus di 9/10 quanta percentuale di invalidita mi spetta?grazie


Interviene alla discussione: toni
Pubblicato il (giorno e ora): 24/01/2014 22.25.24
La sua risposta : Il titolo della discussione è: distrofia retinica pgmentosa. Proposta da: toni Il suo messaggio è: ciao ragazzi un cordiale saluto a tutti e da un giorno ke leggo le vostre discussione interessante e vi chiedo se cortesemente posso entrare a far parte nel vostro furum , visto ke sicuramente ne capite di piu di me . sono il padre della piccola pia di anni 11 effetta da distrofia retinica pgmentosa scoperta circa 6 mesi fa con 1/10 entrambe gli occhi con un campo visivo di 3,5%volevo sapere se ha diritto a qualcosa visto ke siamo all'oscuro di tutto grazie anticipatamente


Interviene alla discussione: Katja
Pubblicato il (giorno e ora): 13/03/2014 23.19.09
La sua risposta : Ciao è tutti sono 2 anni che non scrivo ..... al tempo avevo 1/10 e 5 /10 e mi riconobbero il 35 per cento di invalidita ora ho 1/30 e 2/10 e ho choesto aggravamento quanto mi aspetterebbe circa? Gia prendo assegno ordinario con residuo lavorativo a meno di un terzo i due assegni civile e ordinario nel caso sono cumulabili??? Dimenticavo ho la sindrome di stargardt un saluto e un in bocca a lupo a tutti


Interviene alla discussione: Katja
Pubblicato il (giorno e ora): 15/03/2014 20.11.49
La sua risposta : H


Interviene alla discussione: Katja
Pubblicato il (giorno e ora): 18/03/2014 15.20.22
La sua risposta : Grazie per l attenzione!!!!..


Interviene alla discussione: Massy2122
Pubblicato il (giorno e ora): 07/05/2014 15.04.22
La sua risposta : Ciao Katja allora in merito alla tua domanda ti dico dato che anche io li prendo che i due assegni sono compatibili. Per quanto riguarda la percentuale con visus di 1/30 e 2/10 sicuramente sara' piu' alta di quella che hai ma non riesco ad entrare in merito alla percentuale precisa. Saluti. ---Massy---


Interviene alla discussione: francy
Pubblicato il (giorno e ora): 24/06/2014 20.02.18
La sua risposta : ciao sono francy ed è la prima volta che scrivo a un forum.vorrei se possibile capire qualcosa di più riguardo alla mia situazione.ho la retinite pigmentosa,distrofia maculare e inizio di catarrata corticale...a dicembre 2013 ho fatto domanda per l'aggravamento e a luglio 2014 devo presentarmi per la visita dal medico legale.ho fatto tutti gli esami a dicembre 2013 e spero siano ancora validi.ci capisco ben poco,ci sono tanti numeri ma il visus non so dove trovarlo. esiti esami strumentali con scritto,cvc binoculare percentuale residuo 3%,riduzione sensibilità retinica diffusa di grado grave.non giudo più e capisco di essere peggiorata. mi si aspetta l'invalidità civile? e ho un reddito inferiore di poco i 15.000 lordi annui.vi ringrazio di cuore buona serata..francy


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 26/06/2014 11.43.30
La sua risposta : Ciao Francy, gli esami vedrai che vanno bene, non sono vecchi. Con un cv al 3% saresti riconosciuta cieca parziale se però hai fatto domanda di cecità e non di invalidità.


Interviene alla discussione: francy
Pubblicato il (giorno e ora): 27/06/2014 14.54.21
La sua risposta : ciao marco..grazie mille per la risposta,quindi significa che ho sbagliato visto che ho fatto domanda di invalidità civile? oppure posso fare anche la domanda di cecità? se si cosa devo fare? mi si aspetta qualcosa? il mio reddito è poco meno di 15.000 ma se calcolano il reddito famigliare.io e mio figlio insieme lo superiamo...tengo stretto il mio lavoro ma ultimamente diventa assai pesante...ti ringrazio davvero tanto per le informazioni..buona giornnata


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 02/07/2014 12.36.22
La sua risposta : Ciao Francy, il fatto è che ci sono due commissioni, quella invalidi e quella ciechi. Se ormai hai fatto domanda di invalidità fai la visita e vediamo cosa viene fuori. Dovresti rifare domanda di cecità e ti verrebbe riconosciuta cecità parziale, conta solo il tuo reddito personale e se hai intorno ai 15000 al mese ti verrebbe dato sui 470 euro.


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 02/07/2014 12.40.14
La sua risposta : 470 euro al mese poiché il limite massimo di reddito è sui 16000 se non ricordo male e comunque anche se viene superato ti verrebbe dato comunque sui 200 euro. Naturalmente hai diritto poi di essere iscritta nelle categorie protette per il lavoro.


Interviene alla discussione: saraf87
Pubblicato il (giorno e ora): 17/07/2014 17.11.32
La sua risposta : Salve. Volevo chiedervi aiuto. anche io ho la stargardt e l'ultima volta che ho misurato il visus era1-2/10 occhio buono e inoltre ho il campo visivo ridotto ma nn o capire in che%. Volevo chiedervi se ho i presupposti per la domanda di cecità parziale. Ed anche un altra cosa: io sono invalida civile al 75% per altri problemi, mi chiedevo: potrò beneficiare di entrambi i diritti??aiutatemi. .. grazie


Interviene alla discussione: Marco
Pubblicato il (giorno e ora): 19/07/2014 11.24.22
La sua risposta : Ciao Sara, oltre all'invalidità può spettare anche la cecità, ma non nel tuo caso, perché per essere riconosciuti ciechi parziali bisogna vedere meno di 1/10 da entrambe gli occhi o un campo visivo binoculare inferiore al 10%. Se nel 75% della tua invalidità non è compreso il problema visivo, potresti chiedere un aggravamento dell'invalidità.